Anteprima

In America ora si teme una insurrezione armata dei “trumpisti”

in-america-ora-si-teme-una-insurrezione-armata-dei-“trumpisti”

Redazione
11 gennaio 2021 20:25

L’Fbi mette in guardia su possibili proteste il 17 gennaio da parte dei Boogaloo, una organizzazione di estrema destra. Lo riportano i media americani citando una comunicazione di allerta dell’Fbi inviata alle forze dell’ordine.  Proteste “sono in via di organizzazione nei 50 stati federali fra il 16 e il 20 gennaio” prima dell’investitura del presidente eletto Joe Biden e contro il Congresso fra il 17 e il 20 gennaio”, si legge nella nota pubblicata dall’Abc. “Un gruppo armato intende andare a Washington il 16 gennai per una manifestazione il 17”.

“Il gruppo ha messo in guardia sulla possibilità di una rivolta nel caso in cui il Congresso tentasse di rimuovere il presidente con il 25/o emendamento”.

The FBI has “received information about an identified armed group intending to travel to Washington, DC on 16 January. They have warned that if Congress attempts to remove POTUS via the 25th Amendment a huge uprising will occur,” according to a bulletin obtained by @ABC

— Aaron Katersky (@AaronKatersky) January 11, 2021



Dopo l’assalto a Capitol hill di mercoledì scorso le autorità statunitensi hanno arrestato almeno 82 persone, tra cui lo “Sciamano di QAnon”, Jack Angeli, e un deputato appena eletto in West Virginia. Un altro uomo, Richard Barnett, è stato arrestato dopo la diffusione delle foto che lo ritraggono al desk della speaker della Camera Nancy Pelosi. L’Fbi ha offerto 50mila dollari di ricompensa per le informazioni che portino all’arresto di chi ha posizionato le bombe nelle sedi dei Democratici e dei Repubblicani.

Intanto la speaker della Camera Nancy Pelosi ha confermato che domani si terrà il voto sulla risoluzione che chiede al vicepresidente Mike Pence di invocare il 25esimo emendamento per la rimozione del presidente Donald Trump. Il numero due della Casa Bianca avrà 24 ore per decidere. Se non accoglierà la richiesta, ha detto Pelosi, “il passo successivo sarà procedere con la procedura di impeachment“.

La risoluzione presentata oggi alla Camera bassa è basata sull’accusa che Trump avrebbe incitato all’insurrezione e quindi sarebbe il responsabile dell’assalto al Campidoglio sfociato nella morte di cinque persone e in diffuse violenze e vandalismi. 

Chi sono i trumpisti: il glossario

Trump li apostrofa come “patrioti” ma per l’intelligence statunitense i Proud Boys sono “un pericoloso gruppo della supremazia bianca”, un’organizzazione di stampo neofascista. Altro movimento di estrema destra vicino ai gruppi neonazisti è quello dei Boogaloo menzionato dall’Fbi: organizzato come milizia armata, i suoi leader farneticano di una seconda guerra civile americana in contrapposiziona allo sviluppo di movimenti come Black Lives Matter. Come i Boogaloo a negare la pandemia sono anche i complottisti di QAnon secondo i quali esisterebbe un’ipotetica trama segreta organizzata da un presunto ‘Deep State’. Poteri occulti che agirebbero contro Donald Trump e i suoi sostenitori.

Fonte:
abcnews →

0 comments on “In America ora si teme una insurrezione armata dei “trumpisti”

Leave a Reply

%d bloggers like this: