cronaca

La Metrocity tra i borghi di San Lorenzo e Roccaforte del Greco

la-metrocity-tra-i-borghi-di-san-lorenzo-e-roccaforte-del-greco

Falcomatà

La Metrocity tra i borghi di San Lorenzo e Roccaforte del Greco. A fare gli onori di casa il Commissario Eugenio Barillà e il sindaco Domenico Penna

Il Comune di San Lorenzo ed il Comune di Roccaforte sono state le ultime due tappe del programma di sopralluoghi ed incontri istituzionali previsti quest’oggi dalla delegazione della Città Metropolitana guidata dal sindaco Giuseppe Falcomata. La visita è stata l’occasione per prendere visione dei progetti per lo sviluppo, soprattutto in chiave culturale e turistica, dei due borghi dell’Aspromonte jonico. A guidare il sopralluogo nel territorio di San Lorenzo il Commissario prefettizio, in carica fino al prossimo autunno, Eugenio Barillà, che ha accompagnato il sindaco Giuseppe Falcomatà tra le vie del paese, attorno all’olmo monumentale che campeggia nella piazza centrale, a pochi passi dal Municipio e dalla ex Caserma dei Carabinieri sulla quale è in atto un progetto di recupero e riqualificazione, e dalla biblioteca comunale. A fare gli onori di casa nel territorio di Roccaforte il sindaco Domenico Penna che, dopo una visita in Municipio, ha illustrato una serie di interventi in programma per il recupero dell’antico borgo, dove è in corso di realizzazione il Museo dell’arte contadina, progettato grazie a un finanziamento dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, che sarà inaugurato nei prossimi mesi. Il vicesindaco della Città metropolitana, Armando Neri, ha sottolineato la centralità del metodo di lavoro adottato, “che punta ad una condivisione delle scelte e degli indirizzi operativi e ad un’autentica comprensione delle esigenze dei vari comuni. Ci stiamo confrontando con i sindaci e gli amministratori su progetti di sviluppo e su come orientare nel migliore dei modi le strategie di crescita.

San lorenzo-RoghudiPer i Comuni dell’area del Tuccio occorre intervenire sui versanti della viabilità, dei rifiuti e sul rilancio delle aree interne. Un tema questo, su cui registriamo con favore una grande vivacità da parte dei territori e delle comunità che vogliono proiettarsi in una nuova dimensione e assumere un ruolo da protagonisti nelle dinamiche di sviluppo. Una fase positiva che l’ente metropolitano intende sostenere con determinazione”. La Vallata del Tuccio è il cuore pulsante della Grecanica, ha evidenziato il consigliere metropolitano Domenico Mantegna, “un insieme di luoghi suggestivi e pieni di grande bellezza. Le problematiche e le potenzialità di questi territori sono al centro della nostra visione, a cominciare dalla necessità di investire sul rilancio dell’identità culturale storica di questi borghi e su una forte azione di contrasto al fenomeno dello spopolamento”. Di confronto utile e gradito ha poi parlato il commissario di San Lorenzo Eugenio Barillà, “che offre il segno dell’attenzione da parte della Città metropolitana verso questo comprensorio. San Lorenzo è il terzo comune per estensione dopo Reggio e San Luca e dunque parliamo di un territorio che ha bisogno di uno sguardo attento che ponga al centro viabilità, servizi sanitari e i collegamenti con le aree rurali. Bene anche l’idea, affrontata con il sindaco Falcomatà, di pensare ad un collegamento tra San Pantaleone verso la marina di San Lorenzo che potrebbe avere ricadute positive per il territorio”. “Ringrazio il sindaco Falcomatà – ha detto infine il sindaco di Roccaforte Penna – e i rappresentanti della Città metropolitana per aver visitato questi luoghi che io definisco dell’anima. Posti che accanto alle tante criticità sulle quali occorre intervenire come lo spopolamento e i ritardi infrastrutturali, mantengono intatte tante potenzialità che devono essere messe a sistema”.


%d bloggers like this: