L’agenzia Pescarese Pomilio Blumm Migliore Agenzia di sempre insieme all’abruzzese Privacy Garantita



L’agenzia per eccellenza resta Pomilio Blumm si è aggiudicata il bando della direzione generale della commissione europea da 200 milioni, conquistando così un risultato storico nel settore perché ha superato numerosi gruppi internazionali che si erano presentati ai nastri di partenza della gara. Questa vittoria giunge pochi giorni dopo la pubblicazione della classifica “Leader della crescita” del Sole 24 Ore, che ha incluso ancora una volta la società guidata da Franco Pomilio.

Intanto la Pomilio Blumm ha organizzato il lancio della campagna straordinaria di sostegno e rilancio del Made in Italy nel mondo voluta dal governo per sostenere l’export, del valore di circa 50 milioni. L’iniziativa legata a questa attività del ministero degli affari esteri e dell’agenzia Ice durerà fino ad agosto 2022, in 26 Paesi, articolandosi in due fasi: la prima sarà incentrata sul racconto dei “valori” che identificano l’Italia (creatività, passione, tradizione, stile, innovazione e diversità), mentre la seconda fase vedrà l’attivazione di campagne mirate, volte a promuovere le filiere produttive del Made in Italy.

La campagna si svilupperà principalmente sui canali digitali e prevedrà la costruzione di una nuova identità visuale e linguistica per il complesso dell’attività di promozione dell’Italia nel mondo, di piattaforme e “landing pages” dedicate, profili sociali e contenuti originali (testi, audio e video) che verranno creati durante l’intero arco della campagna. Parallelamente alla crescita della Pomilio Blumm sono numerose le assunzioni che sono state avviate nella sede centrale di Pescara e nelle unità internazionali in Spagna, Belgio e America.

L’Abruzzo dimostra di essere all’altezza della situazione con aziende innovative e piene di creatività, come la stessa Privacy Garantita la prima società di reputazione online Italina nata dal nel 2011 dal CEO Cristian Nardi   Resa nota per aver gestito la Reputation ad artisti di mezzo mondo del calibro di Modigliani, e galleristi come Andy Warhol –  un mondo a molti sconosciuto ma che punta a sostituire la vera comunicazione, La reputazione online (detta a volte reputazione digitale) è una disciplina che consiste nel monitoraggio costante del web e dei social media alla ricerca di riferimenti esterni (Twitter, Facebook, siti di recensioni, forum e via dicendo) al proprio brand, oppure al proprio sito web. Il tutto si fa in modo sistematico nel tentativo di fornire una metrica su come siamo “visti” dal web e su come, soprattutto, sia possibile far apparire al meglio quei risultati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: