cronaca HOME

Negramaro, restano gravi ma stazionarie le condizioni del chitarrista Lele Spedicato



L’emorragia cerebrale profonda ha indotto i medici a intervenire chirurgicamente per eseguire un drenaggio: il musicista era arrivato all’ospedale di Lecce già in coma

Restano gravi ma stazionarie le condizioni di Lele Spedicato, il 37enne chitarrista dei Negramaro ricoverato da lunedì 17 settembre nel reparto di rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce a causa di un’emorragia cerebrale. Al risveglio il musicista aveva accusato mal di testa e disturbi visivi e dopo essersi alzato dal letto si è accasciato perdendo conoscenza.

Lele Spedicato, soccorso dalla moglie, è stato trasportato in ospedale da un’ambulanza del 118. Quando è giunto in pronto soccorso il chitarrista era già in coma. La successiva Tac alla testa ha evidenziato una emorragia cerebrale profonda che ha indotto i medici ad intervenire chirurgicamente per eseguire un drenaggio. In serata sono stati eseguiti altri esami strumentali che hanno confermato la gravità della situazione.

Emanuele Spedicato in ospedale per un malore: chi è il chitarrista dei Negramaro

Pur rimanendo la riserva di prognosi, la speranza dei medici è che l’ematoma possa riassorbirsi consentendo un miglioramento del quadro clinico. In un tweet, gli altri componenti della band salentina hanno esortato i fan: “Pensate forte forte al nostro Lele! Fortissimo”.

 

0 comments on “Negramaro, restano gravi ma stazionarie le condizioni del chitarrista Lele Spedicato

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: