Redazione

La Milano di Paolo Di Paolo in mostra da Bvlgari

la-milano-di-paolo-di-paolo-in-mostra-da-bvlgari

La potenza evocativa della fotografia e quella dei gioielli, la loro capacità di riportare in vita ricordi e sensazioni cristallizzate nell’attimo di uno scatto o nell’istante di un’emozione. È questo il sottile ma potente legame che ha ispirato la collaborazione tra Bvlgari e la Fondazione Sozzani per celebrare il grande maestro della fotografia Paolo Di Paolo in un allestimento che si snoda tra gli spazi della Fondazione e il negozio Bvlgari in Via Montenapoleone, 2.

Lilli Cerasoli e Edi Valdaneri, 1960_@Archivio Fotografico Paolo Di Paolo

Dal 4 maggio al 28 maggio il negozio Bvlgari ospiterà una mostra con alcuni scatti esclusivi di Paolo Di Paolo dedicati a Milano. Silvia Di Paolo, figlia del celebre fotografo, ha aperto gli archivi di famiglia riportando alla luce un patrimonio di immagini inedite che ritraggono una Milano post-bellica, brulicante di vita e un po’ onirica. Queste fotografie, ritrovate per caso dalla figlia e quasi dimenticate dallo stesso Di Paolo, sono oggi i tasselli di un racconto poetico che si dipana tra il negozio Bvlgari e la Fondazione Sozzani attraverso la mostra MILANO – Fotografie 1956 – 1962.

Per ricreare le suggestioni di quell’epoca, in negozio sarà esposta anche una selezione di gioielli della Collezione Heritage di Bvlgari degli anni 50 e 60. Negli anni in cui Di Paolo consolidava la sua fama di fotografo, Bvlgari definiva sempre di più la sua cifra stilistica tutta italiana basata  sul colore, l’opulenza, la maestria artigianale. I gioielli storici in mostra faranno quindi da contrappunto alla narrazione per immagini, rispecchiando un momento storico di irripetibile vitalità.

Parure Bvlgari in oro e diamanti, 1955

Con le fotografie di Paolo Di Paolo esposte in Via Montenapoleone, Bvlgari rende omaggio a una città che è centro nevralgico della moda, della cultura e dell’economia italiana e internazionale. La stessa Milano pulsante e cosmopolita che Bvlgari ha scelto nel 2004 quando ha aperto il suo primo albergo in assoluto, una scommessa che si è rivelata un successo replicato in altre sei città nel mondo. E sempre a Milano, ogni anno durante la settimana della moda diventano protagonisti gli accessori Bvlgari, altra tappa di diversificazione pionieristica di un’Azienda sempre proiettata nel futuro. La città è stata ed è ancora oggi complice e testimone della visionaria intraprendenza della Maison. La stessa che fondatore dell’Azienda Sotirio Bulgari ha saputo trasmettere alle future generazioni. Nel ricordo di Nicola Bulgari:

«Silvia Di Paolo sta preservando e tramandando il lavoro di suo padre in modo encomiabile, per esaltarne tutto il valore documentale ed artistico. Nella sua dedizione rivivo la stessa passione con cui io e mio fratello Paolo abbiamo portato avanti il lavoro di nostro padre Giorgio, coltivando i suoi insegnamenti. Il nostro sostegno a questo progetto è un omaggio alla storia e alla memoria, che ci fanno comprendere quello che siamo oggi facendo tesoro di ciò che eravamo ieri. Le immagini di Paolo Di Paolo raccontano una Milano fatta di incontri, di nebbie, di un desiderio insopprimibile di rinascita e di bellezza. Anche quando ritrae le dive del cinema c’è sempre una ricerca di autenticità che va oltre la sensazionalità del personaggio, per cogliere l’anima e le emozioni più profonde della persona”.

Spilla Bvlgari Giardinetto in oro giada smeraldi coralli e diamanti 1969

La mostra in negozio sarà il primo di una lunga serie di appuntamenti culturali e mondani di cui Bvlgari si farà promotore su Milano con l’obiettivo di valorizzare la città e rinsaldare la sua centralità di capitale economica e culturale a livello internazionale. Gli scatti a tema Milano nel negozio Bvlgari si inseriscono nell’ambito di un più ampio percorso espositivo dedicato al grande fotografo dal titolo “La Lunga Strada di Sabbia”: uno straordinario racconto per immagini delle vacanze degli italiani nell’estate del 1959 ospitato presso la Fondazione Sozzani dal 5 maggio al 29 agosto 2021. La mostra, a cura di Silvia Di Paolo, si compone di centouno fotografie, di cui molte inedite, video e documenti, ed è stata realizzata con il patrocinio del Centro Studi Pasolini e la collaborazione di Bvlgari. Oltre alla capacità di ritrarre momenti di vita quotidiana, il talento di Paolo Di Paolo ha saputo cogliere il carisma e la bellezza delle grandi attrici della Dolce Vita che hanno fatto commuovere, ridere e sognare intere generazioni dal dopoguerra a oggi.

A valorizzare l’alleanza con BVLGARI per questo progetto, la mostra presso la Fondazione Sozzani prevede un tributo ad Anna Magnani, Elizabeth Taylor e Gina Lollobrigida ritratte da Di Paolo con i gioielli di Bvlgari nel corso di feste, performance teatrali e situazioni di convivialità; in mostra anche le riproduzioni dei bozzetti originali dei gioielli indossati, provenienti dall’Archivio Storico di Bvlgari.

Anello Bvlgari in platino con diamanti 1948 appartenuto ad Anna Magnani

Già negli anni ’50 e ’60 Bvlgari era il gioielliere prediletto delle dive italiane o di quelle di passaggio in Italia per lavorare alle grandi produzioni hollywoodiane. Rincorse dai paparazzi, immortalate nelle occasioni mondane o nei momenti di vita privata, le attrici amavano indossare i loro gioielli sul set e fuori dal set come luminosi simboli del loro successo professionale e gusto personale. Nelle istantanee di Paolo di Paolo scopriamo Elizabeth Taylor eccentrica e sfavillante a un ballo in maschera, Gina Lollobrigida durante un ballo a Montecarlo con la grazia e l’eleganza di una principessa e poi l’intensità dello sguardo di Anna Magnani in due scatti che restituiscono tutta la sua vulcanica personalità. Paolo Di Paolo, fotografo romano d’adozione e Bvlgari, gioielliere romano per eccellenza, si incontrano a Milano per condividere con il pubblico memorie e suggestioni che appartengono al nostro passato, presente e futuro.

0 comments on “La Milano di Paolo Di Paolo in mostra da Bvlgari

Leave a Reply

%d bloggers like this: