“l’arte-in-quarantena”,-il-racconto-di-un-anno-di-pandemia

“L’arte in quarantena”, il racconto di un anno di pandemia

“Siamo stati l’unico Paese a riuscire a segnare questo anno e mezzo di clausura”, lo ha detto Salvo Nugnes durante la presentazione del libro che si è tenuta giovedì 17 giugno all’auditorium dell’Università IULM a Milano. Per Nugnes “l’arte è il miglior beneficio alla mente e all’animo, ci fa diventare bambini, ci solleva lo spirito e l’inconscio”. 

 

Sul palco insieme a lui sono intervenuti il direttore Paolo Liguori, la psicoterapeuta e scrittrice Maria Rita Parsi, la giornalista e già direttore di Chi Diva e Donna Silvana Giacobini, il presentatore tv e poeta Marco Columbro e la presidente FIDAPA Sp Caterina Grifoni.  

 

Il catalogo segue la scia dell’omonima rubrica realizzata da Tgcom24 all’inizio della pandemia a marzo 2020, un format nato per portare l’arte nelle case delle persone quando i luoghi della cultura erano chiusi.  

 

Allo stesso modo, il libro vuole raccontare uno spaccato internazionale dell’arte attraverso le opere di chi ha cercato di combattere la solitudine con parole e immagini di speranza. Da nuovi talenti del panorama artistico a grandi star italiane e internazionali come Johnny Depp, Yoko Ono, Paul McCartney, David Bowie, Romina Power, Sylvester Stallone, Franco Battiato, Gina Lollobrigida e Federico Fellini. Sono solo alcuni degli artisti presenti nel catalogo. 

 

Ma “L’Arte in quarantena” non si ferma ad un libro. Fino al 2 luglio le opere saranno esposte nelle sale della Milano Art Gallery, storico spazio culturale con oltre 54 anni di storia. 

%d bloggers like this: