la-prova-del-nuovo qashqai,-con-motori-eco-per-una-guida-piu-precisa-e-reattiva

La prova del nuovo Qashqai, con motori eco per una guida più precisa e reattiva

Il celebre suv di Nissan ora è disponibile nella terza generazione, dotato di sole motorizzazioni elettrificate e una guida più efficace e piacevole, senza dimenticare comodità e spazi che hanno contribuito al suo successo.

La giapponese Nissan è stata la prima a credere nei Suv 15 anni fa, ora questa tipologia di auto è diventata la più popolare in Italia, in particolare nella versione crossover.

Dopo 340.000 esemplari venduti in Italia e una quota dell’8% mantenuta nonostante il moltiplicarsi dei concorrenti è l’ora della terza generazione del celebre Qashqai (a partire da 25.500 euro) le cui novità partono dalla piattaforma CMF-C realizzata per tutto il gruppo Nissan-Renault- Mitsubishi, un sistema al suo esordio proprio su questo modello e in grado d’ospitare diversi tipi di motore.

CMF-C è stata progettata con il preciso obiettivo di una maggiore leggerezza raggiunta con un totale di 60 kg risparmiati a cui contribuiscono portiere, cofano e paraurti in alluminio, oltre al portellone posteriore in materiale composito. Il pianale vanta una maggiore rigidità (+48%) che in termini di guida si traduce in reattività e comportamento dinamico ottimizzati,  il nuovo telaio consente anche una notevole precisione di sospensioni e ammortizzatori, soprattutto su sterrato.

Design aggiornato con linee più geometriche, ma in grado anche questa volta d’attirare le simpatie di un pubblico molto diversificato

Il design è più squadrato rispetto a quello visto nelle edizioni precedenti. Le linee sono al passo con i tempi e piacevoli, ma senza troppi fronzoli e in grado d’andare incontro ai gusti di ampie fette di pubblico, per fortuna omesse le esagerazioni stilistiche utilizzate da altri brand giapponesi nel tentativo d’osare di più e “svecchiare” le vetture.

Le sospensioni posteriori sono ora disponibili in due configurazioni con ponte torcente, nel caso delle due ruote motrici o cerchi fino a 19” con isolatori in grado di ridurre le vibrazioni, abbinato alle quattro ruote motrici o cerchi da 20” invece il sistema multilink per aderenza ottimizzata e un rollio ridotto al minimo. Notevole lo spazio del bagagliaio, 504 litri, 74 in più della versione precedente, identiche invece le proporzioni esterne nonostante il passo più efficiente.

La gamma è interamente elettrificata, per quanto riguarda i propulsori già disponibili da ora la versione con il motore ibrido 1.3 Mild Hybrid da 140 e 158 CV con cambio manuale o Xtronic. In arrivo tra qualche mese il modello con quattro ruote motrici, oltre alla tanto attesa versione con E-power disponibile nel 2022, la configurazione in cui il motore elettrico è utilizzato per muovere le ruote, mentre il termico ricarica la batteria.

Il frontale aggressivo del nuovo Qashqai con ampie griglie in grado sia di contribuire all’estetica sia d’invogliare più aria possibile.

Durante la prova la sensazione di comodità è quella che emerge più chiaramente, l’impressione da subito è quella di una notevole confidenza con la guida e la gestione dei vari comandi, come se si guidasse quest’auto da sempre.

È ridotta ai minimi termini sia la percezione dei suoi esterni sia del motore, tanto lo spazio disponibile anche per la seduta dei passeggeri e il bagagliaio. Il propulsore è reattivo e la progressione fluida, in particolare se scegliete la soluzione con cambio automatico e 158 CV, configurazione che consigliamo vivamente a chi scegli questo suv perché in grado di valorizzare ulteriormente le sue qualità, un pochino seduta la 140 CV nonostante la leggerezza del telaio.

Il nuovo suv Nissan mantiene comodità e spazi del precedente aggiornando le motorizzazioni e migliorando la guida.

Lo sterzo è molto più preciso del passato, la guida alta e sicura, tanta la tecnologia disponibile, tra cui lo schermo da 12,3” posizionato nel quadro strumenti, oltre a quello da 9” nel centro del cruscotto, compatibile con Apple Car Play e Android Auto, ma ci ha stupito in particolare il terzo, l’heah-up display da 10,8”, ben visibile e per niente invasivo.

A fronte di tanti miglioramenti, la mancanza di personalità rappresenta il difetto più eclatante del nuovo suv Nissan assieme alla difficoltà per il grande pubblico nell’era dei social media di percepire tutte le sfumature e i vantaggi delle nuove motorizzazioni senza una prova pratica.

Qashqai è equipaggiato con il nuovo sistema di guida autonoma ProPILOT, ora con Navi-link, oltre a regolare accelerazione, frenata, stop e ripartenza nella singola corsia, il sistema è in grado di leggere i segnali stradali e adattare automaticamente la velocità della vettura.

Tante già nella versione base Visia le tecnologie di sicurezza, Moving Object Detection per evitare collisioni in retromarcia, Intelligent Forward Emergency Braking con funzione predittiva basata sul radar e il sistema di monitoraggio dell’angolo cieco che può invece intervenire sullo sterzo per aiutare a prevenire il cambio di corsia.

%d bloggers like this: