GOSSIP

Panico per Maria De Filippi, Interviene la polizia nel suo programma. Lei scoppia a piangere. Caos per tutta la redazione, cos’è successo

panico-per-maria-de-filippi,-interviene-la-polizia-nel-suo-programma-lei-scoppia-a-piangere.-caos-per-tutta-la-redazione,-cos’e-successo

Condurre i programmi con persone reali come fa Maria De Filippi non è semplice. A differenza dei copioni classici, la conduttrice e i suoi collaboratori devono rapportarsi con la gente comune, non con attori, le cui reazioni sono spesso imprevedibili. E’ quello che è capitato a C’è Posta per te quando dei concorrenti hanno chiamato la polizia. Il format che va in onda il sabato sera su Canale 5 prevede che un mittente ignoto inviti una persona a lui cara in trasmissione tramite l’aiuto dei famosissimi postini. Sono tanti gli anni in cui li abbiamo visti recapitare le buste.

Due domande per accertarsi che sia proprio quella la persona desiderata, quindi la consegna della lettera con la classica frase “C’è Posta per Te”. Gli ascolti per la trasmissione condotta da Maria De Filippi sono sempre esorbitanti e non si riducono anno dopo anno, al punto che si dovrebbe presumere che tutti gli italiani riconoscerebbero i suddetti postini. C’è invece chi, vedendoli, pensa a un furto e chiama la polizia. E’ quello che è accaduto a Chiara Carcano, storica collaboratrice del programma, quando è andata a consegnare una delle buste a dei concorrenti.

LEGGI ANCHE—> Panico a Uomini e Donne, Maria de Filippi aggredita con un colpo alla testa e finisce a terra. Ecco le scene censurate, lui cacciato. Cos’è successo

La bella postina non è stata riconosciuta e i vicini di casa hanno addirittura chiamato la polizia, che è prontamente intervenuta per evitare un furto. Sono stati attimi di panico per la donna e per la produzione, che hanno dovuto chiarire la vicenda, e tanto dall’ansia le sono venute persino le lacrime. Fortunatamente, sono stati riconosciuti e hanno potuto continuare il loro lavoro. Non solo, tutto il vicinato si è affacciato per salutarli e soprattutto mandare un bacio alla amatissima Maria De Filippi. Chiara ha raccontato anche altri dettagli che riguardano il suo ruolo a C’è Posta per Te nel corso di un’intervista a TelePiù.

La 29enne ha rivelato di suonare sempre piano al citofono dei destinatari della posta per non essere troppo invadente. Se però questi si affacciano alla finestra, subito urla e sbraccia per farsi riconoscere. Attualmente Chiara Carcano è l’unica donna a far parte dei postini della trasmissione di Maria De Filippi. Oltre a essere una collaboratrice, è anche una grandissima fans di C’è Posta per Te: “Ogni volta mi commuovo. Singhiozzo così tanto dietro le quinte che mi devono portare via”. Le forti emozioni arrivano bene ai telespettatori, figurarsi a chi è presente in studio.

LEGGI ANCHE—> Bomba Uomini e Donne, Beccati dietro le quinte, Lei svestita “Si toccavano”. Ecco la foto censurata dal programma. Fan sotto choc

La trasmissione non le porta solo lacrime e “inseguimenti”, ma anche conoscenze importanti con i vari ospiti che vengono invitati da Maria De Filippi. Tra questi, a rendere particolarmente felice Chiara Carcano fu Johnny Depp, uno dei suoi idoli che ha potuto incontrare così da vicino. Nel corso delle consegne la postina non porta nulla con se nella famosa tracolla, neanche il telefonino, perché se dovesse squillare rovinerebbe il momento così spontaneo. La 29enne lavora nella famosa trasmissione dal 2018 insieme a Marcello Mordino e agli ex tronisti di Uomini e Donne Gianfranco Apicerni e Andrea Offredi. Commentate con noi le puntate sul gruppo ufficiale di Uomini e Donne di Maria de Filippi e seguici su Google News cliccando sulla stellina in alto a destra. 

L’articolo Panico per Maria De Filippi, Interviene la polizia nel suo programma. Lei scoppia a piangere. Caos per tutta la redazione, cos’è successo proviene da Più Donna – Notizie di gossip, spettacolo, moda e attualità.

0 comments on “Panico per Maria De Filippi, Interviene la polizia nel suo programma. Lei scoppia a piangere. Caos per tutta la redazione, cos’è successo

Leave a Reply

%d bloggers like this: