cronaca HOME

La strada delle prostitute? A Torino c’è un (finto) cartello stradale a segnalarla



“Love, Cash only”, ovvero “amore, si paga solo in contanti”, e la sagoma di una ragazza che si avvicina al finestrino di un’automobile evidentemente per contrattare col conducente. È quanto si vede su un cartello spuntato nei pressi di corso Massimo D’Azeglio a Torino, una zona residenziale e di grande transito a quanto pare “famosa” nel capoluogo piemontese per essere frequentata da prostitute e transessuali in cerca di clienti. Qualcuno ha fissato quel cartello, ovviamente finto ma del tutto simile a quelli veri, al palo di un segnale per indicare appunto qual è “la via dell’amore”. L’autore di quella che per il momento appare come una performance artistica tra l’ironico e la denuncia sociale è ancora ignoto, ma a Torino i residenti ricorderanno che non è la prima volta che accade un episodio simile.

Il precedente cartello apparso a Torino – Qualche tempo fa, sempre nei pressi di corso Massimo D’Azeglio, era stato messo un cartello molto simile a quest’ultimo e in quel caso veniva indicata la strada per trovare non le prostitute ma la zona di spaccio della città. E la indicava in maniera molto esplicita: sul cartello c’era infatti scritto espressamente “pusher”. Neppure in quel caso si è scoperto l’autore della “provocazione”, ma quel che è certo è che in entrambe le occasioni i vigili hanno ben presto fatto sparire i finti cartelli stradali.

 

0 comments on “La strada delle prostitute? A Torino c’è un (finto) cartello stradale a segnalarla

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: