cronaca HOME

Parco Matusa, i “capricci” dei tabelloni e la prossima apertura. Ma sarà solo un assaggio



di Alessandro Redirossi
La “staffetta” per la realizzazione del Parco Matusa e i capricci dei tabelloni costati in totale circa 40mila euro. Scoppia nuovamente la polemica relativa all’area Matusa. A scandire il percorso per il nuovo parco sono i countdown che circondano la zona, dove si legge: «All’ingresso nel parco manca…». Se fino a mercoledì mattina i due tabelloni indicavano 10 giorni alla fatidica data d’ingresso nel nuovo parco, ieri mattina l’amara sorpresa per chi si armava già di cestini per il pic-nic: il timer è schizzato a quota 90 giorni. La consigliera comunale del Pd Alessandra Sardellitti ha sottolineato ironicamente: «Si ricomincia da 90. Si azzera e si riparte. Ecco quale era l’utilità dell’aggiornamento  di 2440 euro». Il riferimento è alla cifra messa in campo dall’amministrazione comunale per l’aggiornamento dei tabelloni, costati già 38mila euro (provenienti da oneri concessori). Rincara la dose il consigliere Stefano Pizzutelli (Frosinone in Comune) sulla scelta di investire sui tabelloni: «Intanto nelle scuole (manutenzione di patrimonio comunale, finanziabile con gli oneri concessori) i lavori non vengono fatti d’estate ma a settembre e ottobre».

0 comments on “Parco Matusa, i “capricci” dei tabelloni e la prossima apertura. Ma sarà solo un assaggio

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: