attualità

Paranormal Detection Unit scuote il web e non si fermano davanti al covid 19 ora alla scoperta del Castello di Cuasso

PDU- Paranormal Detection Unit non si fermano e vanno alla scoperta del Castello di Cuasso  La storia vuole che il conte di Cuasso, partito per una crociata per la terra santa, lasciò il figlio (Carlo) al castello con la madre in custodia al maggiordomo. La mamma poco dopo morì e Carlo fu allevato dalla famiglia del maggiordomo che aveva due figli di cui del maschio non si sa il nome e la femmina si chiamava Rosamaria.
I due (Carlo e Rosamaria) con il passare del tempo si innamorarono sebbene i padri avessero proibito questo amore, i due continuavano a vedersi in segreto alle cascate della Cavallizza (che sarà un punto focale dell’indagine), quando un giorno, Rosamaria scoprì di rimanere incinta, Carlo decise di non riconoscere il figlio.
Rosamaria, dalla disperazione, si suicidò gettandosi dalle cascate, morendo annegata.
Il fratello della ragazza, accecato dall’odio assassinò Carlo a tradimento.

La leggenda vuole che alle cascate si possa udire il pianto della donna e che al castello si possa intravedere il fantasma di Carlo che vaga in cerca del suo assassino. Oggi esce il primo di 6 episodi sul canale YouTube PDU- Paranormal Detetion Unit inerente al Castello di Cuasso, non è la prima volta che Fabio e Vanessa si trovano in questa location questa volta però Pino Caprino, Presidente della Pro Loco di Cuasso, ha guidato Fabio e Vanessa all’interno del castello, raccontando loro alcuni cenni di storia ed alcune delle sensazioni che hanno percepito in passato.
“Il castello era abbandonato a se stesso, pieno di edera e di vegetazione e le prime volte che venivamo per sistemare e ripulire il castello, sentivamo delle sensazioni di disagio e strani rumori, poi è andato tutto via via svanendo come se ci avessero accettati.” Con queste parole apre uno scenario ben chiaro ai ragazzi che decidono subito di effettuare una sessione EVP cercando di rilevare alcune anomalie audio. Finito il sopralluogo, si addentrarono nel bosco diretti verso le cascate della Cavallizza dove Rosamaria commise quel tragico gesto. I ragazzi hanno appurato e confermato che la leggenda di Rosamaria e Carlo è assolutamente vera ma solo non perdendoci gli altri episodi anche il pubblico potrà arrivare a questa conclusione.

Leave a Reply

%d bloggers like this: