grave-lutto-nel-cinema,-addio-a-un-volto-di-hollywood:-lascia-un-vuoto-dentro

Grave lutto nel cinema, addio a un volto di Hollywood: lascia un vuoto dentro

Il cinema piange l’attore americano che sfiorò l’Oscar con “Quinto Potere”: è morto per cause naturali, aveva 83 anni.

Ned Beatty

Classe 1937, era nato a Louisville, nel Kentucky. Il suo debutto nel mondo dello spettacolo appena 19enne con il tour “Wilderness Road”. Il teatro è la sua vera vocazione tanto da conquistare in pochi anni parti sempre più complesse e articolate.

È il caso del ruolo di Willy Loman nel dramma di Arthur Miller “Morte di un commesso viaggiatore” e quello di Big Daddy Pollitt in “La gatta sul tetto che scotta” di Tennessee Williams, dove recitò accanto a Brendan Fraser e Frances O’ Connor.

Con lui se ne va un pezzo di storia del grande cinema americano, occhi espressivi e volto bonario che ha caratterizzato tutte le sue pellicole. A dare la notizia della sua scomparsa è stata la figlia Blossom Beatty tramite il “The Hollywood Reporter”.

Addio a Ned Beatty: il cinema piange la sua scomparsa

Sembra che l’attore sia morto domenica 13 giugno per cause naturali nella sua casa di Los Angeles. Aveva 83 anni.

Ned Beatty, Who Made Quite the First Impression in ‘Deliverance,’ Dies at 83 (Report) https://t.co/sIwh4JfGE6

— The Hollywood Reporter (@THR) June 13, 2021

Lo ricordiamo al cinema nel 1972 con “Un tranquillo week-end di paura” e in “Quinto potere” dove venne candidato all’Oscar. La sua voce venne usata anche nel doppiaggio dell’orso di peluche Lotso in “Toy Story 3 – La grande fuga” (2010).

LEGGI ANCHE —> “E’ lei…”, Denise Pipitone, annuncio dopo le verifiche: la FOTO della svolta

LEGGI ANCHE —> Lutto familiare, muore il papà del nucleo più allargato di sempre: che record

Piccoli ruoli per lui anche in “Celebrity”, “La signora in giallo”, “Alfred Hitchcock presenta”, “Autostop per il cielo”, “Cuori al Golden Palace”, “Pappa e ciccia”, “Csi – Scena del crimine”, “Law & Order – I due volti della giustizia”.

Ned si sposò quattro volte, l’ultima moglie era Sandra Johnson con cui convolò a nozze il 20 novembre 1999. Era padre di ben 8 figli e svariati nipoti. Molti i messaggi di cordoglio giunti da colleghi alla famiglia negli ultimi giorni, la sua scomparsa lascia un grande vuoto.

%d bloggers like this: