PNRR: MASE, messi a dimora un milione e 800 mila alberi in Italia

pnrr:-mase,-messi-a-dimora-un-milione-e-800-mila-alberi-in-italia


Via libera alla messa a dimora di oltre un milione e 800 mila alberi in undici città italiane. Lo ha ufficializzato lunedì scorso il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica raggiungendo così entro i termini l’obiettivo definito dalla road map europea per il 2022 relativo alla misura “Tutela e valorizzazione del verde urbano ed extraurbano” ( M2C4 3.1), con un investimento che al momento coinvolge le città metropolitane di Torino, Genova, Venezia, Roma, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Palermo, Messina, Catania e Cagliari. Le tipologie di specie seminate o piantate, secondo specifici criteri ecologici di sostenibilità, sono 110, di cui 55 arboree e 55 arbustive.
“È un grande investimento pubblico che mira a preservare e rafforzare la biodiversità, ridurre l’inquinamento atmosferico e migliorare la qualità dell’aria”, ha dichiarato il ministro Gilberto Pichetto Fratin. “Si tratta di un passo fondamentale per raggiungere l’obiettivo finale di piantare entro il 2026 almeno sei milioni e seicentomila alberi in 14 Città metropolitane, coprendo in totale 1.268 Comuni – pari al 15,47% del territorio nazionale, dove vivono più di 21 milioni di persone. Come MASE e come Governo stiamo lavorando intensamente per conseguire tutti i traguardi del secondo semestre 2022, per poter presentare a Bruxelles la terza richiesta di pagamento entro la fine di dicembre prossimo. Siamo in dirittura d’arrivo”.
La messa a dimora degli alberi ha tenuto conto del Piano di forestazione urbana ed extraurbana, che rappresenta lo strumento per permettere ai soggetti attuatori, cioè le Città metropolitane, di seguire una metodologia comune basata su precisi riferimenti scientifici, in modo da individuare e piantare le specie di albero più coerenti con le specifiche caratteristiche biogeografiche ed ecologiche dei diversi territori coinvolti.
Il conseguimento dell’obiettivo è stato reso possibile dal lavoro delle Città metropolitane interessate, che hanno presentato i progetti al MASE e attuato la piantumazione, e grazie alla collaborazione del CUFA – Arma dei Carabinieri, Comando unità forestali ambientali e agroalimentari, che ha fornito più di due milioni di semi.
Nella giornata di ieri, 22 dicembre, il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha anche firmato un accordo con la Banca Mondiale per l’erogazione di 10 milioni di euro al Fondo di Adattamento del Protocollo di Kyoto e dell’Accordo di Parigi, per finanziare progetti e programmi concreti di adattamento ai cambiamenti climatici nei paesi in via di sviluppo particolarmente vulnerabili. Il contributo italiano risponde all’impegno preso a Glasgow dai Paesi donatori di raddoppiare l’ impegno finanziario sull’adattamento ai cambiamenti climatici entro il 2025 e colloca l’Italia tra i principali donatori al Fondo (61 milioni dal 2015) dopo la Germania, la Svezia e la Spagna. I progetti prevedono interventi nelle aree di Agricoltura, Gestione delle aree costiere, Sviluppo rurale, Riduzione del rischio disastri, Sicurezza alimentare, Progetti multi-settore e Gestione settore idrico.

L’articolo PNRR: MASE, messi a dimora un milione e 800 mila alberi in Italia proviene da The Map Report.

Vito Califano

0 comments on “PNRR: MASE, messi a dimora un milione e 800 mila alberi in Italia

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: