attualità

Mazzata clienti Poste Italiane: Ricariche Postepay scalate di 50 euro per ogni operazione. Cosa fare subito per evitarlo

mazzata-clienti-poste-italiane:-ricariche-postepay-scalate-di-50-euro-per-ogni-operazione.-cosa-fare-subito-per-evitarlo

Postepay, Carte azzerate e ricarica nulla: “Attenti alla nuova truffa, non aprite questo messaggio” Postepay è una delle carte ricaricabili più utilizzata in Italia. Comoda per ricevere bonifici e stipendio ma anche per fare acquisti online ogni giorno soprattutto in vista delle feste natalizie e dei regali. Per la sua popolarità risente di un sempre maggior numero di truffe contro cui tutti i clienti devono combattere. Il furto di dati e lo svuota conto sono all’ordine del giorno a causa del nuovo fenomeno del phishing.

Come sempre si tratta di messaggi diffusi allo scopo di adescare la vittima tramite posta elettronica. Bisogna fare attenzione particolarmente in questo periodo quando le truffe sono ancora più numerose e studiate bene e principalmente quando si devono ricevere dei pacchi ordinati su Internet. Generalmente la comunicazione si presenta con carattere d’urgenza ed ha come risultato il prelievo forzato dei dati personali tramite sito contraffatto. Tutto porta ad un click sul link sospetto indicato in calce al solito messaggio di allarme.

Postepay: phishing causa pericoli per gli utenti, attenti alle ultime truffe

Ovviamente ci si trova sempre in presenza di una truffa. Non è un’affermazione pretenziosa quanto una semplice constatazione di fatto. Poste Italiane, come ormai tutti sanno, non è solita rilasciare comunicazioni importanti attraverso il comune circuito delle email. Ci si collega sempre al sito ufficiale oppure alle applicazioni verificate per dispositivi mobili. In tutti gli altri casi dobbiamo aprire bene gli occhi ed usare un pizzico di diffidenza.

Ogni messaggio che non risulti essere diffuso per via ufficiale è da considerarsi come phishing a danno dei normali clienti Postepay e di quelli che hanno all’attivo la nuova versione Evolution. Evitate di cadere in trappola. Fatevi furbi ed in caso di simili situazioni contattate il servizio assistenza del gruppo Poste Italiane.

PostePay Standard ed Evolution: la truffa continua con i conti che si azzerano sotto i nostri occhi increduli

Poste Italiane non ha nulla a che fare con una manovra di recente scoperta che evidenziai l’azzeramento del conto dei clienti associati alle file del sistema di accredito e addebito dei costi dei servizi su carta. Di mira ci sono le carte del gruppo che dilapidano il patrimonio dopo un tentativo di phishing ancora una volta ben riuscito.

La piaga delle email contraffatte è in crescita in Europa come del resto in Italia, ora ai primi posti per numero di attacchi bancari e postali. Tutto ruota attorno a dei messaggi di posta elettronica fuori dall’ordinario. La mail truffaldina maschera un hacker sotto falso nome di Poste Italiane diramando una comunicazione d’urgenza che invita alla correzione degli errori tramite pagina Internet sospetta.

LEGGI ANCHE—> Mazzata per chi ha Tim, Vodafone, Wind: “Fate questo subito altrimenti vi scalano fino a 150 euro dal conto” Clienti denunciano

Oltre che il semplice phishing si sfrutta il cosiddetto pharming, termine che indica una perfetta replica estetica del sito originale concepita per attirare gli utenti alla compilazione di un form online. Il questionario recepisce i dati personali richiesti, ossia quelli che bastano per assicurarsi l’accesso esterno al conto con le credenziali corrette.

Spesso, quindi, la mail presenta un link o un allegato da cui poter cambiare password o codici. In questo modo si consegna tutto nelle sapienti mani dei criminali che non ci mettono molto a prelevare tutto i soldi che si conservano sulla postepay evolution ( o sul conto) prima di fuggire nell’ombra. Per proteggersi è necessario andarci con i piedi di piombo. Non farsi prendere dal panico è un buon metodo per restare fuori dai guai.

LEGGI ANCHE—> Mazzata prelievi Bancomat e acquisti: Da Natale non puoi più superare questa cifra, Multe fino a 5 mila euro. “E’ un furto”

Contattare sempre il proprio fornitore al fine di richiedere ulteriori informazioni. Oltretutto il gruppo Poste Italiane ha all’attivo il servizio di notifica via SMS che annuncia ogni movimento in entrata ed in uscita su postepay e evolution. Tutto ciò impedisce prelievi indesiderati o movimenti sospetti sul proprio conto. In caso di recepimento di un messaggio sospetto si consiglia di cancellarlo dopo aver comunicato l’accaduto alle autorità competenti ed allo stesso istituto postale.

Continua a leggere altre notizie su Piudonna.it e dal tuo cellulare su FacebookInstagram e Google News.

L’articolo Mazzata clienti Poste Italiane: Ricariche Postepay scalate di 50 euro per ogni operazione. Cosa fare subito per evitarlo proviene da Più Donna – Notizie di gossip, spettacolo, moda e attualità.

0 comments on “Mazzata clienti Poste Italiane: Ricariche Postepay scalate di 50 euro per ogni operazione. Cosa fare subito per evitarlo

Leave a Reply

%d bloggers like this: