i-gruppi-di-avvistamenti-ufo-sui-social-network-visti-dall’interno

I gruppi di avvistamenti Ufo sui social network visti dall’interno

Negli Stati Uniti la pubblicazione del report su Ufo e Uap (Unidentified Aerial Phenomena, fenomeni aerei non identificati) da parte del Pentagono lo scorso giugno ha deluso chi sperava in una conferma ufficiale dell’esistenza degli alieni. Il documento ha comunque dato il via a una rinnovata Ufo-mania che sta conquistando i social. Facebook, Twitter e in particolare il sempre più utilizzato Reddit hanno visto incrementare notevolmente i contenuti in stile X-Files negli ultimi tempi. Il rischio di incontrare fake news in un ambito come quello degli oggetti volanti non identificati è ancora più alto che altrove, ma ciò non sembra scoraggiare chi è alla ricerca di notizie sugli alieni tramite il web.

I gruppi su Reddit

Ogni settimana, gli amministratori del gruppo r/Ufos sul sito Reddit aprono una sezione dedicata ai presunti avvistamenti di oggetti volanti non identificati negli ultimi sette giorni. In questo modo i 484mila iscritti possono postare filmati e foto che secondo loro rappresentano degli Ufo. Alcuni membri descrivono episodi recenti che hanno fatto loro credere di aver assistito a un incontro ravvicinato con degli extraterrestri.

Posizione: Whitelees Windfarm, Eaglesham, Scozia. Ieri 13 settembre alle 18. Ho visto vari globi che brillavano volare in formazione. Erano a coppie di due – scrive un utente allegando delle immagini -. Stavo scattando foto ai mulini a vento mentre portavo a spasso il cane e all’inizio non li ho visti. Ma li ho notati dopo aver scattato un paio di foto. Non so cosa siano. Le immagini sono ingrandite quindi non sono eccezionali ma erano completamente rotondi e brillavano al sole. C’era un elicottero che volteggiava sopra di loro poco prima che li vedessi. Qualche idea su cosa potrebbero essere?

I moderatori di r/Ufos (come tutti gli altri subreddit, ogni “stanza” del sito ha degli amministratori impegnati a far sì che il comportamento degli iscritti resti civile) impongono ai seguaci delle regole severe per postare i loro presunti avvistamenti. Deve essere indicata la data e l’ora, sono vietati i meme e i contenuti ironici, chi carica materiale deve spiegare cosa è successo prima e dopo l’avvenimento. Misure necessarie per mantenere la conversazione sui binari. Fra i 130 commenti ricevuti riguardo l’avvistamento in Scozia, a dominare è l’idea che si tratti di una coppia di droni.

I moderatori del gruppo si preoccupano di far sì che le discussioni restino oggettive e hanno imposto un sistema per evitare che vengano postati racconti e video facilmente verificabili come non Ufo. Nei casi più eclatanti, come quello di un video girato a Big Bear Lake in California in cui si vede una luce muoversi a velocità inusuale e che ha ottenuto 22mila like e circa tremila commenti, i moderatori si impegnano a far visionare il materiale a esperti e a sottoporlo alle autorità. In particolare il subreddit collabora con le associazioni Narcap (National Aviation Reporting Center On Anomalous Phenomena, un sito in cui i piloti possono sottoporre anonimamente i propri avvistamenti di Ufo) e Nuforc (National Ufo Reporting Center) che possono contare su studiosi in grado di riconoscere l’attendibilità dei fenomeni.

Eppure, sono spesso gli stessi utenti a trovare una risposta, anche quando si tratta di video realizzati da militari. Analizzando un filmato del 2004 registrato in Cile, nel quale quattro luci si muovono a velocità intermittente davanti a un aereo militare, i commenti concordano che si tratti di fiamme provenienti da una piattaforma petrolifera.

Le indagini su Twitter

Il gruppo di Reddit non è l’unico luogo di ritrovo sui social per parlare di avvistamenti. Sugli altri social network però, il rischio di incappare in storie fantasiose e cospirazioni è più alto e in crescita. Su Twitter uno degli account di riferimento è Ufo Sightings & News che non solo ospita i video degli utenti, ma indaga anche su episodi del passato. I 90mila followers possono leggere e contribuire ad analizzare i presunti avvistamenti più misteriosi come quello di Lakenheath, in Inghilterra, avvenuto il 4 agosto 1956.

Si tratta di un presunto avvistamento tracciato da tre sistemi radar di terra diversi. Un’ulteriore conferma è arrivata da un radar aereo e dal personale di due torri di controllo. Un episodio che anche gli esperti di oggi non riescono a decifrare e che ricorda altri 120 fenomeni aerei non identificati presenti nel documento dell’intelligence statunitense. Per questi avvenimenti, il Pentagono afferma che non ci sono prove di tecnologia aliena, ma che non è in grado di spiegare le traiettorie, le accelerazioni o le dinamiche di volo. Una porta aperta che ha dato linfa alla nuova Ufo-mania.

Un’altra fonte su Twitter è Mutual Ufo Network che appartiene all’organizzazione non-profit americana Mufon dedicata proprio allo studio di questi fenomeni. Grazie ai suoi 100mila follower e a una newsletter aggiornata con i vari avvistamenti dal mondo, che decine di volontari recuperano setacciando centinaia di rapporti.

Il progetto di Harvard

In questo revival di attenzione, acquisisce rilevanza l’iniziativa di Avi Loeb, professore di fisica ad Harvard, che ha lanciato nelle scorse settimane il progetto Galileo – così chiamato in onore del noto scienziato italiano – che studierà i fenomeni inspiegabili in cielo: “L’obiettivo del progetto Galileo è portare la ricerca di civiltà tecnologiche extraterrestri da osservazioni e leggende accidentali o aneddotiche al settore mainstream della ricerca scientifica trasparente, convalidata e sistematica. Questo progetto cerca oggetti fisici e segnali elettromagnetici associati ad apparecchiature tecnologiche extraterrestri”.

 

The post I gruppi di avvistamenti Ufo sui social network visti dall’interno appeared first on Wired.

%d bloggers like this: