la-“prova-del-freddo”-delle-sonde-dirette-su-giove

La “prova del freddo” delle sonde dirette su Giove

Un tour de force dentro una camera criogenica per resistere al freddo dello spazio profondo: gli scienziati dell’Esa ci raccontano i preparativi per la prossima sonda diretta su Giove

Un filmato ci porta dietro le quinte del centro tecnico Estec dell’Agenzia spaziale europea, nei Paesi Bassi, dove si stanno sviluppando le sonde spaziali del futuro e, in particolare, la prossima in partenza in direzione Giove e mirata ad analizzare l’atmosfera del pianeta e delle sue lune.

Per reggere alle temperature fredde, freddissime, anzi, gelide dell’orbita del gigante gassoso, la sonda e tutta la dotazione tecnologica che avrà a bordo devono per forza di cose superare la prova del freddo, una otto giorni di test criogenici no-stop, all’interno di una camera apposita, la prima del suo genere, capace di combinare il vuoto con temperature ultra basse. Nel filmato, gli scienziati ci introducono la missione mentre sono all’opera durante queste operazioni delicatissime.

(Credit video: Esa)

%d bloggers like this: