CUCINA

Migliori Piani Cottura: Guida All’acquisto, Classifica E Prezzi

Il piano cottura è una parte della cucina fondamentale perché consente di preparare i pasti per tutta la famiglia. Dato il ruolo centrale che ricopre in ogni casa, è importante che sia versatile, pratico e, soprattutto, facile da pulire così da poterlo usare quotidianamente, per la preparazione della colazione, del pranzo e della cena, senza difficoltà.

In commercio sono disponibili diversi modelli di piani cottura: i più diffusi sono i piani cottura a gas con 5 fuochi da 90 cm, perfetti per la preparazione di pietanze per una famiglia numerosa, ma ci sono anche dei modelli con dimensioni ridotte. Possono essere realizzati con diversi materiali, tra cui l’acciaio inossidabile e il vetro, e avere un funzionamento che si alimenta a gas metano oppure a GPL. Rispetto ai piani cottura a induzione, questi a gas sono la tipologia più economica e anche la più facile da usare perché le piastre dei fornelli sono compatibili con qualsiasi tipo di pentola.

Classifica dei 10 migliori piani cottura del 2021 Di seguito abbiamo selezionato i migliori piani cottura disponibili su Amazon, scelti in base alle dimensioni, al numero di fuochi, al design e alla sicurezza. Inoltre, abbiamo tenuto in considerazione anche quelli che hanno ricevuto il maggior numero di recensioni positive online da parte degli utenti per il miglior rapporto qualità/prezzo.

MILLAR GH9051PW piano cottura da 90 cm Il piano cottura a gas di Millar è un modello da 90 cm con ben 5 fuochi molto facile da pulire. La superficie del piano cottura è realizzata in vetro temperato di colore bianco, mentre le piastre dei fornelli sono in ghisa, un materiale che facilita la propagazione del calore. I cinque fornelli possono essere gestiti tramite le 5 manopole in metallo. Questo modello può essere alimentato con gas naturale oppure convertito per il GPL. Una funzione molto importante è la Gas Safety, che avvisa nel caso in cui dovesse esserci un malfunzionamento delle fiamme.

Pro: la posizione dei 5 fornelli, consente di utilizzarli contemporaneamente in maniera agevole e pratica, così da ottimizzare i tempi;

Contro: il piano cottura viene spedito con la spina inglese, ma è sufficiente trovare un adattatore idoneo.

Franke Trend Line 750 FHTL piano cottura moderno Franke propone questo piano cottura con 5 fuochi, realizzato in grafite nero, da 75 cm. Le piastre dei fornelli hanno dimensioni differenti e anche potenza diversa: il più piccolo è da 1 kW, mentre il più potente, che è il centrale, arriva a 3,8 kW. Insieme al piano cottura sono disponibili anche le grigie in ghisa asportabili e lavabili separatamente. Questo modello è tra i più belli presenti in commercio perché è curato nei minimi dettagli ed ha anche un aspetto molto elegante. Anche la grafite, come il vetro, è un materiale resistente che può essere pulito con facilità.

Pro: la qualità dei materiali e la buona fattura incidono sulla lunga durata che avrà questo piano cottura.

Contro: il prezzo di questo modello è superiore agli altri presenti in commercio, ma è giustificato dalla qualità dei materiali.

Smeg SRV576GH5 piano cottura a 5 fuochi Per chi cerca un piano cottura moderno, suggeriamo il modello a incasso di Smeg. La superficie è realizzata in acciaio satinato e si adatta perfettamente alle cucine di oggi, minimal o in stile industrial. Anche in questo caso, abbiamo a disposizione 5 fornelli, di dimensioni differenti, realizzati in ghisa, così come le griglie. Le sei manopole poste sul piano cottura consentono di regolare la potenza dei fuochi: in particolare quello centrale può funzionare con potenza piena oppure spegnendo una raggiera.

Pro: gli utenti hanno apprezzato molto questo modello perché si tratta di un piano cottura con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Contro: si consiglia di pulire il fornello con attenzione per evitare di graffiarlo perché l’acciaio satinato non è antigraffio.

Siemens EP6A6PB20 piano cottura in vetroceramica Il piano cottura con 4 fornelli di Siemens può essere alimentato a gas metano oppure con GPL. La superficie è realizzata in vetro ceramica nero, le griglie sono in ghisa ed i pomelli per regolare le fiamme sono cromati. Anche in questo caso, è presente un sistema di sicurezza, infatti, su ogni fornello c’è una termocoppia che blocca l’emissione di gas nel momento in cui la fiamma si spegne. Questo piano cottura può essere installato a filo con il top del mobile oppure leggermente rialzato.

Pro: inclusi nel prezzo ci sono anche i riduttori GPL, da utilizzare nel caso in cui non si volesse alimentare il piano cottura con il gas metano;

Contro: gli utenti sono molto soddisfatti dell’acquisto e non hanno evidenziato criticità.

Candy CPG75 SWPX piano cottura in acciaio inox Per chi cerca una piano cottura economico e funzionale, suggeriamo questo modello a 5 fuochi di Candy. Si tratta di un piano cottura a gas che può essere alimentato con il gas di città oppure a GPL. Grazie alle 5 manopole, è possibile accendere e spegnere i fornelli in base alle proprie esigenze anche con una sola mano. Le grigie con le loro linee semplici, consentono di spostare le stoviglie da un lato all’altro della superficie, in maniera molto pratica e comoda.

Pro: è un piano cottura economico, molto semplice sia nel design che per le funzioni che offre, ma funzionale e pratico;

Contro: alcuni utenti hanno notato che le griglie non sono smaltate e, quindi, necessitano di maggiore attenzione per la pulizia.

Bosch Serie 6 PCS7A5B90 piano cottura con manopole frontali Il piano cottura di Bosch è realizzato in acciaio inossidabile, mentre i 5 fornelli sono in ghisa. Il fuoco laterale, che è anche il più grande, ha una doppia raggiera e, tramite le manopole, è possibile decidere la sua potenza: può essere usato solo per far bollire l’acqua oppure per cuocere gli alimenti. Questo modello è da 75 cm, ma è compatibile con un incasso da 60 cm. Inoltre, può essere alimentato con gas metano di città oppure con bombole GPL.

Pro: grazie al sistema di sicurezza, nel caso in cui le fiamme dovessero spegnersi accidentalmente, l’erogazione di gas verrebbe chiusa istantaneamente;

Contro: alcuni utenti consigliano di acquistare una riduzione per i fornellini più piccoli per evitare che la caffettiera o il bollitore si rovescino.

Indesit PAA 642 IX/I piano cottura a 4 fuochi Anche il piano cottura con 4 fornelli di Indesit è un piano cottura a gas economico e pratico. È dotato di 4 manopole laterali per regolare l’accensione dei fuochi ed il loro spegnimento. La superficie è realizzata in acciaio inox, un materiale resistente e antigraffio, invece, le griglie sono in ghisa smaltate, quindi, non macchiano le pentole e sono facili da pulire. Questo modello misura 58 cm x 50 cm.

Pro: si tratta di un piano cottura molto facile da montare e non richiede l’intervento di un tecnico;

Contro: alcuni utenti avrebbero preferito un metodo di accensione con una sola mano per una maggiore praticità, ma è giudicato comunque un prodotto molto valido.

Electrolux PVF750UON piano cottura con finitura in acciaio satinato Electolux propone questo piano cottura a 5 fornelli in cristallo temperato nero dal design moderno, con griglie in ghisa e manopole con finitura in acciaio satinato. A differenza degli altri modelli, qui le griglie sono singole, ma possono essere staccate, in modo da pulirle facilmente. La funzione Flush Vertical Flame fa si che il calore si propaghi più velocemente e, in questo modo, si riducono i tempi di ebollizione dell’acqua e di cottura dei cibi. Grazie al cristallo temperato, il piano cottura resiste meglio all’usura perché non si graffia facilmente, quindi, resta nuova anche dopo diversi anni di uso domestico intensivo.

Pro: la funzione Flush Vertical Flame migliora la propagazione del calore e consente di cuocere i cibi in meno tempo;

Contro: gli utenti avrebbero gradito che fosse presente anche un timer per controllare il tempo di cottura degli alimenti.

Hotpoint PCN 642 T/IX/HAR piano cottura da incasso Hotpoint propone questo piano cottura in acciaio inossidabile con 4 fornelli e 2 griglie in ghisa. Grazie al modo in cui sono sistemati i fuochi, è possibile utilizzarli contemporaneamente senza intralcio, anche con pentole di grandi dimensioni. Le manopole di controllo sono posizionate sulla parte davanti del piano cottura e consentono di regolare la potenza dei diversi fuochi. Il design di questo modello è classico, ma si adatta perfettamente a tutti i tipi di arredamenti.

Pro: Hotpoint è un marchio molto apprezzato dagli utenti anche grazie al suo servizio di assistenza ai clienti post vendita.

Contro: questo piano cottura non dispone di un copri piano, ma è possibile acquistarlo separatamente.

-3%

Hotpoint PH 960MST piano cottura a 6 fuochi L’ultimo modello proposto nella nostra classifica è un altro piano cottura Hotpoint, si tratta però di un piano cottura con 6 fuochi, quindi, più performante. La superficie misura 87 cm x 52 cm, è un modello molto grande, perfetto per chi ha una cucina con molto spazio. I fuochi hanno dimensioni differenti e, per questo, sono molto versatili e possono essere usati per la preparazione di diverse pietanze. Uno dei fornelli è a doppia corona e con la manopola corrispondente è possibile decidere con quale potenza utilizzarlo. Una vera novità, rispetto ai prodotti descritti in precedenza, è il modo in cui sono posizionati i fuochi davanti: sono molto vicini e possono essere usati insieme per riscaldare una padella o una stoviglia più larga.

Pro: è tra i piani cottura più ampi, tra quelli disponibili su Amazon, ed è perfetto per preparare pranzi abbondanti in poco tempo;

Contro: le dimensioni non sono compatibili con incassi per piano cottura da 60 cm.

Tipologie di piani cottura Le tipologie di piani cottura sono tre: a gas, elettrico o a induzione. Il piano cottura a gas è il più diffuso ed utilizzato nelle abitazioni perché è il più economico ed anche il più facile da usare. Generalmente, è realizzato in acciaio inox oppure in vetro. Tra le tipologie è quella che consuma di più, pertanto, bisogna fare attenzione a non lasciarlo acceso dopo l’utilizzo. Il piano cottura a induzione, invece, è più efficiente e riesce ad ottimizzare i tempi di cottura degli alimenti: questo è possibile perché il sistema di riscaldamento delle superfici non genera dispersione di calore. È molto facile da pulire ed è anche molto sicuro da utilizzare perché non ha griglie dove le pentole possono incastrarsi. Infine, il modello elettrico funziona con resistenza elettriche, grazie alle quali il calore si propaga dalle piastre alle stoviglie. Anche il modello elettrico, come quello a gas, è piuttosto economico e può durare per molti anni.

Come scegliere il piano cottura a gas per la cucina Scegliere il piano cottura per la propria cucina è molto importante, il modello più utilizzato negli ultimi tempo, è quello a gas perché è il più versatile. Proprio per questo motivo, in commercio sono presenti molti modelli ma, prima di sceglierne uno, è importante valutarne le caratteristiche tecniche, come il numero di fuochi, la grandezza, i materiali, il tipo di alimentazione, le modalità di sicurezza e la potenza dei bruciatori. Vediamoli insieme nel dettaglio.

Numero di fuochi I piani cottura più comuni sono quelli che hanno quattro o cinque fuochi, che generalmente hanno dimensioni e potenza differenti. Il numero di fuochi e la loro disposizione incide molto sulla possibilità di cucinare più alimenti e cibi contemporaneamente: se i bruciatori sono distanziati al punto giusto, è possibile utilizzare più pentole e stoviglie nello stesso momento, risparmiando così tempo prezioso. Esistono, ovviamente, anche modelli più piccoli con solo due o tre fuochi, adatti per le cucine poco spaziose, e anche modelli più ampi con sei fuochi. La scelta del numero di fuochi è molto soggettiva è dipende dalla numerosità del proprio nucleo familiare e dalle proprio abitudini in cucina. Se si è soliti cucinare pranzi e cene abbondanti con menù elaborati, sicuramente poter ottimizzare i tempi con più fornelli è un notevole vantaggio, al contrario sarà sufficiente un piano cottura più piccolo.

Recentemente, si sono diffusi anche i piani cottura ibridi, che hanno alcuni fuochi alimentati a gas ed altri con piastre elettriche.

Dimensioni La grandezza del piano di cottura è un altro elemento da considerare prima dell’acquisto. Le dimensioni più comuni variano dai 60 cm ai 90 cm, questi piani cottura possono essere adattati a quasi tutte le cucine e sono sufficienti per preparare i pasti per una famiglia di medie dimensioni. Prima di procedere all’acquisto, quindi, è molto importante misurare lo spazio che si ha a disposizione nella propria cucina affinché la superficie scelta sia compatibile. Oltre a considerare la grandezza del vano dove andrà installato il piano cottura, valutiamo anche lo spazio che ci resterà, dopo il montaggio, da poter usare come piano d’appoggio. Generalmente, quando si cucina è importante avere una superficie dove appoggiare le pentole o gli ingredienti che ci serviranno che stiamo utilizzando. Per alcuni è preferibile avere un piano cottura più piccolo a favore di un piano d’appoggio più grande, mentre altre persone preferiscono il contrario.

Materiali e design I materiali più utilizzati per la realizzazione del piano cottura sono l’acciaio inossidabile, la ceramica ed il vetro temperato. L’acciaio è quello più utilizzato, è resistente e, generalmente, è molto durevole. L’unico difetto dell’acciaio è che non è antigraffio, quindi, bisogna prestare molta attenzione quando si spostano le pentole o quando lo si pulisce con una retina. In generale, si adatta perfettamente a qualsiasi stile di arredamento perché ha linee pulite e semplici. La ceramica, al contrario, non si graffia ed è facile da pulire perché non si rovina molto facilmente. Il problema di questo materiale è che non resiste agli urti molto facilmente, quindi, può creparsi se ci cade una pentola da mano. La ceramica, però, è perfetta per le cucine più classiche oppure per uno stile vintage. Infine, il vetro temperato è sicuramente tra i materiali più delicati ed è anche il più costoso, ma arricchisce la cucina con un tocco di eleganza e raffinatezza.

Oltre al piano cottura, bisogna valutare anche i materiale delle griglie: queste possono essere in metallo smaltato oppure in ghisa. La ghisa assicura una migliore propagazione del calore dal fornello alla base della pentola e riduce anche i tempo di preparazione, ma il metallo smaltato è più facile da pulire e, soprattutto, non macchia le stoviglie.

Bruciatori e corone I bruciatori sono elementi del piano cottura che consentono alla fiamma di fuoriuscire. In genere, su un piano cottura sono presenti bruciatori con diverse dimensioni e, soprattutto, con diversa potenza: possono essere con corona singola, doppia o tripla. Un numero maggiore di corone accese corrisponde ad una maggiore potenza, in grado di riscaldare la base di qualsiasi pentola, padella o stoviglia. Quindi, il consiglio è di controllare se il modello che vogliamo acquistare offre la possibilità di gestire separatamente le diverse corone con le manopole, in modo da avere sempre la potenza necessaria.

Alimentazione Il piano cottura può essere alimentato con gas metano di città, e avere l’attacco già predisposto, oppure con le bombole GPL. I modelli venduti oggi includono, quasi tutti, un kit di adattatori per convertire il fornello a gas in quello a GPL, ma consigliamo sempre di informarsi attentamente sul tipo di alimentazione per cui è predisposto il piano cottura in modo da scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Accensione I metodi di accensioni di un piano cottura a gas sono due. Nel primo caso è necessario usare entrambe le mani, con una bisogna premere un pulsante che attiva il sistema che genera la scintilla, e con l’altra girare la manopola. Nel secondo caso, invece, la scintilla che genera la fiamma si ha semplicemente, applicando una pressione sulla manopola mentre la si gira. Questo è il metodo più pratico perché richiede l’uso di una sola mano.

Manopole per i comandi Le manopole per accendere i fuochi possono essere posizionate di lato al piano cottura oppure frontalmente. Le manopole posizionate lateralmente sono più sicure, soprattutto se ci sono bambini in casa, perché sono più difficili da raggiungere. Le manopole, inoltre, possono essere anche touch. La principale differenza tra le due tipologie sta nella facilità di pulizia, infatti, quelle classiche richiedono più impegno, mentre per le touch sarà sufficiente passare un panno umido.

Griglie Le griglie sono accessori fondamentali per l’organizzazione delle pentole sui fornelli. In alcuni casi, la griglia è unica, mentre in altri possono essere due o tre più piccole. Addirittura, è possibile trovare griglie singole per ogni fornello. Le griglie di dimensioni ridotte sono più semplici da gestire perché possono essere inserite facilmente in lavastoviglie oppure lavate a mano senza troppe complicazioni. Talvolta, può essere necessario anche acquistare un riduttore da posizionare sulla griglia per i fuochi più piccoli, da utilizzare per la caffettiera e per il bollitore.

Coperchio Anche il coperchio è un elemento molto apprezzato dagli utenti perché aiuta a mantenere la superficie pulita e, allo stesso tempo, funge da ulteriore piano d’appoggio. Questo accessorio è prodotto dalle stesse aziende che producono piani cottura e, spesso, è venduto insieme. In altri casi, invece, può essere acquistato separatamente.

Sicurezza Il sistema di sicurezza più diffuso per un piano cottura è la termocoppia presente sui fornelli, dotata di una valvola di sicurezza. La termocoppia è in grado di rilevare quando la fiamma si spegne, magari per una folata di vento oppure in seguito alla fuoriuscita di acqua dalla pentola, e interrompe l’erogazione di gas. Un altro elemento di sicurezza è la spia luminosa presente sulla superficie del piano cottura, che resta accesa finché le piastre non si sono raffreddate: in questo modo si evita che ci si possa bruciare inavvertitamente. Infine, alcuni modelli dispongono di un blocco dei comandi che non consente di ruotare le manopole, questo metodo è molto utile, soprattutto, quando in casa ci sono bambini.

Prezzo Tra i modelli di piano cottura, quello alimentato a gas è il più economico. Il prezzo può variare dai 100 euro fino ai 500 euro, ma è possibile anche approfittare di offerte disponibile, soprattutto, online. Se non si ha a disposizione un budget elevate, si può optare per un modello che rappresenti un buon compresso tra prezzo e qualità. Per esempio, un piano cottura dal design classico a 4 fuochi può costare tra i 200 ed i 300 euro.

Come pulire il piano cottura Il piano cottura è una superficie che deve essere pulita dopo ogni utilizzo. Per eliminare macchie e residui di cibi, si può utilizzare del detersivo per piatti e una spugna e, poi, procedere con un panno umido per asciugare ed eliminare i residui di schiuma. Se si tratta di un modello in acciaio o in vetro, bisogna usare una spugna morbida ed un panno in microfibra per evitare di graffiare la superficie.

Il consiglio è di effettuare anche una pulizia più approfondita, sporadicamente, per evitare che il piano cottura si rovini. Per procedere, basta smontare le griglie e i bruciatori e pulire con il detersivo e la spugna che si usano solitamente. Dopo che tutte le componenti si saranno asciugate per bene, bisogna rimontarle tutte, facendo attenzione che siano ben allineate. Mentre puliamo la superficie del piano cottura in maniera più approfondita, possiamo mettere le componenti smontabili in ammollo in acqua calda e aceto bianco, in questo modo risulteranno pulite e sgrassate.

Come incassare il piano cottura Generalmente, con un po’ di manualità è possibile incassare il piano cottura da soli, senza richiedere il supporto di un tecnico professionista. In ogni confezione, insieme al piano cottura, c’è sempre un libretto di istruzioni ed una scheda tecnica che fornisce tutte le informazioni utili per capire come procedere all’installazione. Se il piano cottura dovesse risultare più piccolo rispetto al vano preposto per accoglierlo, basta acquistare dei riduttori. L’unico caso in cui, probabilmente, è necessario rivolgersi ad un professionista, è quando bisogna allargare il foro perché il piano cottura è più grande, in questo caso è indispensabile utilizzare attrezzi specifici, anche per evitare di fare danni.

0 comments on “Migliori Piani Cottura: Guida All’acquisto, Classifica E Prezzi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: