reggina,-taibi-tra-ritiro-e-mercato:-“a-buon-punto-per-farlo-fuori-reggio.-e-su-menez-e-obi-dico…”

Reggina, Taibi tra ritiro e mercato: “A buon punto per farlo fuori Reggio. E su Menez e Obi dico…”

massimo taibi regginaFoto StrettoWeb / Salvatore Dato

Le parole del direttore sportivo della Reggina Massimo Taibi su calciomercato e ritiro

Bianchi fa parte di quel gruppo di giocatori che intendo portare a Reggio, che sposano la maglia e la città. Aveva offerte, ma ha sempre manifestato la voglia di continuare. E’ stata una trattativa un po’ lunga ma alla fine si è conclusa bene. L’uomo prima che il calciatore, ho spinto su questo tasto da quando sono arrivato qui, perché ho giocato alla Reggina, so cosa vuole la gente e so cosa vuol dire giocare per questa maglia”. Sono le parole del direttore sportivo amaranto Massimo Taibi ai microfoni di “Passione Amaranto”, sui canali ufficiali del club. Il dirigente ha aperto il suo intervento sul mercato parlando del rinnovo del centrocampista, virando poi sugli altri discorsi legati a entrate e uscite.

“Già ho parlato con diversi profili anche per quanto riguarda l’attacco – prosegue Taibi – e su quelli sondati faremo la cernita. E poi 10 uscite dovremmo farle. In questo momento è più difficile prendere giocatori, il mercato deve ancora entrare nel vivo, ma abbiamo parlato col mister sul modulo e gli sto proponendo una serie di giocatori che possano andare bene. Quando avremo le idee chiare, individueremo quelli da prendere. Sui portieri dico che bisogna prenderne due affidabili: uno esperto e uno giovane. Rispetto all’anno scorso parto in maniera diversa, con quello giovane che abbia il compito di mettere in difficoltà l’esperto ma che non sia il titolare sin da subito perché non è facile a Reggio con la pressione che c’è”.

Da ruoli, idee, discorsi e sondaggi ai nomi: Stavropoulos e Crisetig dico che in linea di massima non si muoveranno, ma ad oggi. Non mi voglio sbilanciare mai completamente, però, perché l’anno scorso l’ho fatto e qualcuno mi ha criticato. Menez? E’ per noi importantissimo, ha reso al 10% per mille motivi. Con l’allenatore dovremo capire se è il caso di insistere oppure valutare le sirene che stanno arrivando. Non abbiamo fretta sulla decisione da prendere, il mister deve parlare col ragazzo. Il ritorno di qualche ex Reggina? Ad oggi inavvicinabili, ma c’è sempre in mente quell’idea legata al senso d’appartenenza. E su Obi dico che in questo momento è abbastanza proibitivo, vediamo se si riesce a trovare una soluzione ma le sue richieste non si avvicinano alle nostre potenzialità”.

In ultimo il ds affronta il tema ritiro, a specifica domanda: “Siamo a buon punto per farlo fuori Reggio”, conferma, annunciando quindi che almeno la prima parte non sarà svolta al Sant’Agata, così come la scorsa stagione.


%d bloggers like this: