Redazione

Mahmood nella bufera: “Essere gay è una scelta”. Poi cambia: “Parole mai dette”

mahmood-nella-bufera:-“essere-gay-e-una-scelta”.-poi-cambia:-“parole-mai-dette”

Mahmood al centro delle polemiche: il motivo

Sabato mattina Mahmood ha sollevato un polverone mediatico per un’intervista rilasciata al quotidiano nazionale La Repubblica. Parlando con il giornalista, il noto cantante ha detto:

“La legge Zan è una questione di dignità, di tutela dei diversi. Una legge così rende più liberi tutti, non solo chi ne viene protetto. Chi è contro l’omosessualità, cioè dice di esserlo o addirittura passa all’azione, va punito. Essere omosessuali è una scelta indipendente e libera, a volte ci si nasce proprio“. Ma andiamo a vedere nel dettaglio cos’altro ha confessato.

Il cantante criticato per delle frasi sull’omosessualità

Naturalmente, dopo le dichiarazioni fatte a La Repubblica Alessandro Mahmood è stato tempestato di critiche perché nessuno ha mai scelto il proprio orientamento sessuale. Gay o lesbica si nasce e non si sceglie di esserlo. Affermazioni che nessuno si aspettava uscissero dalla bocca del cantante, un giovane professionista che in un’intervista fatta due anni fa aveva fatto delle dichiarazioni molto forti.

“La mia è una generazione che non rileva differenze se hai la pelle di un certo colore o se ami qualcuno di un sesso o di un altro. Io sono fidanzato, ma troverei poco educata la domanda se ho una fidanzata o un fidanzato. Specificare significa già creare una distinzione”, aveva detto l’interprete di ‘Soldi’ e ‘Rapide’.

La rettifica di Mahmood a La Repubblica

Dopo due ore dalla sua intervista a La Repubblica, Mahmood ha prontamente rettificato l’intervista rilasciata prima affermando di non aver mai dichiarato che l’omosessualità sia una scelta. Quelle frasi sarebbero state scritte dal giornalista del noto quotidiano che al telefono avrebbe capito male le parole di Alessandro.

“Ieri ho fatto un’intervista su Repubblica su un tema a me molto caro, stamattina l’ho letta ed ho trovato una risposta scritta in maniera totalmente errata: io non ho mai detto che l’omosessualità è una scelta, ovviamente l’omosessualità non è una scelta, ma ci nasci. Ovviamente capita durante le interviste al telefoto di essere un po’ fraintesi”, ha fatto sapere il cantante. Infatti, se si va a controllare sul portale web del giornale in questione questa è la risposta di Mahmood: “Omosessuali ci si nasce, dichiarare di esserlo è una scelta indipendente e libera”.

L’articolo Mahmood nella bufera: “Essere gay è una scelta”. Poi cambia: “Parole mai dette” proviene da KontroKultura.

0 comments on “Mahmood nella bufera: “Essere gay è una scelta”. Poi cambia: “Parole mai dette”

Leave a Reply

%d bloggers like this: