netflix-va-a-caccia-di-nuovi-iscritti-con-i-videogiochi

Netflix va a caccia di nuovi iscritti con i videogiochi

Stranger Things 3: il gioco
(Foto: BonusXP)

Il ritorno alla socialità con la caduta delle restrizioni sanitarie e la maggiore competizione che si è affacciata negli ultimi mesi sul mercato dell’intrattenimento online rischiano di rallentare la crescita di abbonamenti e Netflix intraprende una nuova proposta di contenuti basata sui videogiochi, che sarà inclusa nella tradizionale piattaforma di video streaming. Lo annuncia la compagnia in una lettera agli azionisti, spiegando che il programma è agli inizi, ma che potrà avvalersi degli sviluppi conseguiti nei precedenti progetti interattivi lanciati con Black Mirror Bandersnatch e i videogiochi di Stranger Things, pubblicati per computer e diverse console di gioco.

“Consideriamo il gaming come un’ulteriore nuova categoria di contenuto, simile alla nostra espansione nei film originali, all’animazione e ai programmi televisivi d’improvvisazione – si legge nel documento -. Sono quasi dieci anni che siamo entrati nella programmazione di originali e pensiamo che sia il momento di capire come i nostri utenti valutano i videogiochi. Si tratta comunque di un piccolo inizio e circoscritto ai titoli di maggior successo che, precisa la compagnia, saranno inclusi nell’abbonamento senza costi aggiuntivi. All’inizio l’offerta sarà disponibile su dispositivi mobile.

La mossa appare orientata a diversificare l’universo Netflix, in modo da sostenere il business centrale del video streaming e la crescita delle iscrizioni, apparsa in frenata soprattutto fra Canada e Stati Uniti (persi 430mila abbonati). Gli abbonati in tutto il mondo sono 209 milioni (a fine giugno) e la crescita nell’ultimo trimestre è stata di 1,54 milioni, meglio delle previsioni (circa un milione). Un anno fa, nello stesso periodo, ben 10,1 nuovi abbonati si registrarono alla piattaforma, nel pieno del lockdown globale. La compagnia si aspetta ora una crescita più moderata (3,5 milioni di clienti) rispetto alle previsioni di Wall Street (5,5 milioni), nel trimestre in corso. Se confermate, tali proiezioni garantirebbero comunque una media di incremento nel biennio coerente con gli anni precedenti. Fra aprile e giugno gli utili per azione in aprile sono stati di 2,97 dollari sotto la previsione media di 3,16. Il titolo martedì ha chiuso in calo al Nasdaq dello 0,23% (531,05 dolllari).

The post Netflix va a caccia di nuovi iscritti con i videogiochi appeared first on Wired.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: