L’esperto Cristian Nardi sul Gang Stalking



Cristian Nardi è il un regista, studioso del fenomeno Gang Stalking in italiano, impegnato su un progetto ambizioso:  realizzando  il primo DOCU FILM  tratto da racconti reale in tutta Italia:  esperto in Stalking di gruppo, oggi si parla  dell’operazione Vigilant Eagle è uno sforzo delle forze dell’ordine americane guidato dall’FBI volto a identificare e prevenire la violenza dei suprematisti bianchi e dei “gruppi estremisti di milizie/cittadini sovrani”. L’operazione è stata menzionata per la prima volta nel Wall Street Journal nell’aprile 2009.

L’operazione Vigilant Eagle esiste come parte di un più ampio sforzo di sicurezza nazionale per prendere di mira individui associati a gruppi estremisti di “ala sinistra” e “ala destra”. L’esempio include membri di (Tea Party Movements), milizie civili (Occupy Movements) e altri gruppi antigovernativi. In alcuni casi gli obiettivi sono stati etichettati come malati di mente con “disturbo di sfida oppositiva”, e più casi mostrano che i veterani sono presi di mira dall’inizio dell’operazione Vigilant Eagle e la causa potrebbe essere semplice come pubblicare testi di canzoni controverse e opinioni politiche su Facebook.

https://en.wikipedia.org/wiki/Operation_Vigilant_Eagle

Il seguente articolo di Veterans News è un’eccellente sinossi dello stalking di gruppo da parte di un avvocato con ampi contatti con il governo e che è il preside di uno studio legale i cui casi vanno dai diritti civili agli affari internazionali. Le seguenti citazioni, provenienti dall’ex professore di giustizia penale al John Jay College di New York, un college preferito dal NYPD e da altre forze dell’ordine, sono molto rivelatrici:

“la Gang Stalking ha molte somiglianze con il mobbing sul posto di lavoro, ma si svolge fuori, dove l’obiettivo è seguito e posto sotto sorveglianza da gruppi di spie/spia civili organizzati 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno. Gli individui presi di mira vengono molestati in questo modo per mesi o anni prima di rendersi conto di essere presi di mira da un programma organizzato di molestie da gang-stalking. Questo è molto simile a quello che è successo a molti individui innocenti nell’ex Germania dell’Est o ad attivisti e dissidenti nell’ex Unione Sovietica. Molte persone innocenti nell’ex Germania dell’Est sarebbero state prese di mira per questi programmi di molestie, e quindi i loro amici, la famiglia e la comunità in generale sarebbero stati usati per monitorarli, perseguirli e molestarli. Nell’ex Unione Sovietica è stato utilizzato dallo stato per prendere di mira attivisti, dissidenti politici,

“Gli obiettivi possono essere scelti per molte ragioni: (1) opinioni politiche; (2) denuncia di irregolarità; (3) dissidenza politica; (4) far valere i diritti sul lavoro; (5) fare il nemico sbagliato; (6) troppo esplicito; (7) indagare su qualcosa che lo stato non vuole indagare; (8) firmare una petizione; (9) scrivere una lettera; (10) essere “sospettoso” da parte di una spia/spia civile; o (11) essere una minoranza religiosa/etnica/razziale.

L’obiettivo del programma di stalking organizzato sanzionato dallo stato della COPS è isolare l’obiettivo da tutte le forme di supporto, in modo che l’obiettivo possa essere impostato in futuro per l’arresto, l’istituzionalizzazione o il suicidio forzato. Altri obiettivi di queste molestie sono distruggere la reputazione e la credibilità degli obiettivi e far sembrare l’obiettivo “pazzo” o instabile.

Il processo spesso comporta la sensibilizzazione del target agli stimoli quotidiani come forma di controllo, che viene utilizzata per controllare i target quando “escono fuori linea”. I bersagli di queste molestie diventano vulnerabili e indigenti e spesso diventano senzatetto, senza lavoro, hanno un esaurimento nervoso, sono spinti al suicidio, in modo simile agli obiettivi del COINTELPRO bandito. Il governo elimina i percepiti “nemici dello stato” in questo modo.

Quando un bersaglio si sposta o cambia lavoro, le molestie continuano.

Ogni volta che l’obiettivo si muove, la stessa diffamazione, menzogna, diffamazione e calunnia verranno diffuse e le molestie sistematiche continueranno. La diffamazione online, la diffamazione e la calunnia su Internet hanno reso molto più facile questa continuazione dello stalking di gang della COPS”.

Che questi diffusi crimini contro l’umanità siano stati riportati da fonti credibili, che siano essenzialmente gli stessi dei crimini nazisti, della Stasi e del KGB e che ci sia un blackout mediatico piuttosto che un’indagine adeguata, la dice lunga sul potere incontrollato del agenzie di intelligence e polizia locale controllata. La maggior parte dei giudici federali e la maggior parte del Congresso sono soggetti al ricatto dell’FBI per crimini che vanno da corruzione, frode e abuso di donazioni elettorali, frode fiscale, uso di droghe, condiscendenza verso le prostitute, aggressioni sessuali e pedofilia (si noti che molti di questi crimini sono stati accusati di entrambi i candidati alla presidenza del 2016 e le loro campagne).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: