perche-la-pesistica-puo-diventare-lo-sport-per-tutti

Perché la pesistica può diventare lo sport per tutti

Passata da pratica di nicchia a sport di massa, subisce ancora il pregiudizio di falsi miti e luoghi comuni. Ecco perché non è un’attività per soli maschi alfa

Non è uno sport per culturisti. O almeno, non solo. La pesistica negli anni si è sempre più affermata come allenamento “di massa”. Ma permangono ancora tanti luoghi comuni e falsi miti. Si tende infatti a visualizzare questo sport con una certa aura di mistero, come fosse qualcosa di relegato a pochi eletti. Nell’immaginario comune, il sollevamento pesi riporta alle gare olimpiche di atleti russi tanto pompati quanto distanti e inaccessibili. In realtà il mondo dei pesi non è così circoscritto. Per molto tempo questa pratica – non il sollevamento olimpico appunto, ma l’utilizzo di pesi con il powerlifting, il bodybuilding o il crossfit – veniva associata unicamente ad atleti maschili, oltretutto di una certa prestanza muscolare. Oggi è in aumento il numero di donne che svolgono attività con i pesi, e che partecipano alle competizioni.

Pesi – immagine iPa

Ma rimangono una serie di timori legati a questo ambito. Primo fra tutti: la paura di perdere femminilità. Le donne fanno in realtà molta più fatica a sviluppare massa muscolare, rispetto agli uomini. Svegliarsi una mattina e trovarsi di punto in bianco con il corpo di Arnold Schwarzenegger o di Eddie Hall sarebbe pressoché impossibile. Il fisico femminile produce una quantità molto bassa di testosterone: il che non consente a una donna, con il solo allenamento, di diventare Mr. Olympia. I casi estremi che ci balzano all’occhio sono dovuti all’utilizzo di farmaci anabolizzanti, e non sono correlati al solo allenamento con i pesi.

Tra i falsi miti più diffusi, in ordine sparso:

* Fare pesi rende lenti e poco mobili – queste qualità possono essere allenate parallelamente, con il giusto programma

* Danneggia le articolazioni: spesso invece i carichi, scelti in modo adeguato, sono usati per la riabilitazione post infortunio e per la ginnastica posturale

* Fa male alle ossa: i pesi migliorano in realtà la densità ossea e in molti casi vengono utilizzati per prevenire e contrastare l’osteoporosi, soprattutto con esercizi come gli squat e i deadlift

* Per dimagrire è meglio la corsa: può essere più efficace un mix di attività pesistica e cardio o pesistica a circuito

Fare pesi quindi sviluppa massa magra e riduce l’aumento di quella grassa. Si innalza di conseguenza il metabolismo basale. Migliora la coordinazione, l’equilibrio e la resistenza. Svolgendo allenamenti a circuito e con pause ridotte, il sistema cardiocircolatorio diventa più efficiente, migliora la capacità aerobica, diminuiscono i battiti a riposo.

Sollevare pesi serve al corpo ma anche alla mente. Aiuta a visualizzare obiettivi, a ottenere risultati che potevano sembrare prima irraggiungibili. Sollevando – con il giusto allenamento – carichi sempre più alti, a volte di gran lunga maggiori del proprio peso corporeo. Questo permette di vincere il nostro avversario interiore, di darci carica e fiducia in noi stessi e sentirci ogni giorno più forti, in una sfida tra noi e il bilanciere.

La pesistica può essere quindi lo sport eterogeneo per eccellenza, può includere tutti. Dal ragazzo che vuole dimagrire, alla donna che si vuole definire. Anche l’uomo meno prestante, atletico e vigoroso può ottenere risultati insospettabili. E la donna più fragile, esile e insicura può raggiungere obiettivi inimmaginabili. E rimettersi in gioco da capo.

%d bloggers like this: