gq-heroes,-il-primo-il-festival-digitale-delle-passioni

GQ Heroes, il primo Il festival digitale delle passioni

GQ lancia una nuova iniziativa editoriale: l’evento digitale GQ Heroes. È un Festival delle Passioni, in cui 32 ambasciatori di valori ragioneranno su quattro temi fondanti della manifestazione: Etica, Estetica, Creatività, Stile.

GQ ha elaborato una piattaforma tridimensionale che verrà svelata il 23 e il 24 giugno su gqheroes.gqitalia.it e resterà online fino al 31 luglio. I lettori potranno navigare in un giardino delle idee, entrare nei padiglioni, interagire con la ricchezza dei contenuti che GQ ha elaborato attraverso talk, interviste, dibattiti, con il contributo di scrittori, artisti, sportivi, musicisti, fotografi, imprenditori, designer e attori, che condivideranno esperienze e pensieri.

Concept e contenuti dell’edizione italiana di GQ Heroes portano la firma del direttore Giovanni Audiffredi che racconta: «Questo appuntamento è la nostra risposta a un bisogno di condivisione che lettori e users digitali esprimono ogni giorno sulle properties di GQ. Abbiamo attivato la comunità di liberi pensatori che condividono con noi il bisogno di una riflessione per orientarsi in una società che sta mutando tutti i suoi paradigmi. È un regalo che facciamo con il desiderio di arricchire e ispirare un nuovo vocabolario, nuovi comportamenti, allargando gli orizzonti culturali».

Al palinsesto del GQ Heroes parteciperanno: Ambra Angiolini, Gli Autogol, Jonathan Bazzi, Cristiana Capotondi, Stefano Collicelli Cagol, Marco D’Amore, Oscar di Montigny, Haroun Fall, Fedez, Anna Franceschini, Maki Galimberti, Massimo Giorgetti, Irama, Davide Lunardelli, Mara Maionchi, Daniele Maver, Reinhold Messner, Sergio Momo, Motta, Pasquale Junior Natuzzi, Alessio Pellizzoni, Daniel Riera, Johan Sandberg, Alessandro Sartori, Jack Savoretti, Daniela Scattolin, Sillysissi, Max Sirena, Davide Stucchi, Stefania Tarenzi, Tarin e Luca Trevisani.

L’evento è reso possibile anche grazie al supporto di alcuni partner: Land Rover, Montblanc, Natuzzi Italia, Xerjoff, Xiaomi.

Da sempre, avventura e agilità fanno parte del Dna di Land Rover, azienda che si è trasformata negli anni in una casa automobilistica di lusso, che con i suoi valori di robustezza, integrità e capacità di andare dappertutto non rinuncia al comfort. E senza dimenticare l’attenzione all’ambiente e l’impegno umanitario. Durante GQ Heroes, Daniele Maver, presidente Jaguar Land Rover Italia, sarà infatti protagonista di un talk in cui spiegherà come si coniuga la passione per la potenza e per l’inarrestabilità con la vocazione ad aiutare il prossimo. GQ Italia e Land Rover si uniscono quindi per raccontare un grande valore: l’Etica.

L’Everest in solitaria e senza bombole, le 14 vette sopra gli 8.000 metri, l’Antartide a piedi: Reinhold Messner è l’uomo delle sfide oltre ogni limite umano conosciuto. Le sue imprese, la passione, la vocazione e i principi che lo guidano, lo rendono un esempio per tutti, un eroe dei nostri tempi, a cui rivolgersi e ispirarsi. Per questa ragione, e per omaggiare la traversata del deserto del Gobi del 2004, Montblanc gli ha dedicato il nuovo Montblanc 1858 Geosphere in edizione limitata. E per lo stesso motivo, sarà ospite di GQ Heroes per parlare di impegno, realizzazione e successo personale.

Fondata nel 1959 da Pasquale Natuzzi, Natuzzi è uno dei principali brand di design Made in Italy, noto in tutto il mondo per i suoi arredi e la sua idea di comfort. Sotto la direzione creativa di Pasquale Junior Natuzzi, negli ultimi anni ha rafforzato la collaborazione con designer di fama internazionale per la progettazione delle nuove collezioni. Ospite dell’evento, Pasquale Junior Natuzzi parlerà proprio di come si rinnova lo stile di un brand affermato come Natuzzi Italia, senza tradirne l’eredità e l’identità. L’azienda sta sviluppando le sue collezioni sulla base di una miscela di esperienze e approcci progettuali differenti. Un mix e una filosofia che si trovano anche alle base di GQ Heroes in cui voci e personaggi diversi contribuiranno ad arricchire la nostra visione del presente e ispirarci con le loro azioni nel quotidiano.

Da una passione di famiglia a brand di nicchia della profumeria artistica di alta gamma: la storia del brand Xerjoff inizia nel 2005 a Torino da una felice intuizione di Sergio Momo, CEO e direttore creativo. Di formazione designer, Momo ha trasferito le sue molteplici competenze creative nello sviluppo del marchio. Ed è proprio questo il tema che Sergio Momo affronterà: come si costruisce l’estetica e l’identità di un profumo e come si innova in un settore fortemente competitivo.

L’identità e la storia di Xerjoff toccano alcuni temi affrontati proprio da GQ Heroes – quelli delle passioni, della ricerca del bello e dell’innovazione.

Fondata nel 2010, Xiaomi è oggi il terzo brand di smartphone a livello globale. L’obiettivo dell’azienda è rendere la tecnologia accessibile e utilizzarla per migliorare la vita delle persone. Un approccio che si sposa a questo appuntamento, che con il contributo degli eroi contemporanei, si interroga sul ruolo dell’etica oggi, su come accogliere le diversità e come rendere la società più inclusiva. Durante il festival, Davide Lunardelli, Head of Marketing di Xiaomi Italia, discuterà con Haroun Fall, uno dei protagonisti di Zero, serie originale Netflix, di come superare i limiti con la creatività e la tecnologia.

%d bloggers like this: