MUSICA

IL CANTAUTORE A DOMICILIO Giulio Voce approda nella meravigliosa Puglia

Il cantautore romano Giulio Voce ha da qualche giorno lasciato la terra di Puglia per approdare in nuovi porti che hanno accolto, a vele gonfie, l’invito al format #cantautoreadomicilio.
Portare la musica nelle case degli italiani, barattare la magia e la fantasia con l’accoglienza; questi gli ingredienti di un progetto che lega l’umanità all’arte.

Il cantautore, forgiato dalla fascinazione della voce del mare, non poteva esimersi dal riesumare quel retrogusto legato all’antica Grecia: la xenia, vale a dire, quell’azione “sacra” che consisteva nel rispetto reciproco tra ospitante e ospite fondata su un baratto fatto di regali. Così Giulio Voce regala la sua musica a chi concede uno spazio per realizzare il suo progetto che, come ambizione ha quella di non fermare la musica.

Il fil rouge che lega Voce al mondo greco è dettato da un legame profondo con la figura di Odisseo e, non a caso, nell’Odissea l’eroe protagonista si trova più volte nella condizione dello straniero che chiede ospitalità. Un percorso, quello di Voce, fatto di echi e richiami pronto a trasfigurare la routine e la banalità in attimi di poesia estrema.

Dopo la data agli Studios di via Tiburtina in Roma, il tour ha avuto come primo porto la soleggiata e allegra Puglia, terra popolata da leggende e fascinazioni. Terra bagnata dal mare e raccontata dai raggi del sole cocente.
Una settimana di concerti in forma privata nei territori di Martina Franca e Locorotondo nei quali ha avuto modo di illustrare, chiaramente, la brillantezza del suo cantautorato: tra sirene, sguardi proibiti, ballate al chiaro di luna; la penna intrisa di salsedine è diventata mentore per impavidi ascoltatori.

Il tour a domicilio ha avuto come location preziosi scrigni culturali: in primis il “Giardino del Melograno” che ha avuto come gran cerimoniere la brillante Teresa Gentile. Presso lo storico Palazzo Recupero di Martina Franca, Cinzia Cofano e Antonio Vinci hanno reso possibile una performance guidata dall’intimità e l’accoglienza che ha riscosso un particolare successo. In un giardino raccolto, pieno di curiosi e vivaci spettatori, ha preso vita l’appuntamento presso il Caffè Il Giglio di Martina Franca mentre il tramonto si spegneva nei sorrisi degli ascoltatori.

Il tour pugliese si è concluso a Locorotondo presso la Libreria L’Angolo Retto di Paolo Giacovelli; in una stradina piena di gente accumunata dalla curiosità e dalla voglia di lasciarsi andare alla musica, le scrittrici Ermelinda Prete e Rosa Elenia Stravato hanno avuto modo di raccontare l’excursus musicale e umano del cantautore pirata accompagnato dal basista Luca Branella.

Il tour che sta proseguendo a vele spiegate farà tappa ad Ancona e in altri luoghi della Penisola. Chiunque fosse interessato ad avere informazioni o aderire alla chiamata della ciurma può mandare una mail a giuliovocepressoffice@gmail.com.
E mentre la Jolie Rouge continua a sventolare, il cantautore pirata, è pronto a salpare verso nuovi orizzonti ma con la promessa di tornare nella bella Puglia.

Leave a Reply

%d bloggers like this: