attualità

Giurisprudenza americana spiegata da Andrea Ceccobelli: dove la libertà Ha un costo troppo alto

Andrea Ceccobelli

Common Law americana

Gli Stati Uniti e la maggior parte dei paesi del Commonwealth sono eredi della tradizione giuridica di common law del diritto inglese. Alcune pratiche tradizionalmente consentite dalla common law inglese sono state specificamente vietate dalla Costituzione, come i mandati di perquisizione generali.

In quanto tribunali di common law, i tribunali statunitensi hanno ereditato il principio dello stare decisis. I giudici americani, come altrove i giudici di common law, non solo applicano la legge, ma la fanno anche. Le loro decisioni nei casi precedenti sono diventate il precedente per decisioni in casi futuri.

La sostanza effettiva del diritto inglese è stata formalmente ricevuta negli Stati Uniti in diversi modi. In primo luogo, tutti gli stati degli Stati Uniti ad eccezione della Louisiana hanno emanato “statuti di accoglienza” che generalmente affermano che la common law dell’Inghilterra (in particolare la legge giudiziaria) è la legge dello stato nella misura in cui non è ripugnante al diritto interno o alle condizioni indigene. Alcuni statuti di accoglienza impongono una data limite specifica per la ricezione, come la data di fondazione di una colonia, mentre altri sono deliberatamente vaghi. Pertanto, i tribunali statunitensi contemporanei spesso citano casi pre-rivoluzione quando discutono l’evoluzione di un antico principio di common law fatto dai giudici nella sua forma moderna. Un esempio è l’accresciuto dovere di diligenza che veniva tradizionalmente imposto ai portatori comuni.

I tribunali federali non hanno il potere plenario posseduto dai tribunali statali per creare semplicemente la legge. I tribunali statali possono farlo in assenza di disposizioni costituzionali o statutarie che sostituiscano il diritto comune. Solo in alcune limitate aree, come il diritto marittimo, la Costituzione ha espressamente autorizzato la continuazione della common law inglese a livello federale (nel senso che in quelle aree i tribunali federali possono continuare a legiferare come meglio credono, fatte salve le limitazioni dello stare decisiva).

precedente federale

A differenza degli stati, non esiste uno statuto di accoglienza plenaria a livello federale che ha continuato la common law e quindi ha concesso alle corti federali il potere di formulare precedenti legali come i loro predecessori inglesi. I tribunali federali sono esclusivamente creature della Costituzione federale e degli atti giudiziari federali. Tuttavia, è universalmente accettato che i Padri Fondatori degli Stati Uniti, conferendo potere giudiziario alla Corte Suprema e ai tribunali federali inferiori nell’articolo Tre della Costituzione degli Stati Uniti, abbiano conferito loro il potere giudiziario implicito dei tribunali di diritto comune di formulare precedente convincente. Questo potere è stato ampiamente accettato, compreso e riconosciuto dai Padri Fondatori al momento della ratifica della Costituzione.

Legge dello Stato

Il passare del tempo ha portato i tribunali e le legislature statali ad ampliare, annullare o modificare il diritto comune. Di conseguenza, le leggi di un dato stato differiscono invariabilmente dalle leggi dei suoi stati fratelli. Pertanto, per quanto riguarda la stragrande maggioranza dei settori del diritto tradizionalmente gestiti dagli Stati, gli Stati Uniti non possono essere classificati come aventi un unico sistema giuridico. Invece, deve essere considerato come 50 sistemi separati di diritto civile, diritto di famiglia, diritto patrimoniale, diritto contrattuale, diritto penale e così via. Naturalmente, le leggi dei diversi Stati entrano spesso in conflitto tra loro. In risposta, è stato sviluppato un corpus legislativo molto ampio per regolamentare il conflitto di leggi negli Stati Uniti.

Tutti gli stati hanno un ramo legislativo che emana statuti statali, un ramo esecutivo che promulga i regolamenti statali in base all’autorizzazione statutaria e un ramo giudiziario che applica, interpreta e, occasionalmente, ribalta statuti statali, regolamenti e ordinanze locali.

In alcuni stati, la codificazione è spesso trattata come una mera riaffermazione del diritto comune. Ciò si verifica nella misura in cui l’oggetto del particolare statuto in questione era coperto da un principio giurisprudenziale di diritto comune. I giudici sono liberi di interpretare liberamente i codici a meno che e fino a quando le loro interpretazioni non siano specificamente annullate dal legislatore. In altri stati esiste una tradizione di stretta aderenza al testo in chiaro dei codici.

Fonti primarie del diritto americano

Le fonti primarie del diritto americano sono: diritto costituzionale, diritto statutario, trattati, regolamenti amministrativi e common law.

OBIETTIVI FORMATIVI

Identificare le fonti del diritto federale e statale americano

PUNTI CHIAVE

Punti chiave

  • Laddove il Congresso emani uno statuto che è in conflitto con la Costituzione, la Corte Suprema può dichiarare tale legge incostituzionale e dichiararla invalida. Una legge non scompare automaticamente solo perché è stata dichiarata incostituzionale; uno statuto successivo deve cancellarlo.
  • Gli Stati Uniti e la maggior parte dei paesi del Commonwealth sono eredi della tradizione giuridica di common law del diritto inglese. Alcune pratiche tradizionalmente consentite dalla common law inglese sono state espressamente vietate dalla Costituzione, come i mandati di perquisizione generali.
  • I primi tribunali americani, anche dopo la Rivoluzione, spesso citavano casi inglesi contemporanei. Questo perché le decisioni di appello di molti tribunali americani non venivano regolarmente riportate fino alla metà del XIX secolo; avvocati e giudici hanno utilizzato materiale legale inglese per colmare il divario.
  • Il diritto straniero non è mai stato citato come precedente vincolante, ma semplicemente come un riflesso dei valori condivisi della civiltà anglo-americana o addirittura della civiltà occidentale in generale.
  • La maggior parte delle leggi statunitensi consiste principalmente in leggi statali, che possono variare notevolmente da uno stato all’altro.

Parole chiave

  • commonwealth : una forma di governo, chiamata per il concetto che tutto ciò che non è di proprietà di individui o gruppi specifici è di proprietà collettiva di tutti nell’unità governativa, al contrario di uno stato, in cui lo stato stesso possiede tali cose.

Sfondo

Negli Stati Uniti, la legge deriva da varie fonti. Queste fonti sono il diritto costituzionale, il diritto statutario, i trattati, i regolamenti amministrativi e il diritto comune. Sia a livello federale che statale, il diritto degli Stati Uniti era originariamente in gran parte derivato dal sistema di common law del diritto inglese, che era in vigore al tempo della guerra rivoluzionaria. Tuttavia, il diritto statunitense si è notevolmente discostato dal suo antenato inglese sia in termini di sostanza che di procedura, e ha incorporato una serie di innovazioni di diritto civile. Pertanto, la maggior parte del diritto degli Stati Uniti consiste principalmente in leggi statali, che possono variare notevolmente da uno stato all’altro.

Costituzionalità

Laddove il Congresso emani uno statuto che è in conflitto con la Costituzione, la Corte Suprema può dichiarare tale legge incostituzionale e dichiararla invalida. Una legge non scompare automaticamente solo perché è stata dichiarata incostituzionale; uno statuto successivo deve cancellarlo. Molti statuti federali e statali sono rimasti sui libri per decenni dopo essere stati dichiarati incostituzionali. Tuttavia, in base al principio dello stare decisis, nessun tribunale di grado inferiore sensato applicherà uno statuto incostituzionale e la Corte Suprema annullerà qualsiasi tribunale che lo faccia. Viceversa, qualsiasi tribunale che si rifiuti di far rispettare una legge costituzionale (laddove tale costituzionalità sia stata espressamente stabilita in casi precedenti) rischierà il rinvio da parte della Corte Suprema.

Common Law americana

In quanto tribunali di common law, i tribunali statunitensi hanno ereditato il principio dello stare decisis. I giudici americani, come altrove i giudici di common law, non solo applicano la legge, ma la fanno anche, nella misura in cui le loro decisioni nei casi precedenti diventano precedenti per decisioni in casi futuri.

La sostanza effettiva del diritto inglese è stata formalmente “ricevuta” negli Stati Uniti in diversi modi. In primo luogo, tutti gli stati degli Stati Uniti ad eccezione della Louisiana hanno emanato “statuti di accoglienza” che generalmente affermano che la common law dell’Inghilterra (in particolare la legge giudiziaria) è la legge dello stato nella misura in cui non è ripugnante al diritto interno o alle condizioni indigene. Alcuni statuti di accoglienza impongono una data limite specifica per la ricezione, come la data di fondazione di una colonia, mentre altri sono deliberatamente vaghi. Pertanto, i tribunali statunitensi contemporanei spesso citano casi pre-rivoluzione quando discutono l’evoluzione di un antico principio di common law fatto da giudici nella sua forma moderna, come l’elevato dovere di diligenza tradizionalmente imposto ai portatori comuni.

In secondo luogo, un piccolo numero di importanti statuti britannici in vigore all’epoca della Rivoluzione è stato rimesso in vigore indipendentemente dagli stati statunitensi. Due esempi che molti avvocati riconosceranno sono lo Statute of Frauds (ancora ampiamente conosciuto negli Stati Uniti con questo nome) e lo Statute of 13 Elizabeth (l’antenato dell’Uniform Fraudulent Transfers Act). Tali statuti inglesi sono ancora regolarmente citati in casi americani contemporanei interpretando i loro discendenti americani moderni.

Tuttavia, è importante comprendere che, nonostante la presenza di statuti sull’accoglienza, gran parte del diritto comune americano contemporaneo si è discostato in modo significativo dal diritto comune inglese. Il motivo è che sebbene i tribunali delle varie nazioni del Commonwealth siano spesso influenzati dalle reciproche decisioni, i tribunali americani raramente seguono le sentenze del Commonwealth successive alla Rivoluzione a meno che non ci sia una sentenza americana sul punto, i fatti e il diritto in questione sono quasi identici, e il il ragionamento è fortemente persuasivo.

All’inizio, i tribunali americani, anche dopo la Rivoluzione, citavano spesso casi inglesi contemporanei. Questo perché le decisioni di appello di molti tribunali americani non venivano regolarmente riportate fino alla metà del XIX secolo; avvocati e giudici, come creature abitudinarie, usavano materiale legale inglese per colmare il divario. Ma le citazioni a decisioni inglesi sono gradualmente scomparse nel corso del 19 °secolo in cui i tribunali americani svilupparono i propri principi per risolvere i problemi legali del popolo americano. Il numero di volumi pubblicati di rapporti americani salì da diciotto nel 1810 a oltre 8.000 nel 1910. Nel 1879, uno dei delegati alla convenzione costituzionale della California si stava già lamentando: “Ora, quando chiediamo loro di indicare le ragioni di una decisione, non intendiamo che scriveranno cento pagine di dettagli. [Noi] non intendiamo che includeranno i piccoli casi e imporranno al paese tutta questa bella letteratura giudiziaria, perché il Signore sa che ne abbiamo già abbastanza. ”

Oggi, nelle parole del professore di diritto di Stanford Lawrence Friedman: i casi americani raramente citano materiali stranieri. I tribunali citano occasionalmente uno o due classici britannici, un famoso vecchio caso o un cenno a Blackstone; ma l’attuale legislazione britannica non viene quasi mai menzionata. Il diritto straniero non è mai stato citato come precedente vincolante, ma semplicemente come un riflesso dei valori condivisi della civiltà anglo-americana o addirittura della civiltà occidentale in generale.

Diritto Civile e Diritto Penale

Il diritto penale è il corpo legislativo che si riferisce alla criminalità e il diritto civile si occupa delle controversie tra organizzazioni e individui.

OBIETTIVI FORMATIVI

Confrontare e contrastare il diritto civile con il diritto comune

PUNTI CHIAVE

Punti chiave

  • Gli obiettivi del diritto civile sono diversi da altri tipi di diritto. Nel diritto civile c’è il tentativo di riparare un torto, onorare un accordo o risolvere una controversia.
  • Il diritto penale è l’insieme del diritto che si riferisce al crimine. È l’insieme delle norme che definisce i comportamenti non consentiti in quanto ritenuti tali da minacciare, nuocere o mettere in pericolo l’incolumità e il benessere delle persone.
  • Nel diritto civile c’è il tentativo di riparare un torto, onorare un accordo o risolvere una controversia. Se c’è una vittima, ottiene un risarcimento e la persona che è la causa del torto paga, essendo questa una forma civile o un’alternativa legale alla vendetta.
  • Per i reati di benessere pubblico in cui lo stato sta punendo comportamenti meramente rischiosi (al contrario di quelli dannosi), c’è una significativa diversità tra i vari stati.

Parole chiave

  • equità : una tradizione giuridica che si occupa di rimedi diversi dall’agevolazione pecuniaria, come ingiunzioni, divorzi e azioni simili.
  • diritto penale : l’area del diritto che regola la condotta sociale, vieta di minacciare, danneggiare o mettere in altro modo in pericolo la salute, la sicurezza e il benessere morale delle persone e punisce le persone che violano queste leggi
  • incarcerazione : l’atto di confinamento, o lo stato di essere confinato; reclusione.

Sfondo

Il diritto penale è l’insieme del diritto che si riferisce al crimine. È l’insieme delle norme che definisce i comportamenti non consentiti in quanto ritenuti tali da minacciare, nuocere o mettere in pericolo l’incolumità e il benessere delle persone. Il diritto penale stabilisce anche la punizione da infliggere alle persone che non obbediscono a queste leggi. Il diritto penale differisce dal diritto civile, la cui enfasi è più sulla risoluzione delle controversie che sulla punizione.

Il diritto civile è la branca del diritto che si occupa delle controversie tra individui o organizzazioni, in cui può essere concesso un risarcimento alla vittima. Ad esempio, se una vittima di un incidente d’auto richiede danni al conducente per perdite o lesioni subite in un incidente, questo sarà un caso di diritto civile. Il diritto civile differisce dal diritto penale, che enfatizza la punizione piuttosto che la risoluzione delle controversie. La legge relativa agli illeciti civili e ai quasi-contratti fa parte del diritto civile.

Diritto civile contro diritto penale

Gli obiettivi del diritto civile sono diversi da altri tipi di diritto. Nel diritto civile c’è il tentativo di riparare un torto, onorare un accordo o risolvere una controversia. Se c’è una vittima, ottiene un risarcimento e la persona che è la causa del torto paga, essendo questa una forma civile o un’alternativa legale alla vendetta. Se si tratta di equità, spesso esiste una torta per la divisione e un processo di diritto civile che la assegna. Nel diritto pubblico l’obiettivo è solitamente la deterrenza e la retribuzione.

Un’azione di diritto penale non preclude necessariamente un’azione di diritto civile nei paesi di common law e può fornire un meccanismo di risarcimento alle vittime di reato. Tale situazione si è verificata quando OJ Simpson è stato condannato a risarcire i danni per omicidio colposo dopo essere stato assolto dall’accusa di omicidio.

Il diritto penale prevede la persecuzione da parte dello Stato di atti illeciti, ritenuti così gravi da violare la pace del sovrano (e non possono essere dissuasi o sanati da mere cause tra privati). In genere, i crimini possono portare all’incarcerazione, ma gli illeciti (vedi sotto) no. La maggior parte dei crimini commessi negli Stati Uniti è perseguita e punita a livello statale. Il diritto penale federale si concentra su aree specificamente rilevanti per il governo federale come l’evasione del pagamento dell’imposta federale sul reddito, il furto della posta o gli attacchi fisici a funzionari federali, nonché i crimini interstatali come il traffico di droga e le frodi telematiche.

Tutti gli stati hanno leggi in qualche modo simili per quanto riguarda i “crimini superiori” (o crimini), come l’omicidio e lo stupro, sebbene le sanzioni per questi crimini possano variare da stato a stato. La pena capitale è consentita in alcuni stati ma non in altri. Le leggi sui tre scioperi in alcuni stati impongono pene severe ai recidivi.

Alcuni stati distinguono due livelli: crimini e delitti (crimini minori). In genere, la maggior parte delle condanne per reati comporta lunghe condanne al carcere, nonché la successiva libertà vigilata, multe salate e ordini di risarcimento direttamente alle vittime; mentre i reati possono portare a un anno o meno di carcere e una multa sostanziale. Per semplificare il perseguimento delle violazioni del codice stradale e di altri reati relativamente minori, alcuni stati hanno aggiunto un terzo livello, le infrazioni. Questi possono comportare multe e talvolta la perdita della patente di guida, ma non il carcere.

Per i reati di benessere pubblico in cui lo stato sta punendo comportamenti meramente rischiosi (al contrario di quelli dannosi), c’è una significativa diversità tra i vari stati. Ad esempio, le punizioni per la guida in stato di ebbrezza variavano notevolmente prima del 1990. Le leggi statali che si occupano di reati di droga variano ancora ampiamente, con alcuni stati che considerano il possesso di piccole quantità di droghe come un reato minore o come un problema medico e altri che classificano lo stesso reato come un reato grave.

La legge della maggior parte degli stati si basa sulla common law dell’Inghilterra; l’eccezione degna di nota è la Louisiana. Gran parte del diritto della Louisiana deriva dal diritto civile francese e spagnolo, che deriva dalla sua storia come colonia sia di Francia che di Spagna. Porto Rico, un’ex colonia spagnola, è anche una giurisdizione di diritto civile degli Stati Uniti. Tuttavia, il diritto penale di entrambe le giurisdizioni è stato necessariamente modificato da influenze di common law e dalla supremazia della Costituzione federale. Molti stati del sud-ovest che erano originariamente territorio messicano hanno ereditato diverse caratteristiche uniche dal diritto civile che governava quando facevano parte del Messico. Questi stati includono Arizona, California, Nevada, New Mexico e Texas.

Immagine

Codice Penale della California : Il Codice Penale della California, la codificazione del diritto e della procedura penale nello stato americano della California.

Requisiti giudiziari di base

Nel sistema giudiziario ogni posizione all’interno del governo federale, statale e locale ha diversi tipi di requisiti.

OBIETTIVI FORMATIVI

Identificare il tipo e la struttura dei tribunali che compongono il sistema giudiziario federale degli Stati Uniti

PUNTI CHIAVE

Punti chiave

  • Nella legislazione federale, i regolamenti che disciplinano i “tribunali degli Stati Uniti” si riferiscono solo ai tribunali del governo degli Stati Uniti e non ai tribunali dei singoli stati.
  • I tribunali statali possono avere nomi e organizzazione diversi; i tribunali di primo grado possono essere chiamati tribunali di appello comune e corti d’appello “tribunali superiori” o tribunali del Commonwealth.
  • Il sistema giudiziario federale degli Stati Uniti esamina casi che coinvolgono parti in causa di due o più stati, violazioni delle leggi federali, dei trattati e della Costituzione, dell’ammiragliato, del fallimento e delle questioni correlate. In pratica, circa l’80% delle cause è civile e il 20% penale.
  • I tribunali federali non possono decidere ogni caso che capita loro davanti. Affinché un tribunale distrettuale possa avviare una causa, il Congresso deve prima concedere al tribunale la giurisdizione in materia sul tipo di controversia in questione.
  • Oltre alla loro giurisdizione originaria, i tribunali distrettuali hanno giurisdizione di appello su una classe molto limitata di sentenze, ordinanze e decreti.
  • Una sentenza definitiva di un tribunale distrettuale in una causa civile o penale può essere impugnata dinanzi alla corte d’appello degli Stati Uniti nel circuito giudiziario federale in cui si trova la corte distrettuale, ad eccezione di alcune decisioni della corte distrettuale relative a brevetti e altre importa.

Parole chiave

  • appello : (a) una domanda per la rimozione di una causa o causa da un giudice o tribunale inferiore a superiore per il riesame o la revisione. (b) Il modo di procedere con cui viene effettuata tale rimozione. (c) Il diritto di ricorso. (d) un’accusa; un processo che in precedenza poteva essere avviato da un privato contro un altro per un delitto efferato che esigeva la punizione per la particolare lesione subita, piuttosto che per il reato contro il pubblico. (e) Un’accusa di un criminale di diritto comune da parte di uno dei suoi complici, il quale complice è stato poi chiamato approvatore.
  • giurisdizione originaria : il potere di un tribunale di esaminare una causa per la prima volta

Sfondo

Nella legislazione federale, i regolamenti che disciplinano i “tribunali degli Stati Uniti” si riferiscono solo ai tribunali del governo degli Stati Uniti e non ai tribunali dei singoli stati. A causa delle basi federaliste della divisione tra governo federale e governo statale, i vari sistemi giudiziari statali sono liberi di operare in modi che variano ampiamente da quelli del governo federale e l’uno dall’altro. In pratica, tuttavia, ogni stato ha adottato una divisione della sua magistratura in almeno due livelli, e quasi ogni stato ha tre livelli, con tribunali che esaminano casi che possono essere esaminati da corti d’appello e infine da una corte suprema dello stato. Alcuni stati hanno due corti supreme separate, con una competente in materia civile e l’altra che esamina i casi penali. I tribunali statali possono avere nomi e organizzazione diversi; i tribunali di primo grado possono essere chiamati “tribunali di appello comune” e corti d’appello “corti superiori” o “tribunali del Commonwealth”. ” I tribunali statali ascoltano circa il 98% delle controversie; la maggior parte degli stati ha tribunali con giurisdizione speciale, che in genere gestiscono controversie minori come citazioni sul traffico e tribunali con giurisdizione generale, che gestiscono controversie più gravi.

Il sistema giudiziario federale degli Stati Uniti esamina casi che coinvolgono parti in causa di due o più stati, violazioni delle leggi federali, dei trattati e della Costituzione, dell’ammiragliato, del fallimento e delle questioni correlate. In pratica, circa l’80% delle cause è civile e il 20% penale. Le cause civili spesso riguardano diritti civili, brevetti e previdenza sociale mentre le cause penali riguardano frode fiscale, rapina, contraffazione e reati di droga. I tribunali di prova sono i tribunali distrettuali statunitensi, seguiti dalle corti d’appello degli Stati Uniti e poi dalla Corte suprema degli Stati Uniti. Il sistema giudiziario, sia statale che federale, inizia con un tribunale di primo grado, il cui lavoro può essere rivisto da una corte d’appello, e poi termina con il tribunale di ultima istanza, che può rivedere l’operato dei tribunali di grado inferiore.

Giurisdizione

A differenza di alcuni tribunali statali, il potere dei tribunali federali di esaminare casi e controversie è strettamente limitato. I tribunali federali non possono decidere tutti i casi che si presentano davanti a loro. Affinché un tribunale distrettuale possa avviare una causa, il Congresso deve prima concedere al tribunale la giurisdizione in materia sul tipo di controversia in questione. Sebbene il Congresso possa teoricamente estendere la competenza in materia dei tribunali federali ai limiti esterni descritti nell’articolo III della Costituzione, ha sempre scelto di conferire ai tribunali un potere un po’ più ristretto.

Per la maggior parte di questi casi, la giurisdizione dei tribunali distrettuali federali è concorrente con quella dei tribunali statali. In altre parole, un querelante può scegliere di portare questi casi in un tribunale distrettuale federale o in un tribunale statale. Il Congresso ha stabilito una procedura in base alla quale una parte, in genere l’imputato, può trasferire un caso dal tribunale statale al tribunale federale, a condizione che anche il tribunale federale abbia giurisdizione originale sulla questione. Controversie per violazione di brevetti e diritti d’autore e azioni penali per reati federali, la giurisdizione dei tribunali distrettuali è esclusiva di quella dei tribunali statali.

Immagine

Mappa della Corte d’Appello e della Corte Distrettuale degli Stati Uniti : Le Corti d’Appello, ad eccezione di una, sono divise in regioni geografiche note come circuiti che ascoltano gli appelli dei tribunali distrettuali all’interno della regione.

Avvocati

Per rappresentare una parte in una causa in un tribunale distrettuale, una persona deve essere un avvocato e generalmente deve essere ammessa all’avvocatura di quel particolare tribunale. Gli Stati Uniti di solito non hanno un esame di avvocato separato per la pratica federale (tranne per quanto riguarda la pratica dei brevetti davanti all’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti). L’ammissione all’avvocatura di un tribunale distrettuale è generalmente concessa di regola a qualsiasi avvocato abilitato all’esercizio della professione forense nello stato in cui ha sede il tribunale distrettuale. Molti tribunali distrettuali consentono anche a un avvocato che è stato ammesso e rimane un membro attivo in regola di qualsiasi stato, territorio o avvocato del Distretto di Columbia di diventare membro. L’avvocato presenta la domanda a pagamento e presta giuramento di ammissione.

Diversi tribunali distrettuali richiedono agli avvocati che chiedono l’ammissione ai loro ordini di sostenere un ulteriore esame di avvocato sulla legge federale, tra cui: il distretto meridionale dell’Ohio, il distretto settentrionale della Florida e il distretto di Porto Rico.

ricorsi

In genere, una sentenza definitiva di un tribunale distrettuale in materia civile o penale può essere impugnata dinanzi alla corte d’appello degli Stati Uniti nel circuito giudiziario federale in cui si trova la corte distrettuale, ad eccezione di alcune decisioni della corte distrettuale relative a brevetti e certe altre questioni specialistiche devono invece essere appellate alla Corte d’Appello degli Stati Uniti per il Circuito Federale, e in pochissimi casi l’appello può essere portato direttamente alla Corte Suprema degli Stati Uniti.

 

%d bloggers like this: