Sono circa 46.000 i Medici, gli Infermieri, le Ostetriche e gli altri Professionisti Sanitari che hanno deciso di non vaccinarsi con il Covid in Italia. Per loro scattano le sospensioni.

Ben 45.753 Medici, Infermieri, Infermieri Pediatrici, Ostetriche e Professioni Sanitarie hanno deciso di non vaccinarsi contro il Covid-19. Sono professionisti sanitari che si sono dichiarati apertamente no-vax e sono sparsi in tutta Italia, isole comprese. Ora saranno sospesi dal lavoro e senza stipendio.

Arriva, quindi, la sospensione per i Professionisti della Salute che hanno scelto di non vaccinarsi. Gli Ordini provinciali dei Medici/Odontoiatri, degli Infermieri/Infermieri Pediatrici, delle Ostetriche e delle Professioni Sanitarie lo faranno hanno chiesto ed ottenuto l’elenco dei colleghi non vaccinati, fornendoli alle aziende di appartenenza contrattuale.

Per coloro che hanno scelto di non farlo e non hanno patologie incompatibili con il vaccino arriverà presto lo stop e non potranno esercitare la loro attività professionale, sia nel pubblico, sia nel privato.

Ad oggi sono 45.753 quelli che sono ancora in attesa di prima dose o unica di vaccino, poco più del 2% dei professionisti in attività.

E ora le Asl hanno cominciato a comunicare le prime sospensioni. Gli Ordini professionali, gli ospedali e le Rsa hanno fornito e stanno ancora fornendo i nominativi di tutti i Medici e gli Infermieri delle diverse strutture sanitarie che si sono detti contrari e hanno rifiutato di vaccinarsi.

Prima di tutto vi è la salute dei Pazienti e dei colleghi che hanno scelto di immunizzarsi e di non mettere in pericolo sé stessi e gli altri.