Ricordate Fabrizio Gatta, conduttore ormai lontano dalla tv da diversi anni? Ecco la sua nuova vita dopo un lungo percorso spirituale.

La nuova vita dell’ex conduttore Rai

Lui è stato un volto notissimo della Rai, al timone di diverse trasmissioni televisive. Televisione abbandonata dopo oltre 30 anni di carriera per intraprendere un lungo e profondo cammino spirituale. Stiamo parlando Fabrizio Gatta che presto sarà ordinato sacerdote. Nel 2013, il conduttore ed autore televisivo, ha lasciato il piccolo schermo e si è avvicinato ai Missionari del Preziosissimo Sangue. In seguito ha frequentato la facoltà di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana, conseguendo la laurea nel 2019. Nell’ottobre dello scorso anno è stato ordinato diacono presso la parrocchia di San Siro a Sanremo. Si tratta dell’ultimo tassello prima del sacerdozio, che Gatta riceverà il prossimo 7 dicembre di quest’anno.

In un’intervista di qualche tempo fa al quotidiano Avvenire, Fabrizio Gatta ha raccontato il suo percorso spirituale. Ha spiegato: “Indubbiamente, una vocazione adulta va soppesata. Perché si tratta di formare una persona che la vita ha, di fatto, già plasmato”. E ancora: “Spero che la mia storia sia di esempio per quei tanti che si vergognano di mettersi il crocifisso al collo, o di dirsi cristiani. Abbiamo bisogno di testimoniare la nostra fede, senza per questo diventare dei fanatici”. 

Leggi anche —–> Uomini e Donne trono over, protagonista in ospedale: “Drogato in cambio di favori sessuali”

Leggi anche —–> Gianni Sperti rompe il silenzio sulla sua vita privata: “Sono..” E sull’ex moglie Paola Barale…

Carriera televisiva di Fabrizio Gatta

Classe ’63, romano doc, Fabrizio Gatta ha debuttato su Rai Uno nel 1996, al timone de Il concerto dell’Epifania, che condurrà per le successive otto edizioni. Dal 1997 al 2002 fa parte della squadra Rai di Miss Italia, conducendo spesso le Anteprime da Salsomaggiore Terme. Nel 1999 conduce Lineaverde – Sanremo in fiore, mentre l’anno successivo cura i collegamenti di Domenica In dal Teatro Ariston durante la kermesse.

Diventa in seguito volto notissimo al grande pubblico per la conduzione del veglione di Capodanno su Rai Uno, dal ’99 al 2012. Dal 2002 al 2012 ha condotto Lineablu. Mentre nel 2010 torna a Lineaverde con Elisa Isoardi, mentre l’anno successivo al fianco di Eleonora Daniele. Il suo addio al piccolo schermo risale al 2013.