Sanità

“Imparare dalle situazioni ed esperienze più difficili”, oggi interessante webinar sulla sicurezza in sanità.

“imparare-dalle-situazioni-ed-esperienze-piu-difficili”,-oggi-interessante-webinar-sulla-sicurezza-in-sanita.

La FNO TSRM e PSTRP con la società SIMEDET organizzano un webinar per condividere insieme le “lezioni apprese” (lesson learned) per garantire cure sicure e di qualità durante la pandemia.

Oggi, martedì 8 giugno, sulla piattaforma online “Gutenberg sicurezza in sanità” si svolgerà, dalle 14:00 alle 18:00, un webinar organizzato dal gruppo “GReSS” (Gestione del Rischio e Sicurezza in Sanità) (https://www.tsrm.org/index.php/gestione-del-rischio-e-sicurezza-in-sanita/) della FNO TSRM e PSTRP in collaborazione con la società SIMEDET (https://simedet.eu/): “sicurezza delle cure e dei professionisti sanitari FNO TSRM PSTRP durante la pandemia da COVID-19: cosa abbiamo imparato”. (https://www.forumriskmanagement.it/index.php/2021-webinar/)

Imparare dalle situazioni ed esperienze, soprattutto quelle più difficili e complesse, talvolta drammatiche, è elemento essenziale e fondamentale per il miglioramento continuo: lo sa bene chi si occupa di sicurezza. L’attenzione va certamente tesa verso gli accadimenti con un approccio di sistema critico e riflessivo e non certamente distruttivo o di critica fine a sé stessa che non porta a nulla. Ogni situazione, ogni contesto, ogni evento per quanto catastrofico possa essere porta in sé del valore, delle opportunità di crescita, di miglioramento da cui trarne insegnamenti preziosi.

Sì sente troppo spesso parlare di fattore umano che è “causa di errore” (erroneamente la “ricerca del colpevole”!), ma sempre ci si dimentica del contesto organizzativo e strutturale e soprattutto che quello stesso fattore umano è la vera risorsa per garantire cure sicure e di qualità: i professionisti sanitari. Esempio lampante è il caso della pandemia da COVID-19 dove i professionisti sanitari, ancor prima delle Istituzioni e delle organizzazioni, sono stati i veri protagonisti.

Tutte le 19 professioni sanitarie che afferiscono alla FNO TSRM e PSTRP si confrontano proprio su questo: tecnici sanitari di radiologia medica, assistenti sanitari, tecnici sanitari di laboratorio biomedico, tecnici audiometristi, tecnici audioprotesisti, tecnici ortopedici, dietisti, tecnici sanitari di neurofisiopatologia, tecnici della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, igienisti dentali, fisioterapisti, logopedisti, podologi, ortottisti – assistenti di oftalmologia, terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, tecnici della riabilitazione psichiatrica, terapisti occupazionali, educatori professionali, tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, tutti questi professionisti sanitari che da sempre in silenzio, insieme a medici ed infermieri, garantiscono cure sicure e di qualità lo hanno fatto anche questa volta durante questa immane emergenza pandemica.

I componenti del gruppo GReSS della FNO TSRM e PSTRP, quali rappresentanti esperti della sicurezza della persona assistita e delle cure insieme alla società SIMEDT hanno riassunto in un webinar un anno di duro, durissimo lavoro fatto anche di successi e di insegnamenti da mettere a sistema nella presa in carico della persona assistita durante la pandemia da COVID-19. Gli errori e gli insuccessi sono sicuramente stati la prima ed immediata fonte di analisi e riflessione critica condivisa; certamente però è altrettanto necessario e fondamentale (questo uno dei movens di questo webinar) condividere e dare risalto a quanto è riuscito, è andato bene, è stato di successo, perché è di pari importanza e costituisce il fondamento per un ulteriore miglioramento continuo in sanità.

Durante il webinar ogni componente o gruppo di componenti del GReSS, per specifico profilo professionale, evidenzierà i risultati, le buone pratiche, le raccomandazioni, le riflessioni rispetto a quanto fatto e vissuto durante la pandemia, allo scopo di evidenziare ancora una volta come sia fondamentale, al fine della sicurezza, che le persone, i professionisti, siano messi nelle migliori condizioni di lavorare, con l’obiettivo di renderli autonomi e competenti, sia nell’emergenza, ma anche e soprattutto nella quotidianità mettendo in campo tutte quelle abilità resilienti che sono proprie del “fattore umano” e che permettono di fare bene anche quando tutti gli eventi sembrano orientare verso risultati catastrofici.

Una delle eredità positive che ci ha lasciato la pandemia da COVID-19 è certamente il forte senso di lavoro coeso e condiviso per assistere le persone in tutti i setting (domicilio, territorio, ospedale, etc.) in un continuum assistenziale senza soluzione di continuità, forti di una collaborazione multi-professionale e multi-disciplinare, elementi costitutivi della FNO TSRM e PSTRP.

%d bloggers like this: