cronaca politica

Quasi Tutta Italia è In Zona Gialla: La Mappa Delle Regioni Dal 17 Maggio

In arancione resta solo la Valle d’Aosta. Ecco quali riaperture sono previste, mentre si discute un nuovo allentamento delle restrizioni (Foto: Massimo Di Vita/Getty Images)Da oggi, lunedì 17 maggio, sulla base dei dati del monitoraggio della cabina di regia dell’Istituto superiore della sanità (Iss), e come confermato nell’ordinanza firmata dal ministro della salute Roberto Speranza, Sicilia e Sardegna passano dalla zona arancione a quella gialla, portando in giallo quasi tutta l’Italia. L’unica eccezione è rappresentata dalla Valle d’Aosta, che resta ancora in zona arancione.

Nell’ultima settimana l’andamento epidemiologico è sensibilmente migliorato in tutta la penisola. Tutte le regioni sono sotto le soglie di allerta, contagi e ricoveri sono in calo e, per la prima volta da ottobre, i decessi sono diminuiti fino a scendere sotto i 100 al giorno nelle ultime 24 ore.

Grazie anche all’andamento della campagna vaccinale, le regioni hanno chiesto al governo di allentare i criteri per decidere il cambiamento dei colori e quindi l’imposizione di misure restrittive, in particolare rispetto allo slittamento del coprifuoco dalle 22 alle 23. Nella giornata di oggi, la cabina di regia si riunirà per decidere su queste questioni.

Di seguito le regole nel dettaglio per ogni zona.

Regole per le zone gialle Tra le regioni gialle e bianche non ci sono limitazioni di viaggio, mentre da e verso le zone arancioni e rosse, saranno consentiti tramite la cosiddetta “certificazione verde”. Consentiti anche tutti gli altri spostamenti sul territorio regionale, comprese le visite a parenti, partner e amici, una volta al giorno, per massimo 4 persone oltre ai minori di 14 anni, tra le 22 e le 5.

Nidi, asili, elementari e medie riprenderanno la didattica in presenza al 100%. Le scuole superiori, invece, dovranno garantire la didattica in presenza dal 70% al 100% della popolazione studentesca. I presidenti di regione potranno intervenire con ordinanze che sospendono la didattica in presenza solo in caso di rischio estremamente elevato di contagio. Le università garantiranno la regolare attività formativa per tutti gli anni di corso. Sono aperte biblioteche e aule studio.

Si può tornare a consumare al tavolo nei bar e nei ristoranti, ma solo negli spazi all’aperto e entro gli orari stabiliti dal coprifuoco.

È possibile andare al cinema e assistere a spettacoli teatrali e concerti, sia all’aperto che al chiuso, prenotando il biglietto in anticipo, per evitare file ai botteghini. La capienza al chiuso sarà ridotta al 50%, per un massimo di 500 persone, mentre all’aperto sarà consentita la presenza di un numero non superiore alle mille persone. Deve essere garantita la distanza di un metro tra un posto e l’altro, a meno che gli spettatori non siano conviventi.

È consentito praticare qualsiasi tipo attività sportiva, all’aperto, comprese le attività di contatto e di squadra.

Regole per le zone arancione Consentititi gli spostamenti tra altre regioni e province per le persone munite di “certificazione verde”. Consentiti tutti gli spostamenti all’interno del territorio comunale, anche per visite a parenti, partner e amici, una volta al giorno, per massimo 4 persone oltre ai minori di 14 anni, tra le 22 e le 5. Si può uscire dal proprio comune in caso di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi sospesi o non presenti nel proprio comune. Sono consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5mila abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri, ad esclusione dei capoluoghi di provincia.

Per scuole e università vigono le stesse regole previste per la zona gialla.

L’attività fisica è consentita solo all’interno del proprio comune, in forma individuale. Mostre, musei e altri luoghi della cultura seguono le stesse regole previste per la zona rossa. Sono aperti tutti i negozi, compresi i centri commerciali, che però restano chiusi durante il fine settimana e nei giorni festivi. Per i bar e i ristoranti vigono le stesse regole previste per la zona rossa.

Potrebbe interessarti anche

0 comments on “Quasi Tutta Italia è In Zona Gialla: La Mappa Delle Regioni Dal 17 Maggio

Leave a Reply

%d bloggers like this: