cronaca

Il modellino Tamiya che è diventato un’auto elettrica vera

Ecco la versione a dimensioni “umane” della famosa Buggy radiocomandata Wild One Max

La Tamiya è un’azienda giapponese di modellismo e produce kit di costruzione di modelli (radiocomandati e non) aeronautici, marini e automobilistici. Tra i loro prodotti più conosciuti ci sono sicuramente le Buggy, che negli anni ’80-’90 erano tra i veicoli più richiesti. La Tamiya Wild One Max del 1985 (nel 2012 è stata realizzata una riedizione) può essere considerato a tutti gli effetti uno dei loro modelli più iconici. Grazie a un accordo con l’azienda specializzata The Little Car Company, il prossimo anno tutti gli appassionati della compagnia giapponese potranno coronare il sogno di guidare una Wild One a grandezza naturale. La società, famosa per avere creato la Bugatti Baby II, ne realizzerà quindi una trasposizione a grandezza naturale, chiaramente dotata di motore elettrico. Verranno proposte al pubblico versioni con motori di differente potenza.

Tamiya Wild One

Dall’abitacolo, dotato di sedili sportivi, il conducente può azionare lo sterzo, i freni della Brembo e la trasmissione completamente elettrica, che avrà una potenza di 5,4 cavalli, in grado di spingerla fino a 40 km/h. Al momento non sono state diffuse le specifiche delle varianti più potenti. La Tamiya Wild One, proprio come il modello originale, sarà comunque dotata di sospensioni indipendenti e di pneumatici da 15 pollici specifici per il fuoristrada. Il “peso piuma” di 250 kg l’aiuterà a garantire un’autonomia adeguata. La Wild One Max sarà proposta al pubblico a 8.360 dollari.

Potrebbe interessarti anche

0 comments on “Il modellino Tamiya che è diventato un’auto elettrica vera

Leave a Reply

%d bloggers like this: