cronaca

Reggio Calabria, aprile dà l’arrivederci con la “Lupa”: la città dello Stretto immersa nella nebbia [FOTO E VIDEO]

  • Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

    Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

  • Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

    Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

  • Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

    Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

  • Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

    Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

  • Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

    Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

  • Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

    Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

  • Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

    Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

  • Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

    Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

  • Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

    Foto StrettoWeb / Stefano Vitetta

  • Foto StrettoWeb

    Foto StrettoWeb

  • Foto StrettoWeb

    Foto StrettoWeb

  • Foto StrettoWeb

    Foto StrettoWeb

/

Le immagini della “Lupa” che ha invaso la zona Sud di Reggio Calabria nella notte tra il 30 aprile e l’1 maggio

Nebbia fitta in tutta la zona costiera Sud di Reggio Calabria, anche collinare nelle zone di Modena e Ciccarello. Si tratta di quel che fenomeno che avviene molto raramente in riva allo Stretto di Messina ed è definito con il nome di “Lupa”. Per i cittadini reggini è sempre bellissimo assistere a queste scene: “sembra quasi di vivere in un film”, sicuramente perché non è un evento che si verifica tutti i giorni.  E’ infatti una situazione particolarmente rara ed anomala, che tuttavia si può verificare una o due volte l’anno in primavera quando le prime ondate di caldo arrivano sullo Stretto dal Nord Africa e, scorrendo sulla superficie marina fredda dopo il lungo inverno, formano la nebbia di mare per il fenomeno dell’avvezione. La particolare nebbia è determinata dallo scorrimento di masse d’aria calda sulla superficie marina molto più fredda, la quale genera vapore acqueo che si satura e si condensa in strati di nubi bianche, alte tra 100 e 200 metri, che dal mare si spingono sino alla fascia costiera. La Lupa provoca drastiche riduzioni della visibilità ed è molto pericolosa soprattutto per la navigazione marittima, effettivamente ascoltando bene verso il mare si sentono in modo distinto i suoni delle sirene delle navi che segnalano la loro posizione.

Reggio Calabria, la “Lupa” in riva allo Stretto: le immagini dal Parco Lineare Sud [VIDEO]


0 comments on “Reggio Calabria, aprile dà l’arrivederci con la “Lupa”: la città dello Stretto immersa nella nebbia [FOTO E VIDEO]

Leave a Reply

%d bloggers like this: