cronaca

Lidl lancia le scapre fatte con la plastica recuperata dagli oceani

lidl-lancia-le-scapre-fatte-con-la-plastica-recuperata-dagli-oceani

Dopo il successo delle sneakers colorate, Lidl Italia propone il modello Crivit Ocean Bound, con plastica da bottiglie riciclate o recuperata dai mari. Il costo: 14,99 euro. Diventerà un cult?

Le scarpe Crivit Ocean Bound (foto: Lidl Italia)

Dopo le sneakers multicolor (andate a ruba e rivendute a prezzi esorbitanti su eBay), Lidl Italia tenta la carta green e lancia la sua prima collezione di scarpe sostenibili. Da domani 6 maggio, negli oltre 680 negozi italiani, sono disponibili le nuove Crivit Ocean Bound, realizzate dal marchio sportivo di Lidl (Crivit appunto). La loro particolarità? Sono fatte in parte con bottiglie di plastica riciclate e in parte con rifiuti di plastica recuperati dagli oceani.

Disponibili in tre colori, rosa, grigio e nero, sia per adulti sia per bambini (rispettivamente al prezzo di 14,99 euro e 12,99 euro), hanno un design moderno e minimal. E sono totalmente prodotte, spiega la nota che le presenta, con plastica riciclata. Il 75 per cento della loro componente tessile, a maglie traspiranti, deriva da bottiglie di plastica Pet riciclata in modo convenzionale: a seconda della taglia, per ogni paio di scarpe vengono recuperate dalle 11 alle 16 bottiglie.

Il restante 25 per cento del tessuto, invece, utilizza la cosiddetta Ocean Bound Plastic, vale a dire rifiuti plastici raccolti su spiagge, isole o zone costiere, nel caso specifico dell’Asia. Il lancio delle scarpe rientra nel programma REset Plastic, la campagna internazionale per la riduzione della plastica portata avanti dalla catena tedesca di discount. Vedremo se l’entusiasmo dei fan per le Crivit Ocean Bound sarà pari a quelle che, lo scorso novembre, ha portato gli italiani ad accalcarsi nei punti vendita – anche quelli che allora erano in zona rossa – per le sneaker.

Potrebbe interessarti anche

0 comments on “Lidl lancia le scapre fatte con la plastica recuperata dagli oceani

Leave a Reply

%d bloggers like this: