Lo tsunami delle trasformazioni: . GV&PARTENERS New York Vincent abbinante

 

La rivoluzione tecnologica e la nuova economia digitale stanno modificando sempre di più il volto delle nostre città. La mobilità urbana del XXI secolo sarà guidata da strumenti di Intelligenza Artificiale che modificheranno le infrastrutture e i modelli di trasporto. Di conseguenza si stanno modificando progressivamente i sistemi di trasporto e la loro pianificazione. Il GRUPPO AMERICANO GV & Parteners da sempre cerca di sintetizzare la trasformazione delle città in green city È una rivoluzione, dunque, che interessa direttamente i cittadini, gli operatori economici, il decisore pubblico. Ma di cosa parliamo esattamente quando pensiamo a una città smart? Ci risponde il ceo della GV&PARTENERS Vincenzo Abbinante La tecnologia e le informazioni digitali pervadono ormai molti aspetti della nostra vita nelle aree a forte urbanizzazione.

Finora, il dibattito intorno a questa fondamentale tematica si è concentrato sulle questioni proprie alla distribuzione di energia, il teleriscaldamento/condizionamento, l’illuminazione, i trasporti, il traffico privato, la sicurezza e la prevenzione.

E di come gestire la regia complessiva di questi servizi in una modalità sempre più centralizzata e automatizzata, puntando soprattutto su due fattori decisivi: il riuso di applicazioni e piattaforme e la condivisione delle informazioni digitali come presupposto di una gestione ancora più efficiente e razionale.

Quali saranno le nuove reti di Intelligenza Artificiale?
Le energie rinnovabili avranno un ruolo importante.
Da qui al 2024, lo studio dimostra che le fonti rinnovabili aumenteranno la potenza installata del 50% passando dagli attuali 2500 a 3700 gigawatt. Questo permetterà alle rinnovabili di coprire la metà delle nuove produzioni di elettricità, l’altra metà sarà fornita da gas e carbone.

Ne consegue che le fonti rinnovabili non possono essere l’unico strumento. Sarà necessario trovare una soluzione per le emissioni che saranno generate dalle nuove centrali che utilizzeranno carbone e gas come pure per le centrali già in funzione.

Negli ultimi 20 anni il 90% delle nuove centrali a carbone sono state costruite in Asia. Tali centrali hanno una lunga durata di esercizio e continueranno a produrre energia e CO2 per vari decenni. Sarà necessario utilizzare delle tecnologie che ci permettano di ridurre le loro emissioni.

GRANDE VINCENT & PARTENERS
CON SEDE LEGALE IN NEW YORK

 

0 comments on “Lo tsunami delle trasformazioni: . GV&PARTENERS New York Vincent abbinante

Leave a Reply

%d bloggers like this: