Redazione

M5s e Rousseau trovano l’accordo, Conte: “Abbiamo i dati degli iscritti. Giugno segna l’inizio del nostro ‘secondo tempo’”

m5s-e-rousseau-trovano-l’accordo,-conte:-“abbiamo-i-dati-degli-iscritti.-giugno-segna-l’inizio-del-nostro-‘secondo-tempo’”

Il M5s e l’associazione Rousseau hanno raggiunto l”intesa per la consegna dei dati degli iscritti alla piattaforma. “Il tempo dell’attesa e dei rinvii è finito, il Movimento 5 Stelle entra, forte delle sue radici, in una nuova storia”, scrive su Facebook l’ex premier Giuseppe Conte, annunciando la fine della trattativa con Davide Casaleggio: “Giugno segna l’inizio del nostro ‘secondo tempo’: siamo finalmente in possesso dei dati degli iscritti ed è stato raggiunto l’accordo con l’associazione Rousseau”, si legge nel post del leader in pectore dei Cinquestelle.

L’annuncio mette fine a una trattativa ormai in corso da settimane, che è arrivata a una svolta il primo giugno scorso, quando il Garante della privacy ha ordinato all’associazione presieduta da Davide Casaleggio di consegnare tutti i dati personali degli iscritti al M5s entro 5 giorni. Il provvedimento è stato adottato d’urgenza all’esito dell’istruttoria avviata dal Garante dopo la segnalazione presentata dal M5s. Lo schema dell’intesa, come ha raccontato Il Fatto Quotidiano in edicola, dovrebbe prevedere l’impegno di Rousseau a evitare un’eventuale causa in sede civile, ottenendo in cambio una cifra tra i 150 e i 200mila euro (l’entità sarà coperta con una clausola di riservatezza).

Con l’intesa, il nuovo M5s può definitivamente prendere forma e chiudere del tutto i rapporti con Rousseau. Nelle ultime settimane il Movimento ha infatti già provveduto a nominare i nuovi responsabili del trattamento dati: le società Corporate Advisor s.r.l. e Isa s.r.l., oltre a un notaio di Roma. Una volta ultimato il trasferimento dei dati, il M5s potrà procedere con il voto sulla nuova piattaforma per il nuovo assetto, con Conte capo politico e una segreteria a fargli da supporto, un nuovo Statuto e una Carta dei valori. Il “secondo tempo” annunciato dall’ex premier però comincerà già la prossima settimana, con un’assemblea generale dove presentare il nuovo M5s e far partire un tour dell’Italia, per rilanciare la figura di Conte e soprattutto i Cinquestelle.

“Ci siamo rivolti al Garante della Privacy, ottenendo la consegna dei dati entro 5 giorni, per avviare il nuovo percorso su un’altra piattaforma telematica, che terrà vivo il filo diretto con i nostri attivisti”, spiega Conte nel suo post, sottolineando che “dopo tanti anni di collaborazione era giusto che tutto si concludesse con un accordo. ‘I debiti non si discutono, si onorano’: avevo dato la mia parola, ho fatto seguire i fatti”. “Mi sono direttamente confrontato con Davide Casaleggio e abbiamo trovato una soluzione, che consentisse la partenza di questa nuova fase, mettendo fine alle varie pendenze e onorando i pagamenti“, ha aggiunto l’ex premier. “Le strade si dividono ma con pieno rispetto da parte nostra. Casaleggio è un nome che evocherà sempre la storia del Movimento e chi non rispetta la propria storia non rispetta se stesso”, si legge nel post.

Conte ringrazia poi Vito Crimi, il reggente che ha partecipato alla trattiva: “Abbiamo concordato un cronoprogramma e in questo periodo non si è mai risparmiato. Nei prossimi giorni il progetto politico sarà rivelato e discusso: gli iscritti con il loro entusiasmo e con le loro decisioni saranno il motore principale che ci guiderà in questa avventura”. “Ci prendiamo solo qualche giorno per verificare i dati e predisporre tutte le attività preliminari alle operazioni di voto. Subito dopo presenteremo il nuovo Statuto e la Carta dei principi e dei valori: sarà aperta una fase per le osservazioni degli iscritti ed entro la fine di questo mese ci sarà la pronuncia con un voto online prima sullo Statuto e successivamente sul nuovo leader del M5s”, spiega ancora Conte.

Che poi torna a sottolineare i capisaldi della sua azione politica: “Ci sono delle trincee che il Movimento non ha mai pensato di abbandonare: lotta alle disuguaglianze socio-economiche e alla precarietà; vicinanza ai bisogni dei giovani, delle famiglie e delle imprese; l’impegno per un futuro eco-sostenibile, per l’etica pubblica e per rafforzare la legalità contro tutte le mafie. Ne parleremo, ci confronteremo: ma questo sarà sempre il nostro terreno comune. È tempo di guardare avanti, adesso. È tempo di essere realisti ma anche di lavorare per ‘realizzare l’impossibile’: abbiamo un Paese e un futuro a cui dedicare le nostre più preziose energie. Da oggi più di ieri. Insieme”, conclude Conte.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un’informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Il blocco dei licenziamenti non piace a Bruxelles: “Inutile e controproducente”. Confindustria e Agnelli festeggiano

next

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: