cronaca

Lavazza A Modo Mio Voicy, la macchina da caffè con Alexa

lavazza-a-modo-mio-voicy,-la-macchina-da-caffe-con-alexa

Abbiamo provato un’innovazione che potrebbe cambiare la tradizionale tazzina del mattino

Non è una novità assoluta, le macchine del caffè smart esistono da qualche anno ma Lavazza A Modo Mio Voicy può comunque vantare un primato, essere la prima a integrare l’assistente digitale Alexa. Apparentemente è un’aggiunta piuttosto curiosa e forse inutile, ma dopo qualche giorno di utilizzo abbiamo valutato la cosa diversamente.

Una macchina del caffè, infondo, deve fare soprattutto un buon caffè e qualsiasi altro elemento estetico e funzionale modifica ben poco l’obiettivo finale. Vero. Tuttavia, mettere insieme un buon espresso con uno smart speaker non è stata una mera operazione di marketing.

Sicuramente, almeno le prime volte, è abbastanza bizzarro chiedere “Alexa fammi un espresso”, i vicini potrebbero prenderci per folli. La magia a dire il vero riesce sempre, e i bambini soprattutto sgrano gli occhi, ma allungare il dito per ottenere il nostro caffè bollente senza usare il comando vocale a conti fatti è analogamente efficace.

Quello che cambia è capitalizzare meglio le potenzialità tipiche dello smart speaker e unirle alla tipica pausa caffè. La mattina, per esempio, si può essere svegliati dalla musica che si preferisce, ordinare il caffè ancora sdraiati a letto, sedersi in cucina, sorseggiare un buon Lavazza mentre si ascoltano le ultime notizie. «Con questo dispositivo abbiamo voluto regalare un’esperienza ancora più ricca e coinvolgente ai nostri clienti, la possibilità di vivere il momento caffè davvero “A Modo Mio”, il più personale possibile», ci dice Pietro Cacace, Portfolio Strategy Director del Gruppo Lavazza.

La routine non cambia, ma diventa più smart, più semplice. La sensazione è quella che Alexa, davvero si prenda cura di noi e lo faccia con le cose che ci garbano. Routine che potrebbero anche avere altri elementi basta chiedere all’assistente digitale: si può riprodurre un podcast o un audio libro, si può ascoltare una barzelletta, domandare una curiosità legata alla storia o alla geografia, le opzioni sono tante. Per personalizzare la routine bisogna però operare direttamente sull’app di Alexa.

«Per Lavazza la tecnologia è sempre stata un elemento distintivo dei propri prodotti, ma con Voicy abbiamo voluto puntare a un’innovazione ancora più spinta sviluppando questo progetto con Amazon e quindi sul valore aggiunto dei comandi vocali. Proprio grazie alla voce non solo la coffe experience diventa più personale, ma cambia anche il rapporto con Lavazza e con la macchina del caffè», continua Cacace.

Oltre a richiedere il proprio tipo di espresso preferito, è possibile infatti effettuare e ricevere chiamate e messaggi verso e da altri dispositivi Echo, riprodurre musica da Amazon Music, Spotify e Deezer anche con il supporto Multi Room Music, e controllare i dispositivi per Casa Intelligente compatibili, proprio come con un altro dispositivo Amazon Alexa. L’installazione è molto semplice e veloce anche se richiede una doppia iscrizione, quella a Lavazza e quella ad Amazon. Una volta scaricata l’applicazione Piacere Lavazza è sufficiente seguire i pochi step per mettere in funzione A Modo Mio Voicy.

Esteticamente l’oggetto è piuttosto elegante e decisamente ben assemblato, manca però una spia di controllo che testimoni il fatto che la macchina del caffè è pronta, collegata e operativa. Lo speaker integrato risulta piuttosto potente ma la qualità sonora non è comparabile con quella degli Echo, l’audio risulta un po’ piatto.

Ovviamente il compito principale di questo dispositivo è fare il caffè e farlo bene, e su questo punto non c’è nulla da eccepire. Il caffè non solo è buono, ma è anche proprio come lo vogliamo noi. Grazie all’applicazione infatti è possibile personalizzare il proprio espresso decidendo la quantità e la temperatura, informazioni che vengono poi tenute in memoria. Inoltre Alexa riconosce la nostra voce e quindi anche i nostri gusti.

L’app consente anche di monitorare lo stato della macchina, di avere evidenza dei consumi e ordinare le capsule con un click quando stanno per finire visto che Voicy ci avvisa quando le scorte iniziano a scarseggiare. Il riordino può avvenire anche in modo automatico direttamente via Amazon. «Grazie all’applicazione e ai comandi vocali non solo è possibile riordinare facilmente le capsule a Modo Mio, ma anche essere guidati passo passo nella manutenzione della macchina del caffè», sottolinea ancora Cacace.

Attraverso la voce è possibile infatti chiedere anche ad Alexa quali eventuali problemi ha la macchina del caffè e attivare operazioni specifiche come la decalcificazione. A livello pratico poi è bene ricordare che il cassetto può contenere fino a 10 capsule usate, il serbatoio tiene 1,1 litro e i componenti rimovibili sono lavabili in lavastoviglie. Insomma, una macchina da caffè efficiente e smart che rendere il momento della “tazzina” più diveniente e personale. Lavazza A Modo Mio Voicy è già disponibile per il mercato italiano, inglese ed australiano a 249 euro, cifra non proprio esigua, ma l’innovazione ha il suo tributo da pagare.

Potrebbe interessarti anche

0 comments on “Lavazza A Modo Mio Voicy, la macchina da caffè con Alexa

Leave a Reply

%d bloggers like this: