milano-pride-2021,-bocciata-mozione-m5s-per-illuminare-il-pirellone:-bagarre-in-consiglio-regionale

Milano Pride 2021, bocciata mozione M5s per illuminare il Pirellone: bagarre in Consiglio regionale

Il Consiglio regionale della Lombardia ha bocciato una mozione urgente presentata dal Movimento 5 Stelle che chiedeva di illuminare a tema il Palazzo Pirelli, sede dell’istituzione, in occasione del prossimo Milano Pride 2021. La proposta, sottoscritta anche dalla consigliera Paola Bocci del Pd e dal consigliere Nicolò Carretta di Azione, ha generato un acceso diverbio in aula tra il consigliere della Lega, Marco Mariani e alcuni consiglieri all’opposizione.

Il consigliere regionale pentastellato, Simone Verni ha definito “inquietante” l’episodio. “Il centrodestra non è in grado nemmeno di fare un gesto simbolico e positivo per le persone gay, lesbiche e trans. Purtroppo nel centrodestra prevale una mentalità retrograda e bigotta. Altro che Lombardia dinamica, eccellente e veloce: questa regione è capace solo di esprimere una cultura buona per un’Italietta anni Venti, intrisa di moralismo e di inutile perbenismo. Il pride è una manifestazione di libertà e diritti. Il centrodestra dovrebbe prenderne atto” ha aggiunto a margine della seduta.

Sulla stessa linea la consigliera Bocci che parla del gesto simbolico per “dimostrare che la Regione è a fianco di coloro che ancora sono vittime di discriminazioni”. “E invece – continua – la mozione è stata bocciata con motivazioni pretestuose e dopo un dibattito degenerato in bagarre. Una sagra del luogo comune fino ad arrivare agli insulti da parte di un esponente di maggioranza verso i proponenti”. Il testo, infatti, non ha convinto tutti. La consigliera del Gruppo Misto, Viviana Baccalossi l’ha definita “strumentale e radical chic”, aggiungendo “non vedo perché si debba usare il Pirellone per promuovere il gay pride, manifestazione spesso sopra le righe e volgare che non fa un buon servizio nemmeno agli omosessuali stessi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

M5s, voto e partecipazione online saranno gestiti da due piattaforme diverse. Il ceo: “Costa meno di Rousseau ed è più sicuro”

next

%d bloggers like this: