Guida alla cotoletta perfetta: I 5 trucchi da seguire. “Seguite la regola delle tre passate”

guida-alla-cotoletta-perfetta:-i-5-trucchi-da-seguire.-“seguite-la-regola-delle-tre-passate”


La cotoletta è un piatto amato da tutti, grandi e piccini. Ne esistono numerose varianti sia italiane che straniere e addirittura ormai, le fanno anche vegane, vegetariane o di pesce. Insomma ci sono tante versioni di questo piatto davvero saporito ma esistono delle tecniche per farla perfetta in qualsiasi modo tu voglia prepararla. Vediamo insieme la piccola guida alla cotoletta perfetta

1 Cotoletta alla Milanese
2 Cotoletta alla Bolognese
3 Cotoletta alla Marescialla (Sicilia)
4 Cotoletta Palermitana

Come si fa una cotoletta perfetta? Ecco la guida

La carne giusta: la prima cosa da fare per preparare una cotoletta perfetta è scegliere la carne giusta. E’ sicuramente da preferire il vitello, facendosi dare la fetta che andremo a utilizzare dalla lombata. Meglio ancora se presente l’osso che da ancora più sapore ed è indispensabile se si vuole preparare la cotoletta alla milanese. La fetta inoltre non deve essere troppo sottile e, contrariamente a ciò che molti sostengono, non va battuta prima della cottura.

Impanatura: Per una cotoletta perfetta l’impanatura è fondamentale. A differenza di quanto sostengano molti la vera panatura prevede solo l’utilizzo di uova e pan grattato. Non c’è bisogno di usare spezie, e neanche sale e pepe, per non parlare della farina che andrebbe solo a staccare la panatura dalla fetta. Il segreto invece è quello di impanarla più volte nell’uovo e nel pan grattato, tre volte sarebbe il numero ideale ma c’è anche chi ripete questa operazione fino a 4 volte.

La Frittura: Una volta scelta la carne e impanata alla perfezione, bisogna fare attenzione anche alla frittura. Innanzitutto bisogna scegliere l’olio per friggere adatto, nella versione classica è usato il burro ma per farla ancora più croccante va benissimo utilizzare anche un olio con un alto punto di fumo. Gli oli che hanno questa qualità sono due: l’olio extra vergine di oliva e quello di arachide che a differenza del primo non va a coprire il sapore dell’alimento che andiamo a friggere quindi è da preferire. Ma se in casa avete quello d’oliva, friggete in questo senza alcun problema. Fondamentale è che di olio ce ne sia in abbondanza perchè quando metteremo le nostre fettine nella padella, la temperatura tenderà a scendere e la panatura andrebbe a perdere croccantezza.

Dove friggere la cotoletta: Altro aspetto importante è dove friggere. L’ideale sarebbe una friggitrice Ima se non l’avete potete usare una padella di ferro, che permette un riscaldamento dell’olio più graduale. la padella deve essere bassa e larha con bordi dritti. Se non avete quella di ferro va bene anche d’acciaio. Importante è non mettere troppe cotolette insieme in cottura. Se infatti ne mettiamo poche alla volte la temperatura dell’olio resterà più costante.. Ultima nota importante: se notate che l’olio nella padella si è annerito, sostituitelo e non ne aggiungete altro sopra.

Salse e contorni: Una volta pronta la nostra cotoletta, cosa può andarci bene vicino e come condirla? La cotoletta può essere condita con dell’ottima salsa allo yogurt e cetrioli o con della buonissima maionese speziata  molto facile e veloce da preparare, condendo anche la classica maionese da supermercato. In estate, invece come contorno è perfetto l’abbinamento con le zucchine alla scapace ( provate la ricetta delle zucchine alla scapece di Bruno Barbieri) . Un contorno ottimale per le cotolette sono anche le patate, provate quelle apparecchiate alla siciliana saranno perfette! 

cotoletta

Guida alla cotoletta perfetta: I 5 trucchi da seguire. “Seguite la regola delle tre passate” scritto su Più Ricette da Redazione.

0 comments on “Guida alla cotoletta perfetta: I 5 trucchi da seguire. “Seguite la regola delle tre passate”

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: