Le malattie ed i sintomi altro non sono che messaggi inviati dal corpo alla nostra mente di Carlo Robuschi

  • FUNZIONI DEL CERVELLO SINISTRO
    uso della logica
    cogliere il particolare
    organizzare i fatti
    parole e linguaggio
    presente e passato
    matematica e scienze
    potere di comprensione
    sapere
    riconoscere
    percezione ordine/modello
    conoscenza dei nomi degli oggetti
    basi della realtà
    forme e strategie
    pratica
    sicuro
    FUNZIONI DEL CERVELLO DESTRO
    uso del “sentire”
    visione d’insieme
    immaginazione
    simboli e immagini
    presente e futuro
    filosofia e religione
    cogliere il significato delle cose
    le credenze
    apprezzare
    percezione spaziale
    conoscenza delle funzioni degli oggetti
    fantasia
    possibilità del presente
    impetuosità
    rischiare

IL LINGUAGGIO DEGLI ORGANI

per Carlo Robuschi  ormai è già noto Le malattie ed i sintomi altro non sono che messaggi inviati dal corpo ad una mente che si rifiuta di comprendere gli insegnamenti della vita. Quando parla il corpo non mente mai e ciascuno di noi è in grado di comprenderne intuitivamente il linguaggio, poiché parla con una lingua antichissima, esistita da sempre e destinata a non morire mai: quella dei simboli.
L’interpretazione in chiave simbolica, psicosomatica, delle malattie consente di integrarne il messaggio profondo a livello della coscienza, in questo modo si può eliminare la vera causa di un disagio ed il corpo può guarire. Viceversa se eliminiamo solo l’effetto di uno squilibrio interiore, cioè il sintomo, questo è destinato a ripresentarsi nello stesso organo o in un altro situato più in profondità (vicariazione regressiva).

Per interpretare correttamente un sintomo è necessaria una visione distaccata ed esterna, non scordiamoci, infatti, che il contenuto che esso trasporta è già stato rifiutato dalla coscienza, altrimenti non sarebbe necessario che il corpo lo manifesti. Una volta integratone completamente il contenuto conflittuale, qualsiasi malattia è in grado di guarire, ed il corpo ritorna al suo equilibrio abituale.
E’ interessante notare che qualsiasi interpretazione data ad un paziente e da questi accettata di buon grado, o non è corretta o è troppo superficiale! L’interpretazione corretta è relativa ad un aspetto di sé che il paziente non vede, che tenderà quindi a negare più o meno aspramente qualora gli si presenti davanti (così come tenderà ad essere particolarmente irritato da quelle persone che lo manifestano apertamente nella propria vita: meccanismo dello specchio).
Per riuscire a interpretare i nostri sintomi dobbiamo chiederci che cosa mi fanno fare (che in condizioni normali non farei) e che cosa mi impediscono di fare (che in condizioni normali farei), in questo modo troviamo la finalità e dunque il messaggio.

Aborto: paura di vivere, paura di affrontare responsabilità

Afosi orale: collera o aggressività repressa

This slideshow requires JavaScript.

Allergie: isolamento, inflessibilità, difesa, evento che non abbiamo accettato presente nella nostra memoria emozionale

Amenorrea: shock emozionali, fragilità, rigidità, rifiuto amor proprio (mancanza di) resistenza alle lezioni della vita

Anemia: incredulità, mancanza di gioia, paura di vivere, sentirsi incompresi dagli altri

Anoressia: confusione, fuga, rinuncia, negazione dell’io, grande paura, “ogni parola è cibo, niente entra, niente esce”

Ansia: insicurezza, disapprovazione di sé, sfiducia nella vita

Apparato circolatorio: blocco o fluidità eccessiva delle emozioni

Apparato digerente: elaborazione errata degli avvenimenti

Apparato escretorio: paura di lasciar andare qualcosa

Apparato muscolare: sovraffaticamento, andare oltre le proprie possibilità

Apparato respiratorio: repressione delle espressioni ed emozioni vitali, senso di colpa

Apparato riproduttivo: mancanza di creatività, di produttività, problemi sessuali

Aritmia: riaffiorare di traumi passati non liberati

Artrite: rigidità, testardaggine, aggressività repressa, carenza d’amore

Artrosi: rigidità mentale con difficoltà a far fluire la vita, rancore che ha portato ad una chiusura di cuore

Asma: mancanza di spazio, incapacità di dare amore, paura di essere abbandonati, senso di colpa per essere al mondo

Bronchite: conflitti, rabbie, turbamenti familiari e del proprio ambiente, senso di soffocamento

Bulimia: paura di una perdita, grave mancanza di accettazione, vomita addosso agli altri i suoi problemi e non vuole risolverli (nel linguaggio c’è la parola troppo)

Calcoli biliari: aggrapparsi a pensieri difficili e a esperienze amare, accumulo di paure o giudizi nei confronti di sé o degli altri

Cefalea: perde filo del discorso, chiede spiegazioni

Cervello: processi mentali (pensieri malvagi, distorti, pensieri non benefici)

Cisti: problemi di crescita interiore, vecchie tematiche, antichi traumi

Cisti ovariche: solitudine, rabbia, ferite subite, dolore riguardo alla propria creatività o alla capacità di avere un figlio

Cistifellea: rabbia, amarezza, aggressività, difficoltà nell’accettare le esperienze e nell’imparare le lezioni che vengono impartite, aggrapparsi a pensieri difficili e a esperienze amare.

Cistite: isolamento, insicurezza, difficoltà a lasciar correre, grande collera, frustrazione o delusione proveniente da aspettative

Coliche renali: frustrazione, risentimento

Colon: capacità di usare un’idea o un’esperienza per trarci ciò di cui si ha bisogno, potere di rilasciare ciò di cui non si ha più bisogno, senso di ripugnanza

Colite: paura di qualcuno o qualcosa che mi rappresenta l’autorità, cattiva gestione delle emozioni

Cuore: problemi con la parte emotiva di noi stessi, mancanza di gioia, antichi problemi emotivi, stress e tensioni

Diabete: incapacità di accettare e dare amore insieme al forte desiderio di averlo rimpianto per ciò che non è stato

Diarrea: paura in generale, rifiuto, non accettazione e bisogno di abbandonare vecchie e
nuove tematiche

Dismenorrea: vulnerabilità, bisogno d’amore, problematiche legate all’accettazione della propria femminilità

Dispepsia: rabbia, paure esistenziali, non ci si sente protetti

Emicrania: rifiuto di una situazione

Febbre: perdita di contatto con la spiritualità, congestione tossica con la materia fisica, sedentarietà, rabbia trattenuta, desideri inespressi

Fegato: coinvolgimento eccessivo, ira, rabbia profonda, tendenza cronica a biasimare sé stessi e gli altri, emozioni negative, mancanza di stima, inquietudine o preoccupazioni rispetto a qualcosa in cambiamento

Gastrite: aggressività trattenuta, collera poiché non ci sentiamo apprezzati

Gola: rabbia inespressa, creatività bloccata, caparbia ostinazione, difficoltà di comunicazione, difficoltà di comunicare per sostenere sé stessi, difficoltà o rifiuto di recepire

Intestino: difficoltà ad assorbire ed eliminare elementi ed esperienze della vita, ripugnanza

Labirintite: mancanza di pace interiore

Mal di gola: paura di esprimersi, difficoltà nella comunicazione

Mal di testa: intransigenza, frustrazione nascosta, autocritica, trattenere le emozioni

Mal di schiena

cervicale: insicurezza, paura
toracico: conflitto di affettività, farsi carico di sofferenza altrui, difficoltà a comunicare con gli altri
lombare: preoccupazioni per il futuro, mancanza di sicurezza economica

Milza: difficoltà di accettazione, dipendenza, insicurezza, problemi legate a tappe finali lasciate in sospeso

Miopia: timidezza, insicurezza, paura del futuro immediato

Nausea: accumulo di impulsi, necessità di liberazione, confusione, eccesso di sopportazione, rifiuto di cose o persone, mancanza di sicurezza

Nevralgia: bisogno/difficoltà di perdono, sofferenza, emozioni che non vogliamo vivere

Obesità: bisogno di protezione, paura delle emozioni

Occhi: capacità di vedere ed osservare le cose, gli altri, la vita, percezione distorta delle cose

Orecchie: paura di sentire, carenza di equilibrio interiore

Pancreas: mancanza della gioia o dell’amore nella vita, mancanza di discernimento delle cose positive della vita, non saper convertire le esperienze di vita in lezioni da imparare

Pelle: problemi con gli altri, protezione e interfaccia con l’esterno

Polmoni: incapacità a certi livelli di assumere e di esprimere la vita e l’energia, senso di oppressione, problemi con lo spazio e con la capacità di accogliere la vita, depressione, dolore, disperazione

  • Pressione alta: inflessibilità, stress, isolamento, rifiuto di affrontare e risolvere uno o più vecchi problemi
  • Pressione bassa: mancanza di stabilità, debolezza psicologica, mancanza di accettazione, problemi legati all’infanzia

Prostata: rappresenta la potenza maschile, paura, pessimismo, senso di colpa

  • Psoriasi: bisogno di amore, non sentirsi rispettati nei desideri o nei bisogni, sentirsi obbligato a soddisfare un’aspettativa
  • Reni: mancanza di discernimento e di giudizio, capacità di conservare l’equilibrio, tematiche di coppia

Reumatismi cronici: rabbia, amarezza, frustrazione, vittimismo, vecchie carenze affettive

  • Sciatica: rigidità, conflitto, paura per futuro e denaro
  • Seno: dolore, tristezza, perdita del figlio (sx) o del compagno (dx), mancanza di affetto, paura di crescere e di maturare.
  • Sordità: rifiuto, isolamento, mancanza di comprensione, testardaggine
  • Stitichezza: trattenersi, avarizia, aggrapparsi a credenze che ci danno sicurezza
  • Stomaco: paura delle esperienze di vita, delle novità, disapprovazione di sé, situazioni che non abbiamo digerito

Tiroide: disequilibrio nella comunicazione, incompletezza, introversione, insoddisfazione, mancanza di equilibrio, difficoltà di espressione

Torcicollo: rifiuto di far fronte ad una situazione per paura di dover passare all’azione

Tosse: malinconia, conflitti acuti, turbamenti

Tracheite: impressione di sentirsi soffocati dagli eventi, dalle situazioni

Utero: famiglia, senso di maternita’

Vagina: femminilità, recettività, accoglienza

Vaginite: collera nei confronti del partner sessuale, difficoltà ad accettare il proprio ruolo femminile e sessuale – paura o senso di colpa

Vene: mancanza di cedevolezza, arrendevolezza, accoglienza

Vertigini: disequilibri, problemi con l’infanzia, variazione della situazione conosciuta

Vescica urinaria: ansia e nervosismo, paura in generale

Vomito: rifiuto violento, bisogno di libertà, paura

 

%d bloggers like this: