Giornata Mondiale degli oceani: sempre più urgente un’azione collettiva per il mare

giornata-mondiale-degli-oceani:-sempre-piu-urgente-un’azione-collettiva-per-il-mare


“Rivitalizzazione: un’azione collettiva per l’oceano” è lo slogan che accompagna la Giornata Mondiale degli oceani che quest’anno celebra esattamente 30 anni. Fu infatti indetta dalle Nazioni Unite l’8 giugno 1992 a Rio de Janeiro, al Global Forum, un evento parallelo alla Conferenza dell’Onu sull’ambiente e lo sviluppo che ha dato l’opportunità alle organizzazioni non governative e alla società civile di esprimere il proprio punto di vista sulle questioni ambientali.
La giornata 2022 chiama ciascuno, nel proprio piccolo, a fare la propria parte per porre rimedio ai danni che l’umanità continua a infliggere al patrimonio marino. A questo tema sarà dedicata anche la seconda Conferenza delle Nazioni Unite sull’oceano, ospitata a Lisbona dal 27 giugno al 1 luglio dai governi del Kenya e del Portogallo.
La tutela dell’oceano è anche l’oggetto dell’obiettivo 14 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile: conservare e utilizzare gli oceani, i mari e le risorse marine nel mondo. Più in particolare l’SDG 14 vuole proteggere gli ecosistemi marini e costieri, riducendo la contaminazione marina e l’acidificazione degli oceani, porre fine a pratiche ittiche non sostenibili, promuovere la ricerca scientifica sulla tecnologia marina ed incentivare la crescita degli stati insulari in via di sviluppo. Per sostenere i Paesi in questo obiettivo, l’Onu ha proclamato il Decennio delle scienze oceaniche per lo sviluppo sostenibile (2021-2030).
Gli oceani e i mari sono essenziali per il pianeta e il benessere delle persone. Questi occupano i tre quarti della superficie terrestre, regolano il clima, producono ossigeno e forniscono le risorse naturali e gli alimenti. Si stima che il mare nel suo complesso dà lavoro a più di 200 milioni di persone. La contaminazione e la distruzione degli habitat e delle risorse marini e le attività di pesca non sostenibili danneggiano gli ecosistemi e milioni di persone. Il cambiamento climatico minaccia soprattutto gli oceani, provocando disastri climatici di grande impatto e trasformazioni nella biosfera marina.
Nel nostro “Save the Day” dedicato a questa giornata speciale, abbiamo raccolto le osservazioni di due studiosi: Donata Canu, ricercatrice all’Istituto nazionale di Oceanografia e geofisica sperimentale, e Angelo Mojetta, biologo marino e divulgatore scientifico. In chiusura, anche il contributo Umberto Pelizzari, apneista italiano, giornalista e divulgatore scientifico.

L’articolo Giornata Mondiale degli oceani: sempre più urgente un’azione collettiva per il mare proviene da The Map Report.

0 comments on “Giornata Mondiale degli oceani: sempre più urgente un’azione collettiva per il mare

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: