Sanità

Linfonodi ingrossati: cause, sintomi e trattamento.

linfonodi-ingrossati:-cause,-sintomi-e-trattamento.

Linfonodi ingrossati. Cosa sono? C’è da preoccuparsi? Ecco cause, sintomi e trattamento di uno dei segni principali del nostro sistema immunitario.

Di solito, i linfonodi ingrossati non sono motivo di preoccupazione. Sono semplicemente un segno che il tuo sistema immunitario sta combattendo un’infezione o una malattia. Ma se sono ingranditi senza una causa evidente, consulta il tuo medico per escludere qualcosa di più serio.

Cosa sono i linfonodi?

I linfonodi sono piccole ghiandole che filtrano la linfa, il fluido limpido che circola attraverso il sistema linfatico. Diventano gonfie in risposta a infezioni e tumori. Il fluido linfatico circola attraverso il sistema linfatico, che è costituito da canali in tutto il corpo simili ai vasi sanguigni.

Cosa sono i linfonodi ingrossati?

Quando non ti senti così bene, come se stessi venendo giù con qualcosa, potresti notare un po’ di gonfiore ai lati del collo. Quei grumi probabilmente si sentono morbidi e teneri al tatto e possono anche ferire un po’.

I linfonodi ingrossati (o ciò che i medici chiamano linfoadenopatia) sono comuni e in realtà sono una buona cosa. Il gonfiore in questi linfonodi delle dimensioni di un pisello o di un fagiolo è una delle reazioni naturali del tuo corpo a malattie o infezioni. Ciò dice ai medici che il sistema immunitario sano e robusto del tuo corpo sta lavorando per eliminare le infezioni e/o invadere virus o batteri.

Molte persone le chiamano ghiandole ingrossate, anche se in realtà non sono ghiandole, ma fanno parte del sistema linfatico. Uno dei sistemi meno conosciuti del tuo corpo, ha il compito di bilanciare i livelli di liquidi.

Le tue ghiandole gonfie agiscono come filtri che aiutano il tuo corpo a liberarsi di germi, cellule o altri corpi estranei che passano attraverso il fluido linfatico (un fluido limpido o leggermente giallastro composto da globuli bianchi, proteine ​​e grassi).

Quali sono le cause dei linfonodi ingrossati?

La causa più comune di gonfiore dei linfonodi nel collo è un’infezione delle vie respiratorie superiori, che può richiedere da 10 a 14 giorni per risolversi completamente. Non appena inizi a sentirti meglio, anche il gonfiore dovrebbe diminuire, anche se potrebbero essere necessarie alcune settimane in più per scomparire completamente.

Altri batteri e virus che possono causare il rigonfiamento dei linfonodi includono:

  • Raffreddore e influenza;
  • Infezioni del seno;
  • Mal di gola;
  • Ferite della pelle;
  • Mononucleosi.

I tuoi linfonodi si ingrandiscono quando più cellule del sangue vengono a combattere un’infezione invadente. Essenzialmente si accumulano tutti, causando pressione e gonfiore.

Spesso, i linfonodi che si gonfiano saranno vicini al sito dell’infezione (ciò significa che una persona con mal di gola potrebbe sviluppare linfonodi ingrossati nel collo).

Come vengono diagnosticati i linfonodi ingrossati?

I linfonodi ingrossati non sono una malattia, sono un sintomo. Di solito, diagnosticarli significa individuare la causa del gonfiore.

Oltre a un esame fisico regolare e all’anamnesi, il medico valuterà i linfonodi ingrossati per:

  • Dimensione;
  • Dolore o tenerezza quando viene toccato;
  • Consistenza (dura o gommosa);
  • Stuoia (se si sentono uniti o si muovono insieme).

Posizione (malattie specifiche possono essere legate a dove si trovano i linfonodi ingrossati nel tuo corpo).

Il tuo medico si assicurerà che i tuoi linfonodi ingrossati non siano causati da nessuno dei tuoi farmaci. Alcuni farmaci, come il farmaco antiepilettico fenitoina (Dilantin®) possono causare l’ingrossamento dei linfonodi.

I medici si preoccupano solo dei linfonodi ingrossati quando si ingrandiscono senza una ragione apparente. Quindi, se hai un’area ampia e gonfia ma non ti senti male e di recente non hai avuto raffreddore, influenza, infezione delle vie respiratorie superiori o infezione della pelle, avrai bisogno di ulteriori test, come analisi del sangue, scansioni di immagini o un biopsia.

In rare situazioni, i linfonodi ingrossati possono persino indicare il cancro, in particolare il linfoma (tumore del sistema linfatico). Altre cause meno comuni di linfonodi ingrossati includono lesioni, AIDS e cancro che si diffonde dai linfonodi a un’altra parte del corpo.

Come vengono trattati i linfonodi ingrossati?

Se i linfonodi ingrossati si trovano solo in una zona del tuo corpo si parla di linfonodi ingrossati localizzati. E la maggior parte delle volte hai un virus, quindi non c’è davvero bisogno di cure e farà il suo corso. I nodi si ridurranno gradualmente alla loro dimensione normale.

Per alcune infezioni (come l’occhio rosa o la tinea), il medico può prescrivere un antivirale o un antibiotico per risolverlo.

Quando i linfonodi ingrossati si trovano in due o più aree (linfonodi ingrossati generalizzati), di solito indica una malattia sistemica più grave (nel senso che è su tutto il corpo).

Questi sono di ampio respiro e includono:

  • Malattie autoimmuni (come il lupus o l’artrite reumatoide);
  • Toxoplasmosi;
  • Infezioni sessualmente trasmissibili (come l’HIV o la sifilide);
  • Infezioni batteriche (come la malattia di Lyme o la febbre tifoide);
  • Infezioni virali (come il morbillo o Epstein-Barr);
  • Tumori (come linfoma o leucemia).

Queste condizioni richiederanno trattamenti più aggressivi per un periodo di tempo più lungo. I tuoi linfonodi ingrossati potrebbero non tornare alle loro dimensioni normali fino al termine del trattamento.

Come alleviare il dolore dei linfonodi ingrossati.

Potresti sentirti un po’ dolorante e tenero. Prova a usare un impacco caldo (come un calzino di riso per microonde o un cuscinetto riscaldante simile) e farmaci antidolorifici da banco come l’ibuprofene (Advil®, Motrin®) e il paracetamolo (Tylenol®). Questi trattamenti non ridurranno i nodi, ma ti aiuteranno ad alleviare temporaneamente il dolore fino a quando il tuo corpo non combatterà con successo l’infezione o la malattia.

I linfonodi ingrossati sono contagiosi?

No, i linfonodi ingrossati non sono contagiosi. Non puoi semplicemente catturarli. Ma se sono stati causati da un virus contagioso (come raffreddore e influenza), puoi diffonderli alla tua famiglia e agli altri intorno a te.

Puoi prevenire i linfonodi ingrossati?

Non vorrai prevenire i linfonodi ingrossati. Sono un segno che il tuo corpo sta combattendo un’infezione o una malattia. Se odi il disagio di avere i linfonodi ingrossati, la soluzione migliore è prendere ulteriori misure per evitare di contrarre virus comuni attraverso:

  • corretto lavaggio delle mani;
  • evitare di toccarsi gli occhi e il naso;
  • stare lontano da chi è malato;
  • disinfettare le superfici di casa o di lavoro;
  • dormire a sufficienza, mangiare sano e fare esercizio.

Quando dovrei preoccuparmi dei linfonodi ingrossati?

La maggior parte dei linfonodi ingrossati non è motivo di preoccupazione e scomparirà quando l’infezione si risolve.

Rivolgiti al medico se hai uno dei seguenti sintomi che potrebbero indicare che sta succedendo qualcosa di più serio:

  • Linfonodi di diametro superiore a 1 pollice;
  • Nodi molto dolorosi, duri, fissati alla pelle o in rapida crescita;
  • Nodi che drenano pus o altre sostanze;
  • Sintomi come perdita di peso, sudorazione notturna, febbre di lunga durata, affaticamento, difficoltà respiratorie;
  • Nodi gonfi vicino alla clavicola o alla parte inferiore del collo (questo spesso indica il cancro);
  • Pelle arrossata o infiammata sui linfonodi ingrossati.

I linfonodi ingrossati sono mai fatali?

No, i linfonodi ingrossati non sono fatali. Da soli, sono semplicemente un segno che il tuo sistema immunitario sta combattendo un’infezione o una malattia.

Tuttavia, in rari casi, i linfonodi ingrossati possono indicare condizioni gravi, come il cancro del sistema linfatico (linfoma), che potrebbe essere potenzialmente fatale.

%d bloggers like this: