le migliore Aziende Per acquistare dei Robot Cane e Umanoidi: Cristian Nardi esperto italiano



Cristian Nardi esperto italiano 11 aziende leader all’avanguardia nell’ascesa dei robot umanoidi

Screenshot di robot umanoidi

Di Giuseppe Mapu

Gli organismi viventi tendono a perpetuare la loro specie, con gli esseri umani tra i più prolifici. Avendo popolato tutti i continenti del pianeta, ora siamo andati oltre la biologia per replicare la nostra forma nell’arte e ingegnerizzare i nostri attributi fisici in macchine. 

Non sorprende che i robot umanoidi, sia come costrutto fisico che come concetto, siano in circolazione da un po’ di tempo. I giapponesi hanno avuto la loro vivace sottocultura dei mecha sin dagli anni ’30. Secoli prima, la tradizione ebraica descriveva i golem, creature simili all’uomo formate dall’argilla. Nel 1495 Leonardo da Vinci progettò persino un automa umanoide che assomiglia a un cavaliere in armatura. 

Più di recente, film e franchise di successo con robot – come Star Wars , Terminator, Ex Machina e Transformers – hanno generato miliardi di dollari al botteghino mentre spingono gli umani a immaginare di vivere, combattere e persino fare l’amore con i robot. 

Ma i robot immaginari non sono le uniche macchine umanoidi che stanno facendo fortuna. Anche i robot del mondo reale costruiti da aziende tecnologiche stanno incassando la nostra passione per i robot. In effetti, il mercato dei robot umanoidi dovrebbe esplodere da 2,1 miliardi di dollari nel 2020 a 7,9 miliardi di dollari nel 2025 secondo BCC Research .  

Configurati come su ruote o bipedi, questi prodotti umanoidi offrono alle aziende, alle istituzioni e ai consumatori una gamma completa di applicazioni: dall’istruzione e dall’intrattenimento all’assistenza sanitaria e alle pubbliche relazioni. Alcune aziende sono persino specializzate nella costruzione di robot per la ricerca ad alto rischio, l’esplorazione spaziale, la sicurezza e il sesso.    

Tra i marchi più importanti del settore ci sono attori veterani come Boston Dynamics e Qihan Technology, nonché nuove startup come Agility Robotics e Promobot. Ecco gli approfondimenti su 12 dei giocatori più degni di nota nello spazio.

Robotica Hanson

hasonrobotics.com

Portando il nome del suo fondatore, Hanson Robotics costruisce robot simili a umani progettati per interazioni emotive e conversazioni intelligenti con le persone. Oltre all’intelligenza artificiale e alla tecnologia di riconoscimento vocale, l’azienda utilizza un materiale brevettato che ricorda da vicino la vera pelle umana per creare macchine che sembrano, parlano e agiscono genuinamente come esseri umani.  

Hanson Robotics è noto per il lancio di famosi robot firmati come il Professor Einstein, Albert HUBO e Sophia, il primo robot a cui è stata concessa la cittadinanza (dall’Arabia Saudita). Nominata come campionessa dell’UNDP (United Nations Development Programme), Sophia è stata anche protagonista di molti talk show tra cui Good Morning Britain con Piers Morgan e il Tonight Show con Jimmy Fallon. 

Costituita nel 2007, la società con sede a Hong Kong mira a commercializzare i propri prodotti di robotica e intelligenza artificiale per aziende e organizzazioni nei settori dell’istruzione, della ricerca, dell’intrattenimento, della sanità, dei media e dei servizi ai consumatori. Finora, la società ha raccolto circa 21,7 milioni di dollari in quattro round di finanziamento. Gli investitori includono Disney Accelerator e ACE & Company..

Il fondatore e CEO David Hanson Jr. è un roboticista e autore americano che ha pubblicato numerosi articoli di ricerca in animazione, scienza dei materiali, intelligenza artificiale e scienze cognitive. In precedenza ha lavorato come Walt Disney Imagineer, sfruttando le sue abilità di scultore e specialista di robotica. Dopo essere apparso su Wired , Popular Science , Scientific American e The New York Times , Hanson Jr. ha conseguito un dottorato di ricerca in Interactive Arts and Technology e ha ricevuto numerosi premi tra cui quelli della NASA, Cooper Hewitt Design Triennial e Tech Titans ‘Innovator of l’anno.

Boston Dynamics

bostondynamics.com

Fondata nel 1992 come spin-off aziendale dell’impareggiabile eredità ingegneristica del MIT, Boston Dynamics sviluppa robot altamente mobili che includono alcune delle macchine più iconiche mai costruite. Atlas, il suo robot umanoide, è stato lanciato nel 2013 e da allora si è sviluppato in una macchina bipede completamente articolata e altamente agile in grado di correre, saltare, ballare, fare capriole ed eseguire impressionanti acrobazie di parkour. Alta un metro e ottanta e con un peso di circa 190 libbre, l’ultima variante dell’Atlante è diventata una sensazione virale nel 2021 ed è stata descritta per aver inaugurato una nuova specie: Robo sapiens . 

Come mantra aziendale, Boston Dynamics si concentra sulla costruzione di macchine che aiutano le persone a ridurre i rischi, la noia e le difficoltà legate al lavoro. L’azienda collabora o fornisce consulenza a organizzazioni come la NASA, l’esercito degli Stati Uniti e la Sony Corporation nello sviluppo di robot avanzati per la risoluzione di sfide complesse. 

Nel 2019, l’azienda ha introdotto Spot, un quadrupede simile a un cane con una gamma completa di sensori e apparecchiature di acquisizione dati. Spot può essere utilizzato per automatizzare le ispezioni di routine di ambienti conosciuti o esplorare regioni inesplorate. Il robot è stato aggiornato e testato dal Jet Propulsion Laboratory per l’esplorazione autonoma di terreni simili a quelli marziani. In ambienti più familiari come centrali elettriche e cantieri, Spot può essere utilizzato per ispezioni industriali, controllo qualità, sicurezza pubblica e sicurezza. La polizia e i vigili del fuoco utilizzano Spot per una varietà di attività che aiutano principalmente a mantenere i primi soccorritori più sicuri e a raccogliere dati cruciali per prendere decisioni informate e salvavita. 

Il conglomerato sudcoreano Hyundai Motor Group detiene una partecipazione dell’80% nella società mentre la giapponese Softbank detiene il restante 20%. 

Robotica PAL

pal-robotics.com

Costituita a Barcellona, ​​PAL Robotics nel 2004 ha introdotto il primo robot umanoide completamente autonomo in Europa. Le macchine di precisione dell’azienda sono progettate per la collaborazione umana e possono essere utilizzate per attività domestiche e applicazioni industriali. 

Come modello di business, PAL Robotics garantisce che i suoi prodotti possiedano un elevato livello di personalizzazione per consentire agli utenti di integrare una gamma di parti modulari in base alle loro esigenze. I robot umanoidi dell’azienda possono essere realizzati su misura per scopi logistici, di vendita al dettaglio, di marketing, sociali, di ricerca e altri.  

La gamma di macchine dell’azienda comprende TALOS (un robot bipede alto 1,75 m che può camminare, correre, trasportare e manipolare strumenti fino a 6 kg di peso): ARI (un robot umanoide su ruote dotato di intelligenza artificiale progettato per informare e interagire con gli esseri umani); e TIAGo (un robot con braccio articolato e pinza che può essere utile in ambienti industriali o commerciali).   

Robotica Softbank

softbankrobotics.com

Per la gioia di ogni fan dei robot, Softbank Robotics ha introdotto Pepper nel 2014. Montato su ruote per la mobilità, l’umanoide di 4 piedi è il primo robot sociale al mondo che possiede la tecnologia di riconoscimento facciale. Pepper può anche identificare e rispondere in modo appropriato alle emozioni umane di base. In grado di interagire in modo proattivo con le persone, Pepper può conversare in 15 lingue tra cui inglese, arabo, francese e spagnolo. 

Sin dal suo lancio, Pepper è stata adottata da migliaia di aziende e organizzazioni in tutto il mondo come assistente, usciere, guida e agente di portineria affidabile. Ad oggi, più di 25.000 unità di Peppers e NAO (il primo robot bipede commerciale di Softbank Robotics) sono state utilizzate da clienti in 70 paesi e in vari settori tra cui vendita al dettaglio, istruzione, assistenza sanitaria e turismo. 

Con uffici a Tokyo, Shanghai, San Francisco, Boston e Parigi, SoftBank Robotics costituisce la holding del Gruppo Softbank per la sua attività di robotica. Softbank Robotics ha raccolto un totale di 263 milioni di dollari da un round di finanziamento. La sua società madre, Softbank Group, è la seconda società quotata in borsa in Giappone dopo Toyota e una delle più grandi al mondo.   

Società di robot ombra

shadowrobot.com

Bisogno di una mano? Shadow Robot Company ha esattamente ciò di cui hai bisogno. 

Fondata nel 1987, Shadow Robot, con sede a Londra, costruisce macchine e sistemi altamente articolati basati sulla fisiologia e funzionalità delle mani umane. Affilati e progettati con precisione nel corso degli anni, i prodotti dell’azienda soddisfano un requisito di nicchia per le aziende e le organizzazioni che necessitano di robotica sofisticata con destrezza avanzata per eseguire attività complesse in ricerche sensibili, condizioni pericolose o ambienti di lavoro remoti. Le mani robotiche di Shadow possono essere costruite come sistemi autonomi o teleoperati. 

Il Tactile Telerobot, l’ultimo prodotto di Shadow, è la prima mano telerobotica aptica al mondo. Il sistema consente a un operatore umano remoto da qualsiasi parte del mondo di manipolare un oggetto distante; e invia un feedback tattile realistico per facilitare i movimenti della mano robotica con precisione chirurgica. Il Tactile Telerobot è stato elogiato da osservatori del settore tra cui il CEO di Amazon Jeff Bezos. 

Robotica UBTECH

ubtrobot.com

Dopo aver raccolto quasi un miliardo di dollari (940 milioni di dollari) in 4 round di finanziamento, UBTech Robotics, con sede a Shenzhen, ha le carte in regola per portare a termine la sua missione: portare un robot in ogni casa e azienda. Dalla sua fondazione nel 2012, ha fatto molto di più, spingendo Fast Company a includere UBTech tra le sue 20 migliori aziende più innovative nel 2019 .

UBTech Robotics sviluppa tecnologie AI e costruisce robot umanoidi per varie applicazioni, con una rete globale di distributori. Tra i suoi prodotti degni di nota vi sono WalkerX (un robot umanoide autonomo altamente mobile in grado di navigare su terreni difficili e rispondere alle emozioni umane); Cruzr (un robot di servizio su ruote basato su cloud che può essere utilizzato in banche intelligenti, negozi al dettaglio, hotel, cliniche e ambienti abilitati per il cloud); e AimBot (un robot su ruote con multisensori e sistema di comunicazione). 

Nel 2018 i robot di UBTech (1.372 unità Alpha S1) sono stati utilizzati da Telecom Italia Mobile per stabilire un Guinness dei primati per il maggior numero di robot danzanti in un unico evento. Nel 2020, i robot dell’azienda hanno assistito gli operatori sanitari a Shenzhen durante la pandemia di COVID-19.

Tencent, ICBC, Haier e Green Pine Capital Partners sono alcuni dei principali investitori di UBTech. 

Macco Robotica

maccorobotics.com

Robot cassieri, baristi e assistenti di cucina sono già tra noi. 

Grazie ad aziende come Macco Robotics, con sede a Siviglia, i simpatici robot umanoidi ora lavorano come server di cibo, gestori di chioschi e instancabili preparatori di cibo e bevande in bar, caffè e ristoranti alla moda in tutto il mondo.   

Costituita nel 2013, Macco Robotics è un’azienda tecnologica focalizzata sulla creazione di soluzioni creative per i settori alimentare, delle bevande e dell’ospitalità. Con la carenza di personale umano e la necessità di flussi di lavoro e ambienti ultra-igienici durante la pandemia di COVID-19, il business case per i prodotti firmati Macco è diventato solo più solido.  

Tra i robot più venduti di Macco ci sono Kime (un chiosco robotico umanoide che serve direttamente cibo e bevande ai consumatori); Cart (una piattaforma autonoma su ruote in grado di preparare e servire pasti e bevande in movimento); e DBot (una piattaforma mobile automatizzata in grado di “disinfettare” l’ambiente circostante e “fornire” il servizio in ristoranti ed eventi molto frequentati).   

Macco Robotics ha raccolto 188,7 mila dollari in tre round di finanziamento e ha uffici a Siviglia, Madrid, Barcellona, ​​Londra e Dubai.

Robotica dell’agilità

agilityrobotics.com

Come suggerisce il nome, Agility Robotics si concentra sulla progettazione e costruzione di robot completamente articolati per varie applicazioni del mondo reale. Fondata nel 2015, l’azienda ha lanciato il suo primo robot bipede, Cassie nel 2017; seguito dal Digit più umano nel 2020. Digit può camminare, correre, salire le scale, percepire l’ambiente e trasportare manualmente carichi. Perfetto come assistente di magazzino, le capacità di Digit per qualsiasi condizione atmosferica gli consentono anche di servire all’aperto. 

Agility ha raccolto circa 28,8 milioni di dollari in tre round di finanziamento che hanno attratto investitori come Playground Global e ITIC. 

In un’intervista con IEEE Spectrum, il CTO Jonathan Hurst ha evidenziato la flessibilità e il design multiuso di Digit, affermando che la piattaforma può essere adattata a un’ampia gamma di esigenze aziendali. 

Istituto di ricerca Toyota

tri.globale

Uno dei marchi più riconoscibili e ammirati del pianeta, Toyota mantiene molte filiali, ricerche e investimenti intersettoriali oltre alla sua attività automobilistica. Il Toyota Research Institute (TRI) è l’impresa di ricerca e sviluppo dell’azienda globale incentrata su intelligenza artificiale e robotica. 

TRI è stata fondata nel 2016 dal famoso ingegnere di robotica americano James J. Kuffner Jr. 

Anche prima di TRI, Toyota ha già una storia di amore per i robot, con l’azienda che ha mostrato un robot suonatore di tromba nel 2004 che ha cantato a squarciagola il classico brano When You Wish Upon a Star . Circa un anno dopo, Toyota ha introdotto il resto della band umanoide, chiamata The Toyota Partner Robots. La band di 5 membri ha suonato musica usando batteria e trombe all’Expo mondiale del 2005 ad Aichi, in Giappone. 

Nel 2017 Toyota ha introdotto T-HR3 , un robot telecomandato in grado di replicare a distanza i movimenti di una persona connessa. Progettato per i viaggi nello spazio, una versione successiva di T-HR3 utilizza la tecnologia 5G per il controllo remoto su una distanza fino a 10 km. T-HR3 è una macchina umanoide bipede con testa dotata di sensore e arti completamente articolati.  

Tesla

tesla.com

Più nota per gli eleganti veicoli elettrici e per il suo stravagante CEO Elon Musk, Tesla è un’azienda da trilioni di dollari che guida la corsa verso la mobilità elettrica e la generazione di energia pulita. 

Sfruttando i suoi successi nella tecnologia del chip FSD (Full Self-Driving) e negli algoritmi di autonomia, la divisione Intelligenza artificiale e pilota automatico dell’azienda ha iniziato a sviluppare il Tesla Bot . In un evento stampa dell’agosto 2021, Elon Musk ha svelato i piani per il robot umanoide snello da 5 piedi e 8 pollici alimentato dall’IA del pilota automatico, dai computer, dalle fotocamere e dalle batterie di Tesla. 

Appositamente progettato per essere un servitore a tutto tondo, il Tesla Bot può gestire attività ritenute rischiose, noiose o noiose dagli umani. Per ridurre la minaccia di un’apocalisse distopica uomo contro macchina, il robot è stato deliberatamente ridimensionato in termini di dimensioni e forza. 

Sebbene il Tesla Bot possa un giorno diventare un giardiniere residente, un tecnico o un cuoco, è ancora in fase di sviluppo e la data di rilascio per la versione commerciale è ancora oltre l’orizzonte. 

Promobot

promo-bot.ai

A giudicare dal successo al botteghino di film di robot come Terminator e dalla popolarità di singole macchine umanoidi come C3PO e Bumblebee, il mercato è più che pronto ad abbracciare i robot del mondo reale progettati per la promozione del marchio. 

Promobot è semplicemente il prossimo passo logico – e molto probabilmente redditizio – nel processo. Costituita nel 2015, Pormobot produce robot umanoidi autonomi per la fornitura di servizi in unità aziendali orientate alle persone o rivolte ai clienti.  

Le aziende possono utilizzare Promobot per integrare o sostituire il personale umano eseguendo attività e flussi di lavoro noiosi. In grado di collegarsi con i sistemi digitali esistenti di un’azienda (database, servizi online, ecc.), Promobot può lavorare come promotore del marchio o del prodotto, agente di portineria, assistente del servizio clienti, guida turistica, personale amministrativo, guardia di sicurezza o assistente medico. Sempre allegro e pronto ad aiutare, Promobot può scansionare documenti, emettere biglietti e intrattenere i clienti.

In quattro round di finanziamento, Promobot ha raccolto circa 8,1 milioni di dollari, con le russe Vostok Ventures e FASIE tra i suoi ferventi investitori. 

Tecnologia Qihan

sanbot.co.uk

Qihan Technology, con sede a Shenzhen, progetta e sviluppa un’ampia gamma di prodotti digitali, ma è principalmente conosciuta come un produttore leader di sistemi e soluzioni di sorveglianza CCTV. Costituita nel 2006, l’azienda ha lanciato il suo primo robot commerciale, chiamato Sanbot Elf, all’IFA 2016 di Berlino. Il robot umanoide su ruote utilizza l’intelligenza artificiale e si collega a sistemi basati su cloud per eseguire diverse attività e fornire un’ampia gamma di servizi.

I prossimi due robot di Qihan, Sanbot King Kong e Sanbot Nano, completano un portafoglio completo in grado di soddisfare diverse esigenze nei settori domestico, dell’istruzione, della sicurezza, della sanità, della vendita al dettaglio e di altri settori. Tutte le varianti di Sanbot sono flessibili e personalizzabili per adattarsi alle esigenze operative di una casa o di un’azienda.  

Affermando la commerciabilità del prodotto, le unità Sanbot sono già state impiegate negli ospedali e negli aeroporti cinesi (incluso Shenzhen International). Secondo il sito Web del distributore nel Regno Unito, le unità e i sistemi Sanbot sono disponibili per l’acquisto o il noleggio. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: