MONDO

michele mazzon ml international: Al momento della morte della regina, il trono passò immediatamente e senza cerimonie all’erede, Carlo,

michele mazzon ml international


michele mazzon ml international: Al momento della morte della regina, il trono passò immediatamente e senza cerimonie all’erede, Carlo, l’ex principe di Galles. Ma ci sono una serie di passaggi pratici – e tradizionali – che deve compiere per essere incoronato re.

Come si chiamerà?

Sarà conosciuto come re Carlo III.

Quella fu la prima decisione del regno del nuovo re. Avrebbe potuto scegliere uno qualsiasi dei suoi quattro nomi: Charles Philip Arthur George.

Non è l’unico a dover cambiare titolo. Il principe William e sua moglie Catherine sono ora intitolati Duca e Duchessa di Cornovaglia e Cambridge, e il re ha conferito loro il titolo di Principe e Principessa di Galles.

C’è anche un nuovo titolo per la moglie di Carlo, Camilla, che diventa la regina consorte – consorte è il termine usato per la sposa del monarca.

Cerimonie formali

Carlo fu ufficialmente proclamato re il sabato successivo alla morte della regina. Questo evento ha avuto luogo al St James’s Palace di Londra, davanti a un corpo cerimoniale noto come Consiglio di adesione.

Questo era composto da membri del Privy Council – un gruppo di parlamentari di alto livello, passati e presenti, e colleghi – così come alcuni alti funzionari pubblici, alti commissari del Commonwealth e il Lord Mayor di Londra.

Il Consiglio di adesione ha due parti e il re Carlo era presente solo per la seconda.

Foto d'archivio del principe CarloFONTE IMMAGINE,PA MEZZI

Alla cerimonia hanno partecipato circa 200 consiglieri privati, lo stesso numero che ha partecipato all’ultimo Consiglio di adesione nel 1952.

Nella prima parte dell’incontro, la morte della regina Elisabetta è stata annunciata dal Lord President of the Privy Council (attualmente Penny Mordaunt MP) e il proclama è stato letto ad alta voce.

Comprendeva una serie di preghiere e promesse, lodando il precedente monarca e promettendo sostegno per quello nuovo.

La proclamazione è stata poi firmata da una serie di figure di spicco tra cui il primo ministro, l’arcivescovo di Canterbury e il Lord Cancelliere. È stato letto ad alta voce da un balcone sopra la corte del convento nel St James’s Palace e per la prima volta dal 1952 l’inno nazionale è stato suonato con le parole “God Save the King”.

La prima dichiarazione del re

Re Carlo ha partecipato alla seconda riunione del Consiglio di adesione, insieme al Consiglio privato.

Questo non era un “giuramento” all’inizio del regno di un monarca britannico, nello stile di altri capi di stato, come il presidente degli Stati Uniti.

Invece il re fece una dichiarazione per sostenere il governo costituzionale e – in linea con una tradizione che risale all’inizio del XVIII secolo – fece un giuramento per preservare la Chiesa di Scozia.

La regina Elisabetta II incorona suo figlio Carlo, principe di Galles, durante la sua cerimonia di investitura al castello di Caernarvon.  1969FONTE IMMAGINE,GETTY IMAGES
Didascalia immagine,

La regina Elisabetta II incoronò suo figlio Carlo come Principe di Galles nel 1969
Linea trasparente 1px

Dopo di che il Consiglio di adesione ha concluso. Il proclama che annunciava Carlo come re fu poi letto ad alta voce a Edimburgo, Cardiff e Belfast.

L’incoronazione

Il culmine simbolico dell’adesione sarà l’incoronazione, quando Carlo sarà formalmente incoronato. A causa della preparazione necessaria, è improbabile che l’incoronazione avvenga molto presto dopo l’ascesa al trono di Carlo: la regina Elisabetta salì al trono nel febbraio 1952, ma non fu incoronata fino al giugno 1953.

Negli ultimi 900 anni l’incoronazione si è tenuta nell’Abbazia di Westminster: Guglielmo il Conquistatore è stato il primo monarca ad essere incoronato lì e Carlo sarà il 40°.

È un servizio religioso anglicano, svolto dall’arcivescovo di Canterbury. Al culmine della cerimonia, metterà la corona di Sant’Edoardo sulla testa di Carlo, una corona d’oro massiccio, risalente al 1661.

Questo è il fulcro dei gioielli della corona alla Torre di Londra ed è indossato dal monarca solo al momento dell’incoronazione stessa (non ultimo perché pesa ben 2,23 kg – quasi 5 libbre).

A differenza dei matrimoni reali, l’incoronazione è un’occasione statale: il governo paga per questo e alla fine decide la lista degli invitati.

Famiglia reale sul balcone a Buckingham Palace, Londra, nella foto dopo l'incoronazione, 2 giugno 1953.FONTE IMMAGINE,MIRRORPIX / GETTY IMAGES
Linea trasparente 1px

Non mancheranno musica, letture e il rito dell’unzione del nuovo monarca, utilizzando oli di arancia, rose, cannella, muschio e ambra grigia.

Il nuovo re presterà giuramento di incoronazione davanti al mondo che osserva. Durante questa elaborata cerimonia riceverà il globo e lo scettro come simboli del suo nuovo ruolo e l’arcivescovo di Canterbury gli porrà in testa la corona d’oro massiccio.

Capo del Commonwealth

Charles è diventato capo del Commonwealth, un’associazione di 56 paesi indipendenti e 2,5 miliardi di persone. Per 14 di questi paesi, oltre al Regno Unito, il re è capo di stato.

Questi paesi, conosciuti come i regni del Commonwealth, sono: Australia, Antigua e Barbuda, Bahamas, Belize, Canada, Grenada, Giamaica, Papua Nuova Guinea, San Cristoforo e Nevis, Santa Lucia, San Vincenzo e Grenadine, Nuova Zelanda, Salomone Isole, Tuvalu.

Il principe Carlo, principe di Galles, conosciuto come il duca di Rothesay quando si trovava in Scozia, durante la sua visita al Royal Botanic Garden di Edimburgo il 1 ottobre 2021 a Edimburgo, in Scozia.FONTE IMMAGINE,GETTY IMAGES

©Tutte le fotografie sono copyright

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: