lutto-per-giulia-salemi-e-la-sua-famiglia:-“ora-mia-nonna-ha-bisogno-di-me”

Lutto per Giulia Salemi e la sua famiglia: “Ora mia nonna ha bisogno di me”

Giorgi tristi per la famiglia di Giulia Salemi. L’influencer ex concorrente del Grande Fratello Vip è in lutto: è venuto a mancare lo zio Gilberto Barbieri, all’età di 85 anni. L’uomo è morto il 12 giugno, come si vede nelle Instagram Stories della Salemi: “Ciao, Zio Gilberto. Riposa in pace”. Sarebbe il fratello della nonna, a quanto si desume dalle sue parole.

La visita alla nonna Giulia

Giulia è infatti andata a far visita allo zio e ha pubblicato un’immagine della cappella di famiglia, dov’è stato seppellito, ricordando anche il nonno Giuseppe che non c’è più: “E un saluto al mio nonno Pino che mi manca tanto“. Nelle Storie, c’è anche l’immagine di un abbraccio affettuoso alla nonna da cui ha ereditato il nome: “Oggi sono venuta dalla mia nonna Giuly che ha bisogno di me“. Nella Casa del Grande Fratello Vip, Giulia aveva spiegato di essere legatissima alla nonna paterna, che per giunta lo scorso marzo ha subito un ricovero in ospedale.

La famiglia di Giulia Salemi

La Salemi è originaria di Piacenza ed è per metà italiana, da parte di papà, e per metà iraniana: la madre, Fariba Tehrani, è famosa quanto lei e ha appena partecipato all’Isola dei famosi. Da mamma Fariba Giulia ha ereditato la verve e la voglia di fare tv; ben più discreta è la famiglia paterna, con cui la Salemi ha ottimi rapporti. I suoi genitori hanno divorziato quando aveva 16 anni, ma Giulia è molto legata sia alla mamma sia al papà Mario. Nonna Giulia è stata una presenza fondamentale per lei: “Sono cattolica, mia madre è musulmana ma molto aperta mentalmente. La domenica andavo sempre a messa, mia nonna paterna Giulia mi ha insegnato tutte le preghiere“, raccontò la Salemi dopo il GFVip. Nella Casa, spiegò:

Mia nonna sta soffrendo il fatto di invecchiare. Ha tanti problemi fisici e bisogna essere comprensivi perché i nonni ritornano un po’ bambini. Mia nonna non ha una borsa firmata, ha fatto un viaggio nella sua vita. La vita non è stata generosa con lei, con tre figli e il solo stipendio di mio nonno. Lui è morto 15 anni fa, lei è andata in depressione. Quando i miei si sono separati, l’unica cosa cui mi aggrappo come famiglia è lei, per il resto questa parola non significa nulla per me. Lei è l’unica con cui ho dei ricordi, che significa casa. Perché non ho più la casa dell’infanzia, la cameretta. Nonna Giuly è l’unica che mi ricorda la parola famiglia, devo stare più tempo con lei.

%d bloggers like this: