Le industrie estrattive costano 5mila miliardi di euro ogni anno

le-industrie-estrattive-costano-5mila-miliardi-di-euro-ogni-anno


Una nuova ricerca pubblicata sul Journal for Cleaner Production e intitolata “I costi ambientali globali dell’estrazione e della lavorazione delle materie prime abiotiche e la loro distribuzione geografica”, ha condotto una valutazione completa del peso sull’ambiente, nell’arco di un intero ciclo di vita, di 38 materie prime usate dalle industrie estrattive, conteggiando tutte le emissioni a monte.
Ovviamente i risultati cambiano a seconda delle materie prime e al variare della zona geografica di interesse, e i ricercatori specificano che i risultati hanno dei margini di incertezza per via dei diversi modi in cui si possono monetizzare i processi e i loro impatti, ma il risultato più attendibile è che l’impatto ambientale di tutte le industrie estrattive mondiali corrisponda a 5.000 miliardi di euro l’anno.
Sebbene in alcuni Paesi ricchi di materie prime, quali carbone, idrocarburi, ferro, le attività estrattive si rivelino economicamente vantaggiose, molti altri vengono invece colpiti dalla cosiddetta “maledizione delle risorse” (o anche paradosso dell’abbondanza o oro falso), quel fenomeno per cui lo sfruttamento delle risorse in Paesi che ne hanno in abbondanza, genera diseguaglianze sociali e danni all’ambiente e conseguenze disastrose per l’economia.
La ricerca calcola che i Paesi con i costi assoluti più elevati sono la Cina e l’India, perché “la Cina estrae e lavora grandi quantità di materiali, mentre l’India si fa carico di gran parte dei danni climatici causati dalla produzione globale di materiali”. I Paesi che presentano il rapporto più vantaggioso tra costi ambientali e PIL “sono quelli che lavorano i materiali, come il Giappone e la Germania (siderurgia), e quelli che estraggono prevalentemente petrolio, come Algeria, Azerbaigian e Nigeria, perché esternalizzano in larga misura i costi ambientali dei processi a monte e a valle”.

L’articolo Le industrie estrattive costano 5mila miliardi di euro ogni anno proviene da The Map Report.

0 comments on “Le industrie estrattive costano 5mila miliardi di euro ogni anno

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: