cronaca

Le nuove uscite a fumetti della settimana

Una fuga da un harem, l’autobiografia di un maestro del fumetto italiano, la nuova opera di una celebre autrice per ragazzi, e una saga post-apocalittica in procinto di diventare una serie tv. Ecco le migliori uscite degli ultimi giorni

Un’altra settimana di grandi fumetti e grandi autori dal panorama italiano e internazionale attende gli appassionati in libreria, fumetteria e nei negozi online.

Dalle vicende femministe ante-litteram di due sorelle in fuga da un harem all’autobiografia di un maestro del fumetto italiano, dalla nuova opera di una talentuosa autrice norvegese di storie per ragazzi sino a una saga post-apocalittica dall’America in procinto di diventare una serie tv, ecco le 5 migliori novità uscite negli ultimi giorni.

1. Evase dall’harem, di Sara Colaone, Didier Quella-Guyot, Alain Quella-Villegér

Nella Costantinopoli d’inizio ‘900. Sotto un cielo plumbeo, le sorelle Zennur e Nuryé superano i controlli dei documenti alla stazione dei treni, partendo così alla volta di Parigi. Le due donne sono in fuga: con l’aiuto dell’amica Mirième stanno fuggendo dai rispettivi matrimoni combinati e da una vita segregata in un harem.

La loro fuga inizia a bordo del leggendario Orient-Express ed è destinata a diventare uno dei più grandi scandali dell’Impero Ottomano. Le due donne, infatti, sono figlie di un dignitario e collaboratore di Abdul-Hamid II, il sultano in persona. Come due Thelma e Louise ante-litteram, le sorelle sono disposte a tutto pur di non farsi prendere, e la loro fuga guadagna ben presto le prime pagine dei giornali.

Gli intellettuali d’Europa seguono con partecipazione e passione le peripezie di Zennur e Nuryé, incluso Pierre Loti, scrittore francese che si lascia incantare dalle due sorelle e decide di trasporne le vicende in un romanzo best-seller, cui infine si è ispirata questa graphic novel (Oblomov, 128 pp, 19 euro).

2. A figura intera, di Milo Manara

L’Italia vanta alcuni tra i più grandi talenti mondiali del fumetto, e Milo Manara è sicuramente tra questi. Con oltre 50 anni di carriera alle spalle, la sua storia personale e professionale è intrecciata indissolubilmente con quella della narrativa illustrata italiana, ma anche del cinema e delle belle arti.

A figura intera è la prima autobiografia di Milo Manara. Qui il maestro del fumetto, noto per la sua raffigurazione sensuale del corpo femminile, racconta sé stesso, la propria arte e la propria vita. A partire dall’infanzia, dall’amore per il disegno, dal primo incontro con il fumetto sino alla gavetta nei tascabili sexy, il Sessantotto, l’amicizia con Hugo Pratt e con Federico Fellini, con il quale Milo Manara realizza storie e condivide progetti e sogni.

Un libro imperdibile per gli amanti di Manara e del fumetto italiano, accompagnato da bozzetti, studi, tavole e illustrazioni, oltre a una serie di aneddoti inediti e affascinanti (Feltrinelli Comics, 224 pp, 20,90 euro).

3. Ho trovato il mio posto nel mondo, di Jenny Jordahl

Janne frequenta la scuola media e ha qualche chilo di troppo. Glielo fanno notare i parenti e, ovviamente, i compagni di classe, sempre alla ricerca di qualcuno da prendere in giro. Il suo rapporto con il cibo diventa uno di amore e odio, sinché i suoi genitori non le propongono di iniziare a dimagrire e le offrono una piccola paghetta per ogni chilo perso.

Sarà l’inizio di una spirale negativa per Janne, che riuscirà a dimagrire, sì, ma a quale prezzo? Le umiliazioni subite dai compagni e dalle ex-amiche crudeli saranno nulla in confronto a quello che una distorta coscienza di sé le sussurrerà dinanzi ad ogni pasto e merenda.

Una graphic novel che affronta con coraggio un tema complesso, vincitrice del Brageprizsenil più importante premio letterario norvegesenella categoria Ragazzi. L’autrice, Jenny Jordahl, ha illustrato oltre 20 libri, tra cui il graphic novel Donne senza paura, ricevendo diversi riconoscimenti, inclusi il premio del ministero della Cultura per la letteratura per ragazzi e il BolognaRagazziAward nel 2019 (edizioni Sonda, 208 pp, 18 euro).

4. Black Terror, di Mido Matsuri

Se mai la Famiglia Addams dovesse trasferirsi, probabilmente cerchere rifugio nella strana, inquietante città che è la vera protagonista dei racconti di Mido Matsuri. Una metropoli, forse un piccolo paese – difficile a dirsi, ma di certo la culla della follia umana.

Fra le sue strade si aggira una collezione di strani personaggi. Un collezionista di foto di occhi terrorizzati; uno studente che vuole trasformare la propria pelle nella copertina di un libro ed è in cerca dell’anima gemella; una bambina che dà la caccia ai ratti; un serial killer appassionato di scarpe, e tanti altri ancora.

L’antologia di una mangaka misteriosa, in bilico tra horror, slice of life e humor nero, riservata a chi condivide il gusto del grottesco e del nonsense (001 Edizioni, 176 pp, 12, 90 euro).

5. Sweet tooth, di Jeff Lemire

Il mondo è sconvolto da un’apocalittica pandemia (tanto per cambiare) che miete migliaia di vittime, porta al collasso la società e genera una nuova razza di bambini ibridi per metà umani e per metà animali.

Gus è uno di questi ragazzi, dotato di un paio di corna e orecchie da cervo. Suo padre lo ha cresciuto in isolamento in un parco nazionale, per tenerlo al sicuro da chi dà la caccia ai bambini ibridi e da un mondo sprofondato nella barbarie.

Alla morte del genitore, Gus incontrerà un misterioso vagabondo dalla stazza gigantesca, che prometterà di aiutarlo e lo coinvolgerà in un viaggio mozzafiato attraverso l’America e alla ricerca di un rifugio segreto, l’unico luogo in cui gli ibridi possono essere sono al sicuro.

Torna, raccolta in volumi, un’acclamata saga a fumetti da cui verrà tratta presto una serie tv targata Netflix (Panini Comics, 128 pp, 13 euro).

Potrebbe interessarti anche

0 comments on “Le nuove uscite a fumetti della settimana

Leave a Reply

%d bloggers like this: