cronaca

Ora Flixbus vuole diventare leader negli Stati Uniti

ora-flixbus-vuole-diventare-leader-negli-stati-uniti

Flixmobility, il gruppo alle spalle dell’operatore di pullman a lunga percorrenza, raccoglie 650 milioni di euro di investimenti per espandersi su gomma e ferro

Flixbus (Photo by Thomas Trutschel/Photothek via Getty Images)
Flixbus (Photo by Thomas Trutschel/Photothek via Getty Images)

Oltre 650 milioni di euro per ripartire, in autobus e in treno: a tanto ammonta il nuovo round di finanziamento raccolto da FlixMobility, la cui valutazione sale a 3 miliardi di dollari. Con il nuovo round la compagnia tedesca con sede a Monaco di Baviera accelererà i progetti di espansione in parallelo con la ripresa dei viaggi, con l’obiettivo di “diventare leader di mercato in tutti i Paesi in cui siamo presenti”, 36 in tutto il mondo. A livello pratico, ciò significherà innanzi tutto estendere una rete di collegamenti di FlixBus più capillare negli Stati Uniti, in Portogallo e in Regno Unito, in primis, e consolidare la posizione in Francia, Turchia e nell’Europa orientale.

Il nuovo round di serie G è strutturato su un mix di equity e di debito ed è stato erogato dai fondatori e dagli investitori esistenti (General Atlantic, Permira, Tcv, Hv Capital, Blackrock, Baillie Gifford e SilverLake). Come nuovo investitore si aggiunge Canyon Partners, partner strategico per gli obiettivi di espansione di FlixMobility, che includono il mercato statunitense come un “potenziale immenso”. “Abbiamo ragione di pensare che gli Stati Uniti rappresenteranno in futuro il nostro principale mercato”, spiega il fondatore e amministratore delegato André Schwämmlein che, guardando al mercato europeo, ricorda ai Paesi e all’Unione di “incoraggiare un clima di sana concorrenza, assicurando uguali condizioni di accesso ai mercati europei”.

La scorsa estate FlixMobility ha avviato i primi collegamenti internazionali con i paesi baltici, e ha iniziato a tracciare le reti domestiche in Regno Unito e in Portogallo. Un altro obiettivo, tuttavia, è anche l’espansione delle attività su rotaia. La compagnia infatti è attiva sin dal 2018 con un servizio di treni a lunga distanza FlixTrain, con collegamenti in tutta la Germania e in Svezia da maggio scorso, in occasione dell’anno europeo delle ferrovie 2021. Secondo l’azienda il futuro della mobilità collettiva è basato su una sinergia intermodale fra treni e autobus a lunga percorrenza, destinata a giocare un ruolo primario in tutte le sue decisioni strategiche attuali e future.

“Con questo finanziamento siamo pronti per una nuova espansione internazionale dei servizi di FlixTrain e FlixBus, è un segnale forte per il futuro e supporterà la nostra visione e l’obiettivo di portare in tutto il mondo la nostra offerta di mobilità sostenibile”, conclude Jochen Engert, fondatore di FlixMobility.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: