Ogni anno un milione di bambini morti alla nascita a causa dell’inquinamento dell’aria

ogni-anno-un-milione-di-bambini-morti-alla-nascita-a-causa-dell’inquinamento-dell’aria


Ogni anno circa un milione di bambini nascono privi di vita a causa dell’inquinamento atmosferico. Di questi decessi, quasi la metà è riconducibile all’esposizione a polveri sottili PM2,5, dette anche “particolato fine”, e capaci di penetrare più in profondità nell’apparato respiratorio umano. Lo rivela il primo studio globale sull’argomento, pubblicato sulla rivista Nature Communications, condotto su un campione vastissimo.
I ricercatori hanno analizzato i dati provenienti da 137 paesi in Asia, Africa e America Latina, dove si verifica il 98% delle nascite di bambini privi di vita. Che esistesse una correlazione tra l’inquinamento dell’aria e l’aumento del rischio di natimortalità era cosa già nota, ma lo studio è il primo a quantificare il numero di feti morti.
Una tragedia silenziosa, così Unicef definiva il fenomeno nel 2020, quando ricordava che ogni 16 secondi nel mondo un bambino nasce privo di vita.
Lo studio epidemiologico non ha esaminato il modo in cui le polveri sottili causano la mortalità, ma in passato alcune ricerche avevano rivelato la presenza di particolato tossico nei polmoni e nel cervello dei feti. Nel 2018 venne rilevata per la prima volta presenza di particato nella placenta. Da allora si sa che esiste una correlazione tra aria inquinata e l’aumento degli aborti spontanei, le nascite premature, i bassi pesi alla nascita e lo sviluppo cerebrale disturbato.
“Il rispetto degli obiettivi di qualità dell’aria dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) potrebbe prevenire un numero considerevole di nati morti”, affermano gli scienziati, guidati dal dottor Tao Xue dell’Università di Pechino in Cina. “Gli attuali sforzi per prevenire la natimortalità si concentrano sui miglioramenti del servizio medico, ma rispetto ai fattori di rischio clinico, quelli ambientali di solito non si vedono”.
Aggiungono i ricercatori: “Le politiche sull’aria pulita emanate in alcuni paesi, come la Cina, possono prevenire i casi di bambini che nascono privi di vita. Inoltre, le protezioni personali contro l’inquinamento atmosferico – per esempio indossare mascherine, installare depuratori d’aria, evitare di uscire quando si verifica inquinamento atmosferico – potrebbero anche proteggere le donne incinte vulnerabili.
Tutte le madri nello studio sono state esposte a livelli di PM2,5 superiori all’attuale livello massimo indicato dell’OMS di 5 microgrammi per metro cubo (μg/m3).
Nel 2015 sono stati registrati 2,09 milioni di nati morti nei paesi studiati. Di questi, 950.000, vale a dire il 45%, sono attribuibili a un’esposizione superiore al livello di 5 μg/m3.

L’articolo Ogni anno un milione di bambini morti alla nascita a causa dell’inquinamento dell’aria proviene da The Map Report.

valipomponi

0 comments on “Ogni anno un milione di bambini morti alla nascita a causa dell’inquinamento dell’aria

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: