cronaca

Oscar Baghetti bando a fondo perduto da 90 mila Ci sono anche 40 mila di garanzie su prestiti agevolati per operatori in difficoltà

Il lavoro bipartisan in municipio produce un bando a fondo perduto da 90 mila Ci sono anche 40 mila di garanzie su prestiti agevolati per operatori in difficoltà

LONGARONE

Il Comune viene incontro alle esigenze del commercio e delle attività produttive locali mettendo sul piatto 130mila euro per aiutare la ripresa post Covid. Al centro culturale si è svolto un incontro con gli esercenti in cui l’Amministrazione ha illustrato due nuove misure frutto del gruppo di lavoro consiliare bipartisan: ovvero un bando a fondo perduto e un sistema di prestiti agevolati con alcune cooperative.

«È stato un anno difficile per tutti», ha detto il sindaco Roberto Padrin, «a maggio 2020 siamo stati tra i primi ad agire in emergenza con l’esenzione della Tari e della tassa di occupazione suolo pubblico, oltre che col bando di aiuti per ristrutturazioni e apertura di nuove attività che si rinnova ogni anno. Nel 2021 invece abbiamo aspettato per avere risorse certe da distribuire con criterio. La prima iniziativa è un bando di contributi a fondo perduto in cui abbiamo messo 90mila euro».

Il bando, ispirato a quello della Val di Zoldo, sarà pubblicato a breve ed è riservato alle attività con sede a Longarone. Possono partecipare tutte le categorie, anche i maestri di sci, tranne qualche eccezione come supermercati e alimentaristi. In base alla perdita di fatturato, con un minimo del 20% nel periodo tra marzo 2020 e marzo 2021, saranno dati dei ristori. Si potranno ricevere dai 1.000 ai 1.600 euro a seconda delle perdite dichiarate e del numero di dipendenti. Basta un’autocertificazione e le risorse arriveranno in circa due mesi. C’è poi l’adesione ad una proposta di prestito a tasso agevolato con il Consorzio Veneto garanzie e Fidi impresa & turismo Veneto. In pratica il Comune fa da garante con questi soggetti e le banche, mettendo una cifra iniziale di 40mila euro di credito che sarà poi moltiplicata per 12. I prestiti avranno un tasso di solo lo 0, 7% e dureranno 6 anni, senza costo di accesso e con il primo anno di preammortamento. Ottenibili fino a 30mila euro per attività.

«È un’opportunità straordinaria per avere liquidità», dicono i rappresentati dei fidi, Vittorio Zampieri, Elena Galli e Antonella De Bon, «questo strumento è nato con le misure nazionali per fronteggiare l’epidemia, è stato poco usato nel 2020 ma oggi è riscoperto. È una misura veloce e che può essere determinante per la ripartenza».

Intervento anche delle minoranze con il consigliere Rizzieri Olivier, che esorta tutti gli esercenti a fare di più rete per informare tutti sulle varie iniziative promosse dal Comune, perché spesso alcune opportunità non sono conosciute come dovrebbero. —

0 comments on “Oscar Baghetti bando a fondo perduto da 90 mila Ci sono anche 40 mila di garanzie su prestiti agevolati per operatori in difficoltà

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: