maria soldi stipendi liguria

Vittoria in tribunale per Nursind dopo anni di battaglia. Infermieri erano costretti a fare gli OSS: 30.000 euro di risarcimento per demansionamento.

“Un altro tassello che si aggiunge alla dura battaglia sindacale per la conquista dei diritti negati agli infermieri”. Lo comunica Salvatore Vaccaro, vice-segretario nazionale NurSind. Il sindacalista parla di “una vittoria storica dal punto di vista del risarcimento del danno con quantificazioni che vanno ben oltre il 30.000 euro a dipendente per diversi dipendenti che da moltissimi anni vengono demansionati e sfruttati”.

La sentenza, spiegano da Nursind, vede soccombere in questo caso l’azienda Cannizzaro di Catania. “Rappresenta una sonora sberla contro la filosofia demansionante delle aziende che da anni sfruttano gli infermieri non assumendo OSS o assumendoli in misura insufficiente” – aggiunge Vaccaro.

Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Catania dott.ssa Laura Renda, stando alla sentenza, dopo l’udienza del 27/04/2021 (R.G 3190/2020) ha emesso la richiesta di risarcimento danni per demansionamento, conseguente alla mancata assegnazione esclusiva allo svolgimento di mansioni corrispondenti al profilo, in favore degli Infermieri iscritti al NurSind.

I colleghi erano difesi dall’Avv. Domenico De Angelis, che hanno fatto e depositato ricorso contro l’AO Cannizzaro.