la-dashcam-per-ciclisti-che-riduce-gli-incidenti

La dashcam per ciclisti che riduce gli incidenti

Con il rilevamento delle cadute e la registrazione che scatta solo in caso di pericolo concreto, Dashbike è un valido aiuto per la sicurezza degli amanti delle due ruote

Pedalare in sicurezza in città e sopratutto su strade extraurbane è uno dei principali obiettivi di ogni ciclista, dai professionisti agli amatori domenicali delle due ruote. Al di là dell’attenzione, però, per farlo servono dispositivi in grado di andare oltre la possibilità di agevolare l’andatura e fornire indicazioni agli automobilisti che viaggiano nella stessa direzione e in quella opposta. Partendo da qui e dall’incidente accaduto a una delle loro migliori amiche, i due ciclisti Lelia König e Sandro Beck hanno sviluppato Dashbike per ridurre le situazioni di pericolo. Tecnicamente si tratta di un prodotto da fissare sotto il sellino, che integra il sensore gps e quattro modalità per illuminare la bicicletta, arricchita dal misuratore di distanza e dall’app dedicata.

Quanto basta per rilevare cadute e registrare la corsa, con quest’ultima opzione che scatta soltanto in caso di pericolo concreto, come quando c’è una distanza troppo piccola in cui si infila un mezzo in fase di sorpasso. Il video in questione serve perché, in caso di incidente, rappresenta una prova (facile da scaricare via app) per favorire la liquidazione del sinistro. La volontà della startup tedesca Dashfactory è garantire maggior sicurezza ai ciclisti, per questo offre ai suoi utilizzatori la possibilità di trasmettere i dati raccolti in modo volontario e anonimo alle amministrazioni cittadine, così da mostrare i punti più insidiosi e le condizioni delle piste ciclabili.

Tali informazioni, a loro volta, sono utili agli organi cittadini per capire come agire ed evitare spese inutili per progetti e infrastrutture che potrebbero poi rivelarsi inutili od errati. Dashfactory per ora collabora con le città di Graz e la Stiria oltre a Jena e Lipsia, dove ci sono le sedi aziendali. Chi sia interessato a scoprire la Dashbike, la trova qui al prezzo di 211 euro, con spese di spedizione per l’Italia incluse e consegne in programma dal prossimo mese di agosto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: